Combinata | giovedì 20 dicembre 2018

La Coppa del Mondo di combinata nordica fa tappa nella "tonnara" di Ramsau

La Coppa del Mondo di combinata nordica torna in azione dopo due weekend buchi. Il massimo circuito andrà in scena Ramsau (Austria), dove si disputeranno le ultime competizioni dell’anno solare 2018.

Pentaphoto

Pentaphoto

La Coppa del Mondo di combinata nordica torna in azione dopo due weekend buchi. Il massimo circuito andrà in scena Ramsau (Austria), dove si disputeranno le ultime competizioni dell’anno solare 2018.

La località della Stiria ha fatto il suo ingresso in calendario nel 1998 e, dopo aver presenziato in maniera occasionale per diversi anni, è diventata un appuntamento fisso a partire dal 2005.

L’impianto del distretto di Liezen ha la particolarità di avere uno dei trampolini più piccoli in assoluto su cui si gareggia in Coppa del Mondo. Per questa ragione i distacchi generati sono minimi e di conseguenza nei segmenti di fondo si formano autentici “serpentoni”, all’interno dei quali è possibile effettuare notevoli rimonte.

Sinora a Ramsau si sono disputate 29 competizioni individuali valevoli per la Sfera di cristallo, a cui si aggiungono le 2 dei Mondiali 1999, per un totale di 31 prove di primo livello. 

Sono 16 gli atleti a vantare almeno un successo. Quattro di essi sono stati capaci di imporsi in 4 occasioni. Si tratta di Björn Kircheisen (2007, 2007, 2008, 2009), Jason Lamy-Chappuis (2009, 2009, 2011, 2014) Magnus Moan (2005, 2006, 2012, 2015) ed Eric Frenzel (2013, 2015, 2016, 2017).

Sono in sei gli uomini in attività ad aver già primeggiato da queste parti. Ai già citati Moan e Frenzel si aggiungono Petter Tande (2005), Jan Schmid (2011), Johannes Rydzek (2016) e Fabian Rießle (2017).

In tema di nazioni, sul gradino più alto di Ramsau hanno sventolato sei diverse bandiere. Comanda la Norvegia con 11 vittorie. Tuttavia, grazie alla sequela di successi conquistati nell’ultimo triennio, la Germania si è pericolosamente avvicinata a quota 10. L'Austria padrona di casa e la Francia si attestano a 4, mentre si sono imposte 1 volta Stati Uniti e Finlandia.

Guardando ai podi, sono tredici i combinatisti in attività a essere già saliti sul podio nell’impianto della Stiria. La graduatoria è capitanata da Moan con 7.

7 – MOAN Magnus [NOR] (4-1-2)
6 – FRENZEL Eric [GER] (4-0-2)
6 – RIEßLE Fabian [GER] (1-3-2)
3 – SCHMID Jan [NOR] (1-0-2)
2 – RYDZEK Johannes [GER] (1-0-1)
2 – KROG Magnus [NOR] (0-2-0)
2 – RIIBER Jarl Magnus [NOR] (0-1-1)
2 – PITTIN Alessandro [ITA] (0-1-1)
1 – GRUBER Bernhard [AUT] (0-1-0)
1 – LAHEURTE Maxime [FRA] (0-0-1)
1 – FAIßT Manuel [GER] (0-0-1)
1 – GEIGER Vinzenz [GER] (0-0-1)
1 – HIRVONEN Eero [FIN] (0-0-1)

Il primo podio di Pittin è arrivato il 19 dicembre 2009, quando il carnico si piazzò terzo alle spalle di Jason Lamy-Chappuis e Tino Edelmann. Il secondo invece è datato 17 dicembre 2017, giorno in cui si classificò secondo dietro a Fabian Rießle

PALINSESTO TELEVISIVO EUROSPORT
22 dicembre: Gara Individuale I 10km/NH
11.45 Segmento Salto [Diretta] – 17.45 Segmento Fondo [Differita]

23 dicembre: Gara Individuale LH/10 km
10.30 Segmento salto [Diretta] – 12.30 Segmento Fondo [Diretta]

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: