Biathlon | 04 dicembre 2018

Presentazione Pokljuka, settore maschile. L'Italia ha sempre raccolto briciole

Nel pomeriggio di domani prenderà il via la Coppa del Mondo di biathlon maschile. Andiamo a vedere i precedenti di Pokljuka

Presentazione Pokljuka, settore maschile. L'Italia ha sempre raccolto briciole

Pokljuka è l’autentico jolly della Coppa del Mondo di biathlon. Pur avendo fatto il suo ingresso nel giro del massimo circuito ventisei anni fa, non è mai assurta allo status di tappa fissa e per di più ha spesso cambiato posizione in calendario.

STORIA – GARE INDIVIDUALI
Non sorprende, quindi, che l’Ibu si sia rivolta proprio a Pokljuka nel momento in cui ha avuto necessità di trovare un’alternativa a Östersund per affidare il ruolo di opening stagionale.

Infatti in questo inverno la località svedese non potrà ospitare l’ouverture, in quanto sarà teatro dei Mondiali nel mese di marzo. Dunque si comincerà dalla Slovenia, come avvenuto nel 1992.

Sino a questo momento a Pokljuka si sono disputate 53 gare maschili individuali di primo livello (10 venti km, 20 sprint, 14 inseguimenti, 9 mass start), di cui cinque con valore iridato (una per ogni format nel 2001, precedute dal pursuit che assegnò titolo mondiale nel 1998, quando non era inserito nel programma olimpico).

Sono ventotto gli atleti ad aver raccolto almeno una vittoria. Chi vanta il maggior numero di affermazioni è Ole Einar Bjørndalen, impostosi in 5 occasioni.

Sono invece cinque gli uomini in attività ad aver già festeggiato un successo da queste parti. La graduatoria è capitanata da Anton Shipulin con 3. Hanno primeggiato in 2 prove Simon Schempp e Martin Fourcade. Infine hanno ottenuto 1 vittoria Daniel Mesotitsch e Jakov Fak.

A loro se ne aggiungono altri nove in grado di calcare un gradino del podio senza essersi però mai issati su quello più alto. Si tratta di Simon Fourcade, Dominik Landertinger, Simon Eder, Benjamin Weger, Tarjei Bø, Ondrej Moravec, Arnd Peiffer, Evgeny Garanichev e Johannes Bø.

Guardando alle nazioni, il poligono delle Alpi Giulie è una sorta di colonia russa. Infatti sinora si sono imposti nove diversi Paesi e la Russia comanda la graduatoria con ben 14 successi, inseguita dalla Norvegia (12). Terza posizione per la Francia (9). Seguono Germania (7); Austria (4); Svezia (3), Bielorussia (2); Finlandia e Austria (1).

 

ITALIA – STORIA E ATTUALITA’
L'Italia non solo non ha mai vinto, ma in generale non si è mai tolta grandi soddisfazioni a Pokljuka. L’unica eccezione è la medaglia d'argento iridata ottenuta da Renè Cattarinussi nella sprint dei Mondiali 2001. Quello è ancora oggi l'unico podio azzurro maschile in terra slovena.

Per quanto riguarda gli italiani in attività, complessivamente si contano quattro ingressi nella top-ten.

Il miglior risultato è stato raccolto da Lukas Hofer, classificato nella sprint del dicembre 2010. Il ventinovenne altoatesino vanta anche un posto nella sprint del marzo 2014 e una 10^ piazza nell’inseguimento del dicembre 2014. Inoltre Dominik Windisch ha chiuso la mass start del dicembre 2015.

Nessun altro italiano in attività ha ancora ottenuto piazzamenti degni di nota.


PROGRAMMA MASCHILE

5 dicembre – 14.15 – Individuale
7 dicembre – 14.15 – Sprint
9 dicembre – 11.45 – Inseguimento

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: