Salto | domenica 15 aprile 2018

A Pellizzano arriva il trampolino HS66, la gioia di Massimino Bezzi: "Una vittoria dello sport"

Il presidente del GS Monte Giner ha accolto con soddisfazione l'annuncio della Provincia Autonoma di Trento, che stanzierà 2 milioni e 400 mila euro per il nuovo trampolino

A Pellizzano arriva il trampolino HS66, la gioia di Massimino Bezzi: "Una vittoria dello sport"

Nascerà il trampolino di Pellizzano. Lo ha confermato ad Ossana, nel corso della festa in onore degli atleti della zona che hanno partecipato a Olimpiadi e Mondiali, lo stesso Ugo Rossi, presidente della Provincia Autonoma di Trento.

“Abbiamo deciso di stanziare due milioni e 400 mila euro – ha affermato l’amministratore davanti ai presenti – perché lo sport è fatto di impegno, sacrifici e talento ma anche di organizzazione e strutture adeguate”.
Tanta ovviamente la soddisfazione di Massimino Bezzi, presidente del GS Monte Giner, presente insieme a Davide Bresadola, Giulio Bezzi, Giovanni Bresadola, Domenico Mariotti e Gabriele Zambelli, i cinque atleti premiati.
Rossi ha poi sottolineato: “Questo impianto rappresenta una sfida, un impegno ma anche un’opportunità per la valle. Dobbiamo pensare a tutti i ragazzi che sono passati per il Gruppo Sportivo Monte Giner e oggi sono portatori dei valori che hanno appreso dallo sport”

Così Massimino Bezzi ha commentato a Fondoitalia una notizia bellissima per il GS Monte Giner e tutta la Val di Sole: «Sicuramente è una vittoria dello sport, di Pellizzano e della Val di Sole perché questo progetto, in ballo ormai da due o tre anni, è a vantaggio dei giovani della valle e della disciplina, che ha portato risultati non indifferenti. Abbiamo ben otto atleti nelle nazionali italiani e oltre diciannove che frequentano i centri federali, segno che la Val di Sole è un centro importante per il salto italiano».

Bezzi ha poi sottolineato per quali motivi sia così importante la nascita di un trampolino HS66 a Pellizzano: «Innanzitutto perché siamo una località a vocazione turistica, insieme a tanti importanti centri della nostra valle e di quelle attorno, quindi un trampolino sarà un incentivo ancora maggiore al turismo e al lavoro per tutti; finalmente, poi, i nostri giovani non dovranno andare fuori ad allenarsi, spostandosi per vivere lontano da casa. Questa potrebbe diventare anche una posizione ideale per uno ski college, un alternativa ai licei sportivi inserendo anche altri corsi professionali. Negli ski college, poi, lo sport è materia di studio, quindi le ore passate ad allenarsi non sono tolte a esso e i giovani studenti atleti non accumulano assenze o perdono ore poi da recuperare. Noi ci auguriamo di diventare Centro Federale - rilancia il presidente del GS Monte Giner - nonostante la presenza di Predazzo, perché portiamo avanti un grande lavoro ormai da tanti anni, abbiamo dato tanti nazionali all'Italia e sarebbe quindi importante avere fisso un allenatore qui, anziché, come succede oggi ad Andrea Bezzi, un tecnico costretto a prendersi ore o giorni di ferie per allenare i ragazzi. Insomma per noi è una vittoria, anzi lo è per lo sport e le famiglie che così non dovranno spendere ottomila euro per iscrivere i figli a Stams per assecondare il sogno e i progetti dei propri figli. In questa maniera, anche le valli attorno, che hanno una grande storia in questo sport, potranno venire qui ad allenarsi sul nostro nuovo trampolino».  

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: