Sport vari | giovedì 10 gennaio 2019

La Coppa Italia, non solo una consolazione

La Coppa Italia, non solo una consolazione

"Curva nord" by Oscar (CC BY 2.0)

Per alcuni è una coppetta, per altri invece rappresenta un grande stimolo. La Coppa Italia, che quest'anno è arrivata alla sua edizione numero 72, è un trofeo che ogni anno presenta diverse dinamiche e sorprese. Questo perché vi sono sempre squadre meno attrezzate che provengono da serie inferiori che finiscono per sorprendere le avversarie più quotate grazie a delle prestazioni intense e con una dedizione enorme. In molti a Milano, sponda Inter, ricorderanno quando nell'edizione scorsa il Pordenone, squadra di Lega Pro, veniva sconfitto dai nerazzurri solamente ai calci di rigore dopo una partita strepitosa in quel di San Siro, dove i tifosi della Curva Nord furono testimoni di una fantastica prestazione da parte dei friulani. Questa coppa, dunque, porta con sé una serie di storie emozionanti ed entusiasmanti, dato che è praticamente la principale livella del calcio nostrano, ultimamente troppo ingolfato dal dominio assoluto di una Juventus che punta all'ottavo Scudetto consecutivo.

Proprio durante la sosta del campionato prevista per le prime tre settimane di gennaio, ripartirà la Coppa Italia 2018-19, che è già arrivata agli ottavi di finale, la prima grande scrematura. Le squadre più forti del campionato, infatti, inizieranno a giocare soltanto adesso, per via di un regolamento ormai consolidato. Chi ama scommettere online su bet365 sa già che la Juventus è la principale favorita anche in questa competizione, sebbene quest'anno i bianconeri siano molto concentrati sul grande obiettivo che è la Champions League. I campioni in carica affronteranno il Bologna in quello che non sarà un incontro semplice sulla carta, niente a che vedere, ad esempio, con quanto aspetta la Roma, che ospiterà all'Olimpico la Virtus Entella in una partita che per i liguri sarà assolutamente da ricordare, vada come vada. La formazione allenata da Roberto Boscaglia è sicuramente la più entusiasta del tabellone degli ottavi di finale e le prospettive di poter migliorare quanto fatto l'anno scorso dal Pordenone danno maggior romanticismo a una sfida che sembra chiusa in partenza, almeno sulla carta.

Le altre sfide sembrano essere tutte più o meno equilibrate, eccezion fatta per Lazio - Novara e Inter - Benevento, dove le due squadre che l'anno scorso si sono giocate l'accesso alla Champions League nell'ultima giornata hanno tutti i favori del pronostico. Bisognerà anche vedere quali formazioni andranno in campo, dato che la sosta di gennaio ha permesso a molte squadre di ricaricare le batterie e di poter prendere fiato. Chissà, magari anche una squadra come la Juventus eviterà di avere un turnover troppo alto e prenderà l'impegno della coppa come un test importante a livello psicofisico. Le ambizioni in questo torneo sono sempre distinte, soprattutto se si parla di uno stage come quello degli ottavi, nel quale le motivazioni non sono mai al massimo. Ciò che è certo è che una squadra come il Milan, già fuori dall'Europa League, potrebbe essere la più motivata di tutte alla vittoria di questo trofeo. La Coppa Italia, infatti, non è soltanto una consolazione, ma un torneo che aiuta a vincere in futuro.

Ti potrebbero interessare anche: