Combinata | 12 gennaio 2019

Combinata Nordica: Alessandro Pittin e Samuel Costa soddisfatti della propria prestazione

Gli azzurri hanno chiuso al quarto posto; Pittin: "Abbiamo fatto il massimo e saltato bene"

Alessandro Pittin (foto Michele Dardanelli)

Alessandro Pittin (foto Michele Dardanelli)

Speravano di tornare sul podio della team sprint, come avevano fatto proprio l'ultima volta che avevano gareggiato insieme in Val di Fiemme. Alessandro Pittin e Samuel Costa puntavano a un bel risultato, in particolare dopo una prestazione nel salto molto positiva, che li aveva lanciati in quinta piazza. Nel segmento di fondo, però, i ritmi sono stati subito altissimi, i due azzurri si sono battuti, recuperando una posizione e giungendo quarti, senza però riuscire a compiere l'impresa di salire anche sul podio.

A Newpower, al termine della gara, Alessandro Pittin ha descritto il segmento di fondo: «È stata una gara molto dura, speravo che i tedeschi non partissero così forte, magari sarei riuscito a recuperarli. Invece sono subito andati a tutta e già dal secondo cambio avevo capito che sarebbe stata dura, ci avevano distaccati troppo per riuscire a recuperare. Abbiamo fatto il meglio che potevamo entrambi, ma è difficile recuperare da soli un gruppo di tre persone che si davano man forte a vicenda».

La bella prova nella team sprint, in particolare sul trampolino, ha messo fiducia al friulano in vista dell'individuale di domani: «Spero di saltare come oggi - ha ammesso Pittin - sono riuscito a riproporre un salto al livello di quelli fatti in allenamento anche in gara, spero di posizionarmi tra i primi dieci, ma sarà il risultato a parlare. Per me è importante partire con un buon salto, non conta tanto il piazzamento ma il distacco. Il salto di oggi, infatti, non mi aveva fatto raggiungere una posizione tra i primi ma ho ottenuto un buon distacco, che mi ha permesso di fare una buona gara».

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Samuel Costa, soddisfatto della sua prova: «Oggi, secondo me, il salto è andato molto bene e anche sul segmento di fondo è stata una bellissima gara. Nel quarto e quinto giro ho cercato di dare il massimo ma purtroppo davanti c’erano tre atleti che avevano vinto le Olimpiadi, quindi è stato difficile stargli dietro soprattutto a causa dei problemi di salute dell’estate scorsa. Nonostante ciò, il quarto posto mi dà tanta fiducia per il futuro. Il risultato di domani non sarà così importante, spero di riuscire a fare un bel salto e a sciare bene come ho fatto oggi».  

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: