Notizie | lunedì 26 marzo 2018

Akito Watabe eletto atleta dell'anno 2018 in combinata nordica

Giunto alla terza edizione il galà organizzato dalla Fis a Schonach ha premiato i migliori atleti di questa stagione olimpica.

Courtesy Corinna Heitmuller

Courtesy Corinna Heitmuller

Terminata l'ultima della tredici tappe, olimpiadi incluse, della stagione 2017-18 nella serata di ieri la comitiva della combinata nordica ha preso parte al party finale della  stagione con le premiazioni e con l'assegnazione degli Nordic Combined Awards 2018.

E' stato Akito Watabe il mattatore della cerimonia tenutasi nella suggestiva “Haus des Gastes” della località della foresta nera teutonica ben diretta dalla dinamica e grande promotrice della disciplina come Media Cordinator della FIS Silke Tegethof affiancata dal Presidente di giuria Roman Knoblauch. Il combinatista giapponese dopo aver ufficialmente ritirato l'ambita sfera di cristallo si è aggiudicato il riconoscimento più ambito di “ Atleta del''anno 2018".

La giuria formata da 10 giornalisti in rappresentanza delle principali nazioni , con il Race Director Lasse Ottesen che ha avanzato le proprie nomination per ogni categoria, ha cosi voluto premiare la straordinaria continuità avuta lungo tutto l'arco della stagione dal ventinovenne nipponico nella quale ha riportato la sfera di cristallo nel paese del Sol Levante ventitré anni dopo Kenji Ogiwara.

Watabe ha avuto la meglio sui due medagliati con l'oro di Pyeongchang, Frenzel e Rydzek (rispettivamente vincitori del premio nel 2016 e 2017) e sul principale avversario in stagione in Coppa del Mondo, il norvegese Jan Schmid. Il secondo dei quattro premi in palio è risultato il più combattuto e si e' concluso con l'assegnazione a Vinzenz Geiger come ”Rookie dell'anno“ per un solo voto di scarto sul finlandese Eero Hirvonen.

Il ventenne di Oberstdorf succede allo stesso Hirvonen e a Jarl Magnus Riiber vincitori nelle precedenti edizioni. Gli altri due nominati erano il norvegese Espen Andersen e il ventenne estone Kristjan Ilves.

Nella nuova categoria di “Allenatore dell'anno“ , introdotta per la prima volta in questa stagione , il premio è stato appannaggio del coach tedesco Hermann Weinbuch che dopo il dominio assoluto della squadra teutonica ella scorsa stagione ha monopolizzato le Olimpiadi con tre ori su tre. Il capoallenatore bavarese ha avuto la meglio sul rampante giovane coach finlandese Petter Kukkonen e sul più navigato Takanori Kono per il Giappone.

A conclusione della riuscita serata e' stato assegnato anche l'ultimo premio in programma di “Miglior Momento dell'anno 2018 “. A contenderselo vi erano ancora Akito Watabe per aver vinto la sfera di cristallo dopo essere finito tre volte secondo e tre volte terzo nelle sei precedenti edizioni della overall e il trio tedesco Rydzek-Riessle–Frenzel che ha monopolizzato il podio olimpico della individual gundersen dei Giochi Olimpici coreani. Quasi all'unanimità la giuria ha premiato lo “sweep” tedesco a Pyeongchang . Evento che in combinata ai Giochi non si verificava dal lontano 1936, in quel caso furono i tre Norge Hagen , Hoffsbakken e Brodhal a realizzare l'impresa.

Paolo Romanò

Ti potrebbero interessare anche: