Salto | 16 dicembre 2018

Ancora Ryoyu Kobayashi! Imbattibile il nipponico nella seconda gara di Engelberg

Quarto successo in sette gare per il ventiduenne di Hachimantai. Completano il podio i polacchi Piotr Zyla e Kamil Stoch

Ancora Ryoyu Kobayashi! Imbattibile il nipponico nella seconda gara di Engelberg

La settima competizione stagionale della Coppa del Mondo di salto maschile ha regalato tanto spettacolo in quel di Engelberg. Le condizioni atmosferiche amiche e una stanga di partenza piuttosto elevata hanno infatti permesso a tutti gli atleti di esprimersi al meglio, portandoli ad effettuare tanti salti di ottima fattura e qualità. In questo contesto un atleta ha nuovamente confermato la propria superiorità, andando a vincere per dispersione: Ryoyu Kobayashi.

Primo salto impressionante quello del nipponico, che si è spinto fino a 144 metri, uguagliando il record del trampolino stabilito da Domen Prevc due stagioni or sono. Misura che però non gli ha permesso di effettuare la genuflessione, perdendo così preziosi punti nella componente stilistica e tenendo  così ancora aperta la competizione, con l’inseguitore più prossimo a poco più di tre lunghezze di distacco.

Nella seconda manche Kobayashi si è ripetuto ad altissimo livello, atterrando a 137 metri, questa volta con un buon telemark, infliggendo infine un distacco di quasi 10 punti agli avversari. Con il successo odierno il nipponico ha aggiunto un altro tassello ad un rullino di marcia finora impressionante: 4 vittorie, 2 terzi posti e un settimo posto (quello di ieri). Si presenterà così alla Tournée dei quattro trampolini come uno degli assoluti favoriti, vista la qualità tecnica messa in mostra in questa prima parte di stagione.

Piazza d’onore per un altro atleta che ha iniziato alla grande l’inverno, ma a cui manca solamente la vittoria. Piotr Zyla infatti ha dimostrato una costanza davvero notevole, basti pensare che il peggior risultato in stagione sia un 6° posto e abbia finora archiviato 5 podi. Terzo a metà gara praticamente appaiato con il connazionale Kamil Stoch, è riuscito a scavalcare il coetaneo andando a raggiungere 135 m, mentre l’avversario e amico non è andato oltre i 131 m. Va però detto che Stoch ha incontrato una raffica di vento che non gli ha lasciato scampo, facendogli perdere repentinamente quota nel finale.

Quarta moneta per il vincitore di ieri Karl Geiger, a sua volta autore di una prova regale che non lo ha portato lontano dal podio, infine distante meno di un punto. Alla giornata positiva della Polonia si è aggiunto il risultato di peso di Dawid Kubacki, 5° ad appena un decimo dal tedesco, suo miglior risultato questo inverno.

Dopo la delusione patita ieri per non essere entrato in zona punti, Markus Eisenbichler si è riscattato pienamente oggi chiudendo in 6^ piazza, dimostrando con il secondo salto di essere perfettamente in grado di poter lottare per il podio. Anche il norvegese Robert Johansson è tornato nella zona di classifica che più gli compete andando a chiudere 7°, davanti al russo Evgeniy Klimov (8°) in netta ripresa dopo il weekend buio avuto a Ruka. La top ten è stata infine chiusa dal ritrovato Roman Koudelka e dal sempre più convincente Antti Aalto.

Antipasto alla Tournée un po’ amaro per la squadra austriaca, che oggi ha raccolto punti con il solo Stefan Kraft (12°), mentre addirittura Daniel Huber non è riuscito a superare lo scoglio della qualificazione dopo aver trovato il podio ventiquattr’ore fa. Anche la Slovenia è rimasta fuori dalle posizioni che contano, ma dopo la lunga assenza per infortunio sta ritrovando Peter Prevc (16°).

Primi punti stagionali per due veterani come Simon Ammann (29°) e Noriaki Kasai (30°), mentre l’azzurro Alex Insam e il tedesco Severin Freund non sono riusciti a qualificarsi per il secondo segmento di gara.

In classifica generale il pettorale giallo Kobayashi ha nuovamente allungato portandosi a 556 punti, sempre inseguito dal duo polacco Zyla (445) e Stoch (365).

Ora è tempo di una breve pausa natalizia, dopodiché scatterà la 67^ edizione della Tournée dei quattro trampolini. Come da tradizione si partirà da Oberstdorf, con la qualificazione il 29 dicembre e la gara il 30.

ENGELBERG II – HS 140
1. KOBAYASHI Ryoyu (JPN) 294.4
2. ZYLA Piotr (POL) 285.1
3. STOCH Kamil (POL) 279.5
4. GEIGER Karl (GER) 278.6
5. KUBACKI Dawid (POL) 278.5
6. EISENBICHLER Markus (GER) 276.9
7. JOHANSSON Robert (NOR) 276.8
8. KLIMOV Evgeniy (RUS) 275.7
9. KOUDELKA Roman (CZE) 272.8
10. AALTO Antti (FIN) 270.5
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: