Sci alpinismo | 21 gennaio 2019

Sci Alpinismo - Michele Boscacci: "Sono felice di aver confermato la mia ottima condizione di forma"

L'azzurro si è imposto nell'individual: "Sapevo di stare bene ma ero un po' deluso per la sprint; ieri però sono partito aggressivo e convinto, vincendo con un buon margine di vantaggio"

Sci Alpinismo - Michele Boscacci: "Sono felice di aver confermato la mia ottima condizione di forma"

È iniziata in un modo molto positivo per l’Italia la Coppa del Mondo di sci alpinismo 2018/19, soprattutto in campo maschile dove sono arrivate le vittorie di Robert Antonioli nella sprint e Michele Boscacci nell’individuale.

Quest’ultimo si è presentato a Bischofshofen, nella tappa d'apertura della Coppa del Mondo dopo tanti successi ottenuti nel corso della gare di inizio stagione, ma era rimasto un po’ deluso dall’ottavo posto nella sprint di venerdì. Per questo motivo Boscacci è particolarmente contento della vittoria ottenuta ieri: «Quella di ieri è stata una bella giornata per me – ha affermato il vincitore dell’ultima Coppa del Mondo, contattato da Fondoitaliasono riuscito a dimostrare la mia ottima condizione di forma. Sapevo di stare bene dopo i risultati ottenuti nelle gare di inizio stagione, compresa la vittoria della settimana scorsa ottenuta sempre in Austria. Per questo motivo ero rimasto deluso dal risultato di venerdì nella sprint, anche se probabilmente si trattava di un tracciato poco adatto alle mie caratteristiche e quindi non sono riuscito ad esprimermi. Nell’individuale, invece, sono partito subito aggressivo e molto convinto. Si gareggiava su un circuito da due giri, nel primo ero in testa con lo svizzero Werner Marti. Al giro di boa ho giocato tutte le mie carte, ho preso il comando delle operazioni cercando di avvantaggiarmi sulla salita più lunga, per poi provare ad amministrare quanto avevo guadagnato in discesa, per concludere vincendo la gara con un buon margine senza troppi rischi ed errori. Ce l'ho fatta e sono contento».

Da uomo squadra, però, Boscacci è anche felice della prestazione dei suoi compagni: «Sono felice per il mio compagno Robert Antonioli, che con un grande finale ha scavalcato Marti chiudendo al secondo posto. Abbiamo dimostrato che noi italiani ci siamo, perché anche Nicolini e Maguet hanno chiuso in quarta e quinta piazza. Siamo una squadra veramente forte, perché è raro vedere una nazione piazzare quattro atleti nelle prime cinque posizioni, soprattutto alla prima stagionale con tutti i big presenti e agguerriti».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: