fondoitalia.it | lunedì 12 marzo 2018

BIATHLON AI RAGGI X: Puntata 5 (settore femminile)

Vittozzi straordinaria, Makarainen e Kuzmina sottotono, Domracheva vince e torna in corsa per la generale

 

VITTOZZI TRA LE GRANDI

Lisa Vittozzi ha vissuto in Finlandia la miglior settimana della carriera. Nella gara sprint, è riuscita a tenere un eccellente passo sugli sci (5° tempo), e la più veloce in assoluto in termini di range time. La sappadina ha così ottenuto il 3° podio della sua carriera, prima top-three nel format. Due giorni dopo Lisa è stata in grado di migliorarsi ulteriormente, chiudendo in 2° posizione la mass start, commettendo un solo errore all'ultimo poligono.

La crescita nel fondo, grazie anche alla decisione di cambiare materiali in estate, sembra indicare la sappadina come possibile atleta di vertice nella stagioni a venire. Lisa è infatti salita al 7° posto nella generale, nettamente la più giovane tra le prime 10 della classifica.

È apparsa più in difficoltà invece Dorothea Wierer, che ha perso l'occasione di avvicinarsi alla vetta della generale. Fuori dalle prime 15 posizioni in entrambe le gare (18° nella sprint, 21° nella mass start), vede ora in pericolo la terza posizione nella generale.

Tre errori a testa hanno tenuto fuori dalla zona punti sia Nicole Gontier (44°) che Federica Sanfilippo (46°) nella gara sprint, con quest'ultima riscattatasi nella single mixed chiusa al 6° posto.

PRIMA VITTORIA IN CARRIERA PER HINZ

Vanessa Hinz, mai sul podio in carriera, ha vinto la gara con partenza in linea grazie allo "0" al poligono (prima volta in carriera in gare su 4 poligoni). Con tanti errori commessi dalle "big", la 25enne tedesca si è presentata all'ultimo poligono in compagnia di Anais Chevalier e Lisa Vittozzi. La teutonica è stata però l'unica delle tre in grado di coprire tutti i bersagli, conquistando dunque la vittoria. Visti i risultati di Kontiolahti, viene da pensare che in occasione della staffetta olimpica, Hinz sarebbe potuta anche tornare utile alla causa della Germania.

La sua coetanea Anais Chevlier è giunta invece , conquistando il primo podio stagionale, alla prima top-three in carriera nel format. Questo risultato, risolleva in parte una stagione fin qui inferiore alle attese. La 25enne francese si trova infatti momentaneamente in 23° posizione nella classifica generale, dopo che la scorsa stagione aveva chiuso in 7° posizione, con 1 vittoria e 5 podi complessivi.

DOMRACHEVA VINCENTE, HILDEBRAND BEFFATA

Darya Domracheva, grazie ad una prova superlativa sugli sci stretti (miglior tempo), ha conquistato la sua 3° vittoria stagionale. La bielorussa è riuscita a rimediare nell'ultimo giro ad un errore commesso nel secondo poligono, che sembrava averle precluso la vittoria. La tedesca Franziska Hildebrand (perfetta al tiro) sembrava infatti avviata al successo, iniziando l'ultimo giro con ben 17 secondi di vantaggio. La tedesca non è riuscita a tenere però il ritmo della bielorussa, finendo all'arrivo in 2° posizione per solo 5 decimi di secondo. Per Hildebrand si tratta in ogni caso del primo podio stagionale, giunto nel format a lei più congeniale (5 dei 7 podi in carriera conquistati nelle sprint).

LOTTA APERTA PER LA SFERA DI CRISTALLO

Sia Kaisa Makarainen (10° nella sprint, 4° nella mass start) che, in misura ancora maggiore, Anastasiya Kuzmina (30° nella sprint, 16° nella mass start), non hanno brillato in terra finlandese. Ad approfittarne è stata, parzialmente, Laura Dahlmeier (5° nella sprint, 7° nella mass start) e, in misura ancora maggiore, Darya Domracheva (vittoria nella sprint, 10° nella mass start). La classifica generale, al netto degli scarti, vedrebbe ora Kaisa Makarainen in vetta, tallonata da Kuzmina a 4 punti. Dahlmeier si trova invece a 46 lunghezze di distanza, con Dorothea Wierer e Darya Domracheva staccate rispettivamente di 68 e 85 lunghezze.

Gabriele Mento

Ti potrebbero interessare anche: