Salto | venerdì 28 dicembre 2018

67^ VIERSCHANZENTOURNEE - Schattenbergschanze (Oberstdorf)

Eccezion fatta per la prima (1953) e per la ventesima edizione (1971-1972), Oberstdorf è sempre stata la tappa inaugurale della Vierschanzentournee. La manifestazione quindi prenderà il via sullo Schattenbergschanze per la sessantaquattresima volta.

67^ VIERSCHANZENTOURNEE - Schattenbergschanze (Oberstdorf)

STORIA
Il salto con gli sci viene praticato in questa località della Baviera posta proprio al confine con l’Austria sin dal 1909. Qualche anno dopo, nel 1925, venne edificato il primo trampolino artificiale ai piedi della “Montagna Ombrosa”, appunto la Schattenberg, da cui la costruzione prende il nome.

La struttura venne abbattuta nel corso della seconda guerra mondiale per poi essere ricostruita alla fine del conflitto, nel 1946.

L’impianto, rinnovato più volte nel corso dei decenni, ha resistito fino all’inizio del XXI secolo, quando si è deciso di demolirlo per fare spazio a un nuovo e più moderno trampolino in vista dei Campionati Mondiali del 2005.

L’attuale Schattenbergschanze (K125/HS137) è quindi stato eretto nel 2003 e da allora non ha più subito modifiche. Oggi fa parte di un complesso, l’Erdinger Arena, composto da cinque trampolini (HS137, HS106, HS60, HS30, HS20).
 

INCIDENZA SULLA TOURNEE
In 26 occasioni (39,4%) chi si è imposto sul trampolino dell’Allgäu si è poi aggiudicato il successo nella Tournèe, mentre in ben 56 casi (84,8%) la vittoria finale è andata a un atleta salito sul podio.

Questo significa che Oberstdorf è la tappa in cui chi va sul podio ha la più alta percentuale di successi nella classifica generale della Tournée.

La tendenza recente è ancor più accentuata rispetto ai numeri storici. Se guardiamo all’ultimo decennio chi ha primeggiato a Oberstdorf ha poi conquistato la Tournée in 5 occasioni (50%), mentre 10 volte su 10 (100%) il vincitore è stato uno degli atleti classificatisi nella top-three.


VINCITORI
Sinora 52 differenti saltatori in rappresentanza di 10 diversi movimenti hanno ottenuto almeno un successo in questa tappa.

I tedeschi Dieter Thoma (1988, 1989, 1996) e Martin Schmitt (1998, 1999, 2000) sono gli unici atleti ad aver vinto 3 volte.

Sono invece 11 gli uomini riusciti a bissare un’affermazione. Si tratta dei finlandesi Aulis Kallakorpi, Enjo Kirjonen e Janne Ahonen; degli austriaci Toni Innauer, Thomas Morgenstern, Gregor Schlierenzauer e Stefan Kraft; dei tedeschi Dieter Neuendorf, Jens Weißflog e Sven Hannawald; dello svizzero Simon Ammann.

Per la verità anche Ahonen si è imposto in tre occasioni, ma una di esse al di fuori del contesto della Tournée. Il sinivalkoinen ha infatti primeggiato nella gara dei Mondiali 2005.

Fra i saltatori in attività, sono in sei a essersi già fregiati di almeno successo sullo Schattenbergschanze:

2 – SCHLIERENZAUER Gregor [2006, 2011]
2 – AMMANN Simon (SUI) [2008, 2013]
2 – KRAFT Stefan (AUT) [2014, 2016]
1 – KOFLER Andreas (AUT) [2009]
1 – FREUND Severin (GER) [2015]
1 – STOCH Kamil (POL) [2017]

 

Il movimento più vincente in assoluto è quello tedesco, con ben 21 successi, divisi però tra Germania unificata (10), Germania Est (8) e Germania Ovest (3). Pertanto le bandiere che hanno svettato più volte sul pennone più alto sono quelle della Finlandia e dell’Austria, appaiate a 13 affermazioni. Va rimarcato come la nazione alpina abbia raccolto più della metà delle proprie vittorie proprio negli ultimi undici anni e abbia raggiunto quella nordica, al contrario in profonda crisi, proprio nella scorsa edizione.

A seguire la graduatoria completa:

21 – GERMANIA (10 GER + 8 DDR + 3 FRG)
13 – FINLANDIA
13 – AUSTRIA
10 – NORVEGIA
03 – UNIONE SOVIETICA (Tutti con saltatori russi)
02 – GIAPPONE
02 – SVIZZERA
01 – CANADA
01 – CECOSLOVCCHIA (Con saltatore ceco)
01 – POLONIA

Nonostante le gare disputate siano 66, sono accreditati 67 successi. Questo perché la competizione disputata il 31 dicembre 1955 è stata vinta ex-aequo dai finlandesi Aulis Kallakorpi ed Eino Kirjonen.

Come si può notare una nazione storicamente di primissimo piano quale la Slovenia non ha mai vinto, faticando addirittura a piazzare uomini sul podio. Il miglior risultato di uno sloveno è il secondo posto di Bozo Jemc nel 1961.

Per la verità sino a dodici mesi orsono anche la Polonia viveva la stessa situazione, ma Stoch ha spezzato il tabù.


SERIE
In 14 occasioni la stessa nazione è riuscita a realizzare doppietta piazzando due atleti nelle prime due posizioni. L’ultima nel 2014 quando gli austriaci Stefan Kraft e Michael Hayböck hanno chiuso rispettivamente primo e secondo.

In 3 casi è stato monopolizzato l’intero podio:

Il 30 dicembre 1954 dalla Finlandia.
 Aulis Kallakorpi precedette Hemmo Silvenoinen ed Eino Kirjonen, secondi ex-aequo.

Il 30 dicembre 1972 dalla Germania Est.
Rainer Schmidt vinse davanti a Hans-Georg Aschenbach e Henry Glaß.

Il 30 dicembre 2011 dall'Austria.
Gregor Schlierenzauer si impose su Andreas Kofler e Thomas Morgenstern.

La Germania detiene il primato di successi consecutivi, realizzato tra il dicembre 1998 e il dicembre 2002 dal binomio Schmitt-Hannawald, con un filotto vincente di 5 gare.

PODI
Finora 123 differenti saltatori, appartenenti a 13 diversi movimenti, sono saliti almeno una volta sul podio.

In ambito individuale nessuno può competere con Jens Weißflog e Andreas Goldberger, piazzatisi fra i primi tre in ben 6 occasioni. Va rimarcato come, curiosamente, l’austriaco non si sia mai imposto, essendosi classificato quattro volte secondo e due volte terzo.

Anche Janne Ahonen vanta 6 podi, ma uno di essi è arrivato al di fuori del contesto della Tournée, ovvero ai Mondiali del 2005.

Fra gli atleti in attività, questo è il bilancio dei podi sullo Schattenbergschanze:

2-2-0 (4) – SCHLIERENZAUER Gregor [2006, 2007, 2011, 2012]
2-0-1 (3) – AMMANN Simon (SUI) [2001°, 2008, 2013]
0-2-1 (3) – HAYBÖCK Michael (AUT) [2014, 2015, 2016]
0-1-2 (3) – KASAI Noriaki (JPN) [1992°, 1998°, 2000°]
0-0-3 (3) – PREVC Peter (SLO) [2013, 2014, 2015]
2-0-0 (2) – KRAFT Stefan (AUT) [2014, 2016]
1-1-0 (2) – KOFLER Andreas (AUT) [2009, 2011]
1-1-0 (2) – STOCH Kamil (POL) [2016, 2017]
1-0-1 (2) – FREUND Severin (GER) [2012, 2015]
0-1-0 (1) – FREITAG Richard (GER) [2017]
0-0-1 (1) – VASSILIEV Dimitry (RUS) [2008]
0-0-1 (1) – FETTNER Manuel (AUT) [2010]
0-0-1 (1) – KUBACKI Dawid (POL) [2017]

° Podio ottenuto sulla precedente versione del trampolino.

Grazie alla messe di risultati degli ultimi anni, l’Austria è recentemente diventata la nazione con più piazzamenti nelle prime tre posizioni, avendo conquistato 50 podi.
Questa la graduatoria completa:

50 – AUSTRIA
48 – GERMANIA (24 DDR + 14 GER + 10 FRG)
35 – FINLANDIA
24 – NORVEGIA
08 – GIAPPONE
08 – SVIZZERA
08 – POLONIA
07 – RUSSIA (6 URS + 1 RUS)
05 – REP.CECA (4 CEC + 1 CZE)
04 – SLOVENIA (1 YUG + 3 SLO)
02 – SVEZIA
01 – CANADA
01 – STATI UNITI 

RECORD
Il record ufficiale del trampolino è detenuto dal norvegese Sigurd Pettersen, atterrato a 143,5 metri (sei e mezzo oltre l'Hs) il 29 dicembre del 2003. Si tratta del primato più datato fra i quattro della Tournée.

 

PALINSESTO TELEVISIVO
(DIRETTA INTEGRALE SU EUROSPORT)

Sabato 29 dicembre, ore 16.15 – Qualificazione Oberstdorf
Domenica 30 dicembre, ore 16.15 – Gara Oberstdorf

CLICCA QUI PER LA START LIST DELLA QUALIFICAZIONE

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: