Sci di fondo | 07 gennaio 2019

Fondo - La classifica della Coppa del Mondo maschile: comanda Klæbo, De Fabiani undicesimo

La FIS ha stilato una classifica sbagliata della Coppa del Mondo: eccola riveduta e corretta da noi; il norvegese ha 184 punti di vantaggio su Bolshunov

Fondo - La classifica della Coppa del Mondo maschile: comanda Klæbo, De Fabiani undicesimo

Il Tour de Ski, come da tradizione, ha dato un importante scossone anche alla classifica generale della Coppa del Mondo maschile. Purtroppo il sito della FIS ha riportato una classifica sbagliata, assegnando agli atleti i punteggi finali per il Tour, tenendo in considerazione però la classifica ufficiale alla vigilia dell’ultima tappa. Per esempio sul sito della FIS Francesco De Fabiani occupa la sesta posizione perché gli vengono assegnati 200 punti, come se avesse chiuso al quarto posto, quando in realtà ne ha presi 116 per la nona posizione finale. È stato lo stesso valdostano dell’Esercito a segnalare l’errore attraverso i propri social: “A causa di un errore nell’aggiornamento delle classifiche di Coppa del Mondo, vi comunico che la mia posizione è l’undicesima anziché la sesta”.

Discorso simile per Bolshunov, al quale la FIS sul sito ufficiale ha assegnato 60 punti in più. Quindi il russo, anziché 810 punti, ne ha 750, quindi è al momento staccato di 184 lunghezze da Klæbo, ora nettamente in testa alla classifica. Il norvegese deve ringraziare quindi anche i suoi connazionali Roethe e Krueger, che scavalcando Bolshunov l’hanno costretto alla quinta piazza. In terza posizione della classifica generale è Roethe, che ha 674 punti, mentre Krueger è quarto a 577 punti. Molto particolare il caso di Dario Cologna, al quale la FIS ha assegnato 88 punti considerandolo al 12° posto del Tour de Ski. Lo svizzero però non ha partecipato all’ultima tappa, quindi nella classifica generale di Coppa del Mondo occupa in realtà la 27ª posizione.

Tornando alla realtà, un grande salto in classifica l'ha compiuto Ustiugov, attualmente in quinta piazza con 554 punti. L’Italia, oltre a De Fabiani undicesimo, ha anche Pellegrino in sedicesima piazza. La top ten è distante 207 punti.

CLASSIFICA GENERALE DOPO 17 EVENTI
1° J.H. Klæbo (NOR) 934
2° A. Bolshunov (RUS) 750
3° S. Roethe (NOR) 674
4° S.H. Krueger (NOR) 577
5° S. Ustiugov (RUS) 554
6° D. Toenseth (NOR) 537
7° M.J. Sundby (NOR) 494
8° C. Halfvarsson (SWE) 487
9° E. Iversen (NOR) 466
10° A. Melnichenko (RUS) 461
11° F. De Fabiani (ITA) 446
12° D. Spitsov (RUS) 371
12° A. Larkov (RUS) 371
14° H.C. Holund (NOR) 330
15° V. Thorn (SWE) 263
16° F. Pellegrino (ITA) 254
17° J.M. Gaillard (FRA) 246
18° A. Musgrave (GBR) 237
19° S.B. Skar (NOR) 231
20° F.H. Krogh (NOR) 214
21° E. Belov (RUS) 201
22° A. Harvey (CAN) 198
23° C. Parisse (FRA) 197
24° M. Vylegzhanin (RUS) 196
25° E. Brandsdal (NOR) 189
25° J. Lapierre (FRA) 189
27° D. Cologna (SUI) 187
28° F. Notz (GER) 167
29° M. Manificat (FRA) 164
30° L. Chanavat (FRA) 157

Gli altri italiani
76° D. Nöckler 18
83° E. Nizzi 11
93° M. Rastelli 5
102° S. Gardener 2
102° S. Zelger 2

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: