Salto | sabato 07 luglio 2018

Chiara Hölzl e Justin Nietzel vincono le prime gare di Fis Cup di Villach

Per il salto con gli sci è già ora di ripartire. Oggi è infatti ufficialmente cominciata la stagione su plastica 2018. Le prime competizioni ufficiali sono andate in scena a Villach, dove si è alzato il sipario sulla Fis Cup.

Foto di M.Dardanelli

Foto di M.Dardanelli

Il piatto forte di giornata è stata indubbiamente la gara femminile, alla quale hanno partecipato svariate atlete solitamente impegnate in Coppa del Mondo. La vittoria è stata infatti conquistata dall’austriaca Chiara Hölzl, rivelatasi complessivamente l’atleta più performante nell’arco delle due serie.

Infatti nel primo segmento la ventunenne del salisburghese era stata superata di mezzo punto da Daniela Haralambie, mentre nella manche decisiva ha realizzato lo stesso punteggio di Ema Klinec. Tuttavia la romena e la slovena non sono riuscite a mettere assieme due salti del medesimo livello, vedendosi quindi superate dalla più consistente avversaria. La ventenne di Kranj ha concluso alla piazza d’onore, mentre la ventunenne di Brasov si è attestata sul gradino più basso del podio.

Fra le altre partecipanti di grido, la slovena Ursa Bogataj si è classificata quarta davanti alla veterana tedesca Juliane Seyfarth e alla connazionale Spela Rogelj. Assenti le italiane.

FIS CUP FEMMINILE VILLACH (I)
1. HÖLZL Chiara (AUT) 237.5
2. KLINEC Ema (SLO) 230.5
3. HARALAMBIE Daniela (ROU) 222.0
4. BOGATAJ Ursa (SLO) 211.0
5. SEYFARTH Juliane (GER) 207.5
6. ROGELJ Spela (SLO) 197.0

Clicca qui per i risultati completi.

In campo maschile la gara ha vissuto sul duello tra il tedesco Justin Nietzel e lo svizzero Luca Egloff. Alfine l’ha spuntata il teutonico di un’inezia, realizzando il miglior salto in ambedue le serie per mezzo punto. È risultato decisivo lo stile, poiché a parità assoluta di misura, i giudici hanno assegnato al ventunenne di Hinterzarten valutazioni più elevate rispetto a quelle del ventitreenne di Grabs.

Terzo posto per il diciassettenne sloveno Zak Mogel, che ha costruito il proprio podio nella prima serie per poi difendersi in quella decisiva. Il teenager di Ljubno si è preso il lusso di superare Gregor Deschwanden, indubbiamente l’atleta più blasonato tra gli ottanta partenti, costretto però ad accontentarsi della quarta moneta.

Tra i partecipanti anche un altro assiduo frequentatore del massimo circuito. Il finlandese Andreas Alamommo, che però non è andato oltre una mesta ventisettesima piazza, peraltro appena alle spalle dello sloveno Ernest Prislic. Quest’ultimo ha fatto oggi il suo ritorno in gara dopo aver rischiato la vita nel dicembre 2016, quando a Planica venne travolto da un’auto mentre faceva jogging.

Anche in questo caso assenti gli azzurri.

FIS CUP MASCHILE VILLACH (I)
1. NIETZEL Justin (GER) 255.5
2. EGLOFF Luca (SUI) 254.5
3. MOGEL Zak (SLO) 249.5
4. DESCHWANDEN Gregor (SUI) 246.5
5. MARKENG Thomas Aasen (NOR) 246.0
6. SEIDL Fabian (GER) 240.5

Clicca qui per i risultati completi.

Domani a Villach si replica. Non va però dimenticato come nel tardo pomeriggio a Kranj (Slovenia) prenderà il via anche la Continental Cup.

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: