Sci di fondo | 06 gennaio 2019

Klæbo si difende sul Cermis e trionfa nel Tour de Ski 2019

Il norvegese conserva soli 16 secondi su Ustiugov, sufficienti comunque a garantirgli il successo. Terzo Krüger, De Fabiani nono

Klæbo si difende sul Cermis e trionfa nel Tour de Ski 2019

Vittoria con il brivido per Johannes Høsflot Klæbo nel Tour de Ski. Il norvegese, forte di un vantaggio di un minuto e venti nei confronti di Sergei Ustiugov, conserva soli sedici secondi, sufficienti comunque a garantirgli il primo successo in carriera nella manifestazione multistage più importante in calendario.

Dopo una prima parte di gara nella quale sostanzialmente il distacco non muta, sulle pendici più toste del Cermis Klæbo va in netta difficoltà. Il suo vantaggio si assottiglia di metro in metro, ma nonostante la maggior freschezza di Ustiugov, il norvegese resiste sin sul traguardo, andando a conquistare la vittoria numero 21 in gare individuali di primo livello. A questo punto a Klæbo manca soltanto l’oro mondiale per poter completare la collezione di successi nelle più importanti manifestazioni mondiali dello sci di fondo, il tutto a soli 22 anni.

Buona scalata per Sergei Ustiugov, che torna sul podio del Tour de Ski dopo la vittoria del 2017. Il russo fa venire qualche brivido di troppo a Klæbo, tuttavia paga la crisi patita nella tappa di ieri, dovendosi accontentare del secondo posto finale. Terzo è invece Simen Hegstad Krüger che, partito quinto, prima si fa riassorbire dal gruppo degli inseguitori, poi stacca tutti quando le pendenze si fanno più dure, andando a riprendere anche Alexander Bolshunov e salendo così sul podio finale.

Il miglior tempo di giornata lo ottiene però Sjur Røthe, partito sesto e alla fine quarto. Bolshunov paga le sue caratteristiche poco adatte alle salite più ripide accontentandosi del quinto posto davanti al connazionale Andrey Melnichenko, sempre nelle posizioni che contano nelle gare a tecnica libera. Settimo è un Martin Johnsrud Sundby lontano parente dal dominatore di qualche stagione fa, ottavo un Denis Spitsov dal quale ci si poteva attendere di più sul Cermis e decimo l’altro russo Andrey Larkov.

La top ten è completata da Francesco De Fabiani, nono. Il valdostano, partito quarto, non riesce a difendersi dal ritorno degli specialisti del Cermis, centrando comunque l’obiettivo che si era prefissato a inizio Tour de Ski, ovvero un piazzamento nella top ten. Non entrano in zona punti invece Stefano Gardener trentaquattresimo e Giandomenico Salvadori trentacinquesimo. Non partito Dietmar Nöckler.

Per quanto riguarda la classifica di tappa, come accennato la vittoria va a Sjur Røthe, che sale a 4 vittorie individuali in gare di primo livello, 3 ottenute soltanto in questa stagione. Secondo posto per Krüger e terzo per Melnichenko.

Rivoluzione nella classifica generale di Coppa del Mondo: Klæbo prende la leadership con 934 punti contro i 750 di Bolshunov e i 674 di Røthe. La stagione è ancora lunga e tutto è ancora da decidersi.

TOUR DE SKI MASCHILE 2019 – CLASSIFICA FINALE
1. KLÆBO Johannes Høsflot (NOR)
2. USTIUGOV Sergei (RUS)
3. KRÜGER Simen Hegstad (NOR)
4. RØTHE Sjur (NOR)
5. BOLSHUNOV Alexander (RUS)

Clicca qui per la classifica completa

Jacopo Barbieri

Ti potrebbero interessare anche: