Salto | giovedì 10 gennaio 2019

In Val di Fiemme Ryoyu Kobayashi va alla caccia di due nuovi record

Archiviata la Tournée dei 4 trampolini, la Coppa del Mondo di salto con gli sci si sposta in Italia. Nel weekend il massimo circuito sarà infatti impegnato in Val di Fiemme, dove tutti i riflettori saranno puntati su Ryoyu Kobayashi.

In Val di Fiemme Ryoyu Kobayashi va alla caccia di due nuovi record

Tra il 1990 e il 2003 la Val di Fiemme ha ospitato con regolarità appuntamenti di primo livello, ma il suo inserimento nel calendario della Coppa del Mondo si è fatto decisamente più raro negli ultimi tre lustri. Lo dimostra il fatto che il circuito torni in Trentino per la prima volta dopo 6 anni. Comunque sia, Predazzo è stata teatro di ben tre edizioni dei Mondiali in meno di un quarto di secolo (1991, 2003, 2013). 

Il ritorno del comprensorio trentino è benedetto dalla possibilità di Ryoyu Kobayashi, fresco trionfatore nella Tournèe dei 4 trampolini, di abbattere due record.

Il ventiduenne nipponico è diventato il più giovane atleta della storia a realizzare il Grande Slam nella mitica Vierschanzentournee. Inoltre a Engelberg ha anche vinto l’ultima gara disputata prima di Natale. In altre parole vanta una striscia aperta di 5 successi consecutivi.

Guardando in Coppa del Mondo, il record assoluto è di 6 affermazioni di fila, ottenute nel corso degli anni da Janne Ahonen (2004-’05), Matti Hautamäki (2004-’05), Thomas Morgenstern (2007-’08) e Gregor Schlierenzauer (2008-’09).

Vincesse sabato, eguaglierebbe dunque un primato, che potrebbe stabilire in solitudine se dovesse imporsi anche domenica. Nel secondo caso appaierebbe peraltro Simon Ammann, a oggi unico uomo capace di conquistare 7 gare di primo livello consecutive. Infatti nell’inverno 2009-’10 l’elvetico vinse entrambe le competizioni olimpiche, le ultime quattro gare di Coppa del Mondo, nonché l’oro iridato di volo.   

Sinora in Val di Fiemme si sono disputate 22 gare di primo livello. Di queste, 15 sono andate in scena sul trampolino grande dello Stadio del salto Giuseppe Dal Ben, dove gli atleti si confronteranno nel weekend. L’impianto venne costruito alla fine degli anni ‘80, venendo poi ammodernato all’inizio del XXI secolo.

Sono dieci i saltatori ad aver già primeggiato sul Large Hill. Fra di essi spicca Adam Malysz, unico uomo capace di imporsi in 3 occasioni (2001, 2001, oro iridato 2003). Il polacco può peraltro fregiarsi anche del titolo mondiale 2003 su trampolino piccolo, per un totale di 4 affermazioni in Trentino.

Sono invece tre gli uomini in attività ad aver già vinto a Predazzo. Si tratta di Kamil Stoch (2 volte: 2012, oro iridato 2013), Noriaki Kasai (1993) e Gregor Schlierenzauer (2012).

Guardando alle nazioni, sono otto quelle a essersi già imposte sul Large Hill della Val di Fiemme. Comanda la Polonia con 5 vittorie. L’Austria ne ha invece conquistate 3. Sono 2 i successi della Norvegia. Hanno invece festeggiato 1 volta Repubblica Ceca, Slovenia, Giappone, Finlandia e Germania.

Il successo della Repubblica Ceca e quello della Slovenia sono arrivati rispettivamente come Cecoslovacchia e Yugoslavia.

Per quanto riguarda i podi, sono sei gli uomini in attività a essere già entrati nella top-three in competizioni disputate sul Large Hill. La lista è capitanata da Noriaki Kasai, con 3.

3 – KASAI Noriaki [JPN] (1-0-2)
2 – STOCH Kamil [POL] (2-0-0)
2 – SCHLIERENZAUER Gregor [AUT] (1-1-0)
2 – AMMANN Simon [SUI] (0-1-1)
1 – FREUND Severin [GER] (0-1-0)
1 – PREVC Peter [SLO] (0-1-0)

Schlierenzauer vanta anche un argento iridato su Normal Hill, dove Peter Prevc e Noriaki Kasai hanno a loro volta conquistato un bronzo.

PALINSESTO TELEVISIVO
Venerdì 11 – Qualificazione Gara I, ore 17.45 (Diretta Eurosport)
Sabato 12 – Gara I, ore 16.00 (Diretta Eurosport 2)
Domenica 13 – Gara II, ore 16.45 (Diretta Eurosport)

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: