Coppa del Mondo / Grand Prix | venerdì 16 marzo 2018

Akito Watabe si aggiudica il PCR nella ventosa Klingenthal

Oggi il vento ballerino ha scompigliato le carte, ma ha vinto ancora il nipponico davanti a Jan Schmid. Buona prova dei tedeschi Fabian Riessle e Johannes Rydzek

Akito Watabe si aggiudica il PCR nella ventosa Klingenthal

Nel tardo pomeriggio odierno è andato il scena il Provisional Competition Round a Klingenthal, decisamente condizionato dal vento, variando d’intensità e spirando a tratti trasversalmente. Questi problemi hanno portato ad un ritardo nell’inizio della prova e a numerose interruzioni tra i salti degli atleti.

Il migliore però è stato ancora una volta Akito Watabe, in forma smagliante sul trampolino, fortunato anche nel trovare una buona finestra di vento. Il nipponico si è spinto più lontano di tutti, andando a toccare 134 metri, guadagnando come di consueto buone valutazioni stilistiche. In particolare il meteo ha graziato gli ultimi quattro combinatisti in stanga di partenza, tutti autori di prove convincenti.

Seconda posizione per Jan Schmid, giunto a 131m, pagando 4.4 lunghezze dal leader. Subito dopo sono giunti i teutonici Fabian Riessle e Johannes Rydzek, arrivati rispettivamente a 127 e 127.5 metri, la cui differenza è stata tutta nella compensazione, che ha detto meglio al ventisettenne del Baden-Württemberg.

Buona prestazione da parte del team austriaco, con 4 atleti nella top ten. Il migliore è stato Wilhelm Denifl 5°, capace di raggiungere 125.5m nonostante una bufera alle spalle. Sono invece veleggiati oltre i 130m i connazionali Lukas Klapfer 6°, Mario Seidl 8° e Bernhard Gruber 9°. Tra questi si è inserito il teutonico Manuel Faisst 7°, in buona condizione sul trampolino, mentre il giapponese Go Yamamoto, che ha chiuso ex aequo con il trentacinquenne salisburghese.

Ad oltre 15 punti da Watabe ha chiuso il norvegese Jørgen Graabak 11°, seguito dai finnici Eero Hirvonen 13° e Ilkka Herola 16°. Tra questi ultimi due si è piazzato Jarl Magnus Riiber 15°, protagonista di un salto complesso in quanto ha trovato delle raffiche di vento trasversale. Il ventenne di Oslo si è così scomposto in fase di volo, riuscendo comunque a contenere i danni andando a raggiungere 124.5m, ma pagando anche nella componente stilistica.

Non sono riusciti a venire a capo delle difficili condizioni meteo il norge Espen Andersen, i tedeschi Vinzenz Geiger ed Eric Frenzel, rimasti tutti molto attardati.

In casa Italia Aaron Kostner e Alessandro Pittin sono riusciti a qualificarsi, chiudendo rispettivamente 45° e 48°, mentre l’esordiente Denis Parolari ha effettuato un buon salto che gli sarebbe valso l’accesso alla gara di domani, ma è stato poi squalificato per tuta irregolare.

Questo PCR potrebbe anche assumere una valenza maggiore in quanto per domani sono annunciate condizioni meteo davvero complesse. Se nella mattinata non sarà poi possibile effettuare il segmento di salto, in programma alle ore 9.45, il risultato odierno verrà utilizzato per determinare la start list del fondo.

Clicca qui per i risultati completi del PCR.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: