Olimpiadi | martedì 06 marzo 2018

Una marea di nuovi format e nuovi sport bussano alle porte di Pechino 2022

I Giochi olimpici di PyeongChang 2018 sono appena andati in archivio, ma già si guarda a quelli della prossima edizione. Quali cambiamenti potranno esserci nel programma?

Pentaphoto

Nella giornata di ieri il sito specializzato insidethegames.biz ha pubblicato un articolo in cui ha svelato le discipline e i format di gara che potrebbero fare il loro ingresso nel programma dei Giochi olimpici invernali di Pechino 2022.

Moltissime le proposte che sarebbero state avanzate al Cio, che deciderà quali portare avanti per un’analisi più approfondita e quali invece cestinare in partenza. Le federazioni internazionali più attive sono la FIS e la FIL, ma complessivamente solamente l’IIHF non ha chiesto aggiunte o cambiamenti al proprio programma olimpico.

Andiamo a vedere le aspirazioni di organo di governo internazionale.

FIS
Salto con gli sci:
avanzata nuovamente la proposta di introdurre la prova a squadre miste, che assegna titolo mondiale dal 2013. La richiesta era già stata effettuata per PyeongChang 2018, ma è stata rifiutata.

Combinata nordica: si chiede l’istituzione della competizione femminile. La disciplina al momento è l’unica del panorama olimpico invernale a essere riservata esclusivamente agli uomini. La Fis progetta di istituire la Coppa del Mondo a partire dall’annata 2019-’20 e di assegnare il primo titolo mondiale nel 2021.

Sci alpino: a maggio si valuterà se domandare l’ingresso del parallelo, probabilmente in sostituzione della combinata alpina.

Snowboard: si vorrebbe chiedere un ampliamento notevole della disciplina con l’ingresso delle prove a squadre di snowboard cross e della prova a squadre miste di gigante parallelo. Inoltre potrebbe essere fatto il tentativo di riportare in auge lo slalom parallelo, visto solamente a Sochi.

Freestyle: avanzata la proposta di introdurre il big air (già presente nello snowboard). In più dovrebbe essere chiesta una prova a squadre miste di Aerials.

Sci di fondo: non sarebbe stata effettuata nessuna proposta di cambiamento per il 2022.

Infine la FIS a maggio valuterà se chiedere di introdurre il Telemark nel novero degli sport olimpici con il format del parallelo sprint, sia individuale che a squadre.

 

IBU
Nel biathlon, come previsto, viene domandato l’inserimento della Single Mixed, da affiancare alla staffetta mista. Il format assegnerà titolo mondiale per la prima volta nel 2019.

 

ISU
Short Track: si vorrebbe istituire una nuova prova a squadre, anche se non è chiaro in quali termini.

Pattinaggio di Figura: viene effettuato un tentativo per fare entrare nel programma olimpico anche il pattinaggio sincronizzato.

Pattinaggio velocità: Nessuna proposta.

 

FIL
La federazione internazionale dello slittino è quella che in proporzione ha avanzato più proposte. Innanzitutto ha domandato di inserire una gara di doppio riservata alle donne, inoltre si vorrebbe vedere raddoppiato il programma, affiancando le competizioni sprint a quelle classiche.

In più viene effettuata la richiesta per far diventare disciplina olimpica lo slittino su pista naturale.

 

IBSF
Bob: proposta l’istituzione di una prova a squadre miste.

Skeleton: nessuna richiesta.

 

WCF
Nel curling è stato domandato l’ampliamento del campo partenti del doppio misto da 8 a 16 nazioni.

 

IIHF
Nessuna richiesta dall’hockey ghiaccio.

 

Per quanto riguarda possibili nuovi sport, oltre al Telemark sarebbe stata fatta domanda di ingresso da parte del Bandy, dello Sci Alpinismo e dell’Arrampicata su ghiaccio.

Chiaramente molte delle richieste non hanno grandi possibilità di essere soddisfatte solamente per mere ragioni logistiche. Comunque sia, starà al Cio valutare il da farsi.

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: