Sci di fondo | 25 gennaio 2019

Marcialonga: tutto pronto per la 46ª edizione, che andrà in diretta su Rai Sport

Domenica la gara da Moena a Cavalese; oggi la Marcialonga Baby per far divertire i bimbi in centro a Predazzo; diretta integrale su Rai Sport a partire dalle ore 7:40; lunedì differita su Eurosport 2

Marcialonga: tutto pronto per la 46ª edizione, che andrà in diretta su Rai Sport

Allacciate le cinture, il lungo viaggio di accompagnamento alla Marcialonga di Fiemme e Fassa di domenica è quasi terminato, culminando con la 46.a edizione di un evento senza tempo, premiato da una ‘maratona’ in diretta integrale sui canali Rai Sport e in streaming dalle ore 7:40 alle ore 11:15. Lunedì alle ore 17:30, invece, in differita su Eurosport 2, per fare il ‘bis’ delle gesta dei 7.500 fondisti tra campionissimi Visma Ski Classics, ‘bisonti’ e titolati personaggi del mondo dello sport come Jury Chechi, Paolo Bettini, Cristian Zorzi, Antonio Rossi e Francesco Toldo.

Oggi i primi a sgambettare sono stati i piccoli della Marcialonga Baby, a muovere i primi passi sulla neve in centro a Predazzo, mentre domani prenderà vita la Marcialonga Story (ore 9.30). Le iscrizioni alla passeggiata storica sulla neve sono già chiuse dopo aver raggiunto il numero massimo di 300 atleti, a dimostrazione di come il vintage “faccia tendenza”. Lo “Story Village” è invece una curiosa novità dove si potranno ammirare le collezioni Marcialonga (poster, annulli filatelici, spille), la mostra di sci Nynsen e il Registro degli sci d’epoca, rivivendo gli anni ’70 a Cavalese all’interno del villaggio storico. Alle ore 13 sarà la volta della benefica Marcialonga Stars al Centro del Fondo di Lago di Tesero, dove i volti noti dello spettacolo, dello sport e del giornalismo si uniranno per fare del bene, raccogliendo fondi per dare una mano alla LILT Trento - Lega Italiana Lotta ai Tumori - presieduta da Mario Cristofolini, uno dei fondatori della Marcialonga, il quale afferma che “la 19° edizione di Marcialonga Stars ricorderà Lorenzo Lucianer, noto volto della Rai trentina, con un premio lui dedicato al primo classificato nella categoria maschile sci di fondo”.

Confermata la presenza all’evento di numerosi volti noti: Marco Albarello, Antonio Molinari, Eleonora Strobbe, Paolo Bettini, Don Franco Torresani, Maria Canins, Renato Travaglia, Antonella Confortola, Franco Nones, Giorgio Vanzetta, Jonathan Wyatt, Maurizio Fondriest, Antonio Rossi, Cristian Zorzi, Gilberto Simoni, Claudia Paolazzi. Minimarcialonga e Marcialonga Young faranno il resto, regalando ad altri giovani la possibilità di poter esprimere tutta la propria abilità sugli sci stretti.

Domenica giornata clou con stand gastronomici, musica e intrattenimento in Piazza Verdi a Cavalese per tutta la giornata, aspettando l’arrivo dell’ultimo concorrente previsto in serata, dopo lo start degli atleti a partire dalle ore 8 (dieci minuti prima scatteranno le donne), concludendo in bellezza con il DJ Set di Cavalese alle ore 19.

In vista della 46.a edizione, il consiglio direttivo Marcialonga ha inoltre deciso di nominare “Senatori a vita” tutti i magnifici 10 concorrenti che hanno svolto tutte (o quasi) le edizioni della ski-marathon trentina. Una nomina che “recupererà” i due amici che la scorsa stagione non furono fortunati e che permetterà d’ora in poi ai 10 atleti di godersi la possibilità di partecipare o meno – a seconda delle condizioni – alle prossime edizioni con il titolo di “Senatore” in tasca.

Giovanni Mariani, Luigi Delvai, Aulo Avanzinelli, Luciano Bertocchi, Fabio Lunelli, Marco Aurelio Nones, Odillo Piotti, Ivo Andrich, Costantino Costantin e Armando Zambaldo rimarranno così Senatori indipendentemente dalla loro prossima partecipazione alla Marcialonga. Il comitato Marcialonga tesse le lodi di questi indomiti degli sci stretti che, nonostante l’età, continuano imperterriti a prepararsi per affrontare i fatidici 70 chilometri da Moena a Cavalese, rivolgendo loro un messaggio di stima e affetto: “Ci è sembrato che “l’obbligo” di partecipare potesse diventare per voi un assillo e che si potesse trasformare in una cosa non più piacevole, mentre in questo modo la vostra partecipazione potrà continuare a rimanere un divertimento”, ha affermato il presidente della Marcialonga Angelo Corradini.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche: