Combinata | 08 febbraio 2019

Continental Cup: assolo di Paul Gerstgraser nella prima Gundersen di Eisenerz

L’austriaco, praticamente escluso dalla rosa di atleti che parteciperanno ai Mondiali di Seefeld, è stato autore di una prova di forza in un contesto di gara non dissimile da quello iridato tirolese. Hanno completato il podio Philipp Orter e Lars Ivar Skaarset.

Credits photo: Michele Dardanelli

Credits photo: Michele Dardanelli

Dopo la cancellazione del Team Event ‘rivisitato’ di Klingenthal, la FIS ha deciso di recuperare la suddetta gara nel week-end che ci apprestiamo ad affrontare con l’ovvia anticipazione di un giorno dell’inizio delle ostilità in quel di Eisenerz. Quest’oggi la tappa austriaca della Continental Cup della combinata nordica è stata aperta con una classica Gundersen con un salto dal trampolino HS 109 e 10 chilometri di sci di fondo.

Sin dal segmento di gara disputato sul Normal Hill della località stiriana si è capito che la battaglia per i primi due posti era ridotta ai soli padroni di casa Paul Gerstgraser e Philipp Orter. Infatti i due austriaci hanno chiuso la prova di salto alla terza e quarta piazza parziale, distanti rispettivamente 23 e 37 secondi dal leader parziale Christian Deuschl, e con grande vantaggio sugli atleti che avrebbero potuto impensierirli nel fondo.

Nella seconda parte della competizione il salisburghese ed il carinziano hanno realizzato due prove in parallelo, andando a riprendere prima Sindre Ure Soetvik - secondo dopo il salto – e poi Deuschl, per proseguire la loro fatica in solitudine fin sulla linea del traguardo. È giunto infine vincitore Gerstgraser con un vantaggio di 23’’ abbondanti su Orter: per entrambi è un podio amaro in quanto sono già stati esclusi di fatto dalla rosa dei sei rappresentanti Rot-Weiss-Rot per gli imminenti Mondiali di Seefeld.

Alle spalle del duo austriaco è stata più accesa la contesa per la terza posizione: col passare dei chilometri Vid Vrhovnik, Lars Ivar Skaarset ed Harald Johnas Riiber (al via tutti distanti nell’ordine del minuto dal pettorale numero uno) hanno riassorbito Deuschl e Soetvik, col tirolese – infine ottavo - che non è riuscito a rimanere a contatto con questo gruppetto; nel finale i norvegesi sono riusciti ad avere la meglio sullo sloveno, con Skaarset – terzo - che allo sprint è riuscito a battere il più navigato dei fratelli Riiber (4°), Soetvik (5°) e Vrhovnik (6°).

Il contingente scandinavo volato in Austria è forte anche dei fratelli Skoglund, protagonisti dell’ultima edizione dei Mondiali Juniores di Lahti: quest’oggi i combinatisti di Molde non hanno passato una giornata positiva sul trampolino, con Aleksander che ha chiuso 11° e Andreas 19°, dopo un buon segmento sugli sci stretti per il più giovane e quotato dei due. Discorso analogo a questi anche per il tedesco Jakob Lange, infine 15°.

Leitmotiv di gara identico anche per il gardenese Lukas Runggaldier: il veterano azzurro ha rimontato dalla 44^ piazza dopo il salto fino alla 13^ finale in virtù del secondo tempo assoluto nel fondo. Più attardati sono arrivati gli altri italiani, con Manuel Maierhofer 28°, Denis Parolari 39° e Luca Gianmoena 41°.

Nella giornata di domani ad Eisenerz si terrà il secondo Team Event ‘rivisitato’ di questa stagione nonché della storia della disciplina, mentre domenica si bisserà la Gundersen odierna.

COC EISENERZ I – GUNDERSEN HS 109 / 10 KM

1. GERSTGRASER Paul (AUT) 24’21’’5
2. ORTER Philipp (AUT) a 23’’1
3. SKAARSET Lars Ivar (NOR) a 1’06’’0
4. RIIBER Harald Johnas (NOR) a 1’08’’7
5. SOETVIK Sindre Ure (NOR) a 1’08’’8
6. VRHOVNIK Vid (SLO) a 1’10’’9

Clicca qui per i risultati completi.

Michele Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: