Combinata | 09 febbraio 2019

Ilkka Herola ed Eero Hirvonen riportano la Finlandia al successo nella team sprint di Lahti

I padroni di casa si sono imposti in volata dopo una grandissima rimonta. Seconda la Norvegia I, mentre è terza l’Austria I che ha tratto beneficio dalla caduta di Norvegia II e Giappone I. Ottimo recupero anche per Italia I, infine 7^

Ilkka Herola ed Eero Hirvonen riportano la Finlandia al successo nella team sprint di Lahti

Questo pomeriggio è andata in scena sul large hill Salpausselkä di Lahti la seconda team sprint dell’inverno per la Coppa del Mondo di combinata nordica. Nonostante le pesanti assenze, soprattutto dei migliori tedeschi, abbiamo assistito ad una competizione avvincente, dove non sono mancati spettacolo e colpi di scena. Hanno infine festeggiato il successo i padroni di casa Ilkka Herola ed Eero Hirvonen, che con una grandissima rimonta hanno riportato la Finlandia sul gradino più alto del podio.

Scattati con quasi un minuto e mezzo di svantaggio rispetto all’Austria I, i due finnici hanno da subito tenuto un ritmo altissimo e in compagnia delle due squadre norvegesi hanno man mano ridotto il gap dalla testa della corsa, costituita proprio dagli austriaci e dai due team giapponesi. A due tornate dalla conclusione è avvenuto il ricongiungimento e il sestetto ha proceduto compatto fino all’ultimo chilometro.

Primo ad alzare bandiera bianca è stato Go Yamamoto, non riuscito a sostenere l’aumento di passo di Magnus Krog, al quale è rimasto in scia il compagno di squadra Jørgen Graabak, il finlandese Hirvonen e il nipponico Akito Watabe, mentre ha iniziato a perdere qualche metro Mario Seidl. È infine risultata decisiva la volata, con i due norge andati ad imboccare in testa il curvone finale. Il finnico è stato bravo ad inserirsi passando all’interno, mentre il giapponese ha provato ad affiancare gli avversari esternamente. Sul rettilineo finale Hirvonen non ha avuto rivali ed è andato a superare tutti gli avversari tagliando il traguardo per primo.

Oltre allo sprint vincente del ventitreenne di stanza a Jyväskylä, è stato fondamentale il contributo di Herola, che si è sobbarcato l’inseguimento nelle frazioni dispari senza aver compagni di avventura in grado di dargli un cambio. In terra natia la Finlandia è così ritornata al successo per la prima volta in questo format dopo quello ottenuto da Hannu Manninen e Anssi Koivuranta nella prima prova della storia, andata in scena nel 2007 a Ruhpolding.

Alle spalle del padrone di casa i due norvegesi sembravano lanciati verso la conquista dei rimanenti gradini del podio, dal momento che Watabe si trovava alle loro spalle e mancava lo spazio nel quale riuscire ad inserirsi. Il nipponico ha comunque tentato di passare tra i due, ma è avvenuto un contatto con Krog con una conseguente rovinosa caduta. Evitato il capitombolo, Graabak ha portato Norvegia I alla piazza d’onore, mentre Austria I si è attestata in terza posizione nonostante fosse ampiamente staccata. Beffata così Norvegia II, che ha concluso 4^, davanti a Giappone I, infine squalificato a causa dell'irregolarità. In questo modo è stato Giappone II a classificarsi infine 5°.

Dietro al sestetto è giunto all’arrivo Alessandro Pittin, in coppia con Aaron Kostner per Italia I. Gli azzurri, partiti in wave start, hanno recuperato tantissimo terreno e posizioni sugli sci stretti ed infine sono stati scavalcati solo da Austria II (Johannes Lamparter – Bernhard Gruber), terminando così in 7^ piazza. Buona prestazione nel fondo anche per il secondo team italiano, composto da Raffaele Buzzi e Samuel Costa, che hanno raccolto la 13^ moneta. Germania fuori dalla top ten (11^ e 14^), ma va ricordato come abbia schierato quattro seconde linee.

Il weekend si concluderà domani con una gundersen: il salto è previsto per le ore 11.30, seguito dal fondo alle ore 15.40.

LAHTI – TEAM SPRINT
1. FINLANDIA I (Herola, Hirvonen) 29’14’’6
2. NORVEGIA I (Bjørnstad, Graabak) a 0’’2
3. AUSTRIA I (Denifl, Seidl) a 3’’5
4. NORVEGIA II (Andersen, Krog) a 6’’0
5. GIAPPONE II (Nagai, Yamamoto) a 30’’4
6. AUSTRIA II (Lamparter, Gruber) a 1’06’’5
7. ITALIA I (Kostner, Pittin) a 1’16’’8
8. FINLANDIA II (Mutru, Mäkiaho) a 1’19’’0
9. FRANCIA I (Gerard, Laheurte) a 1’20’’0
10. FRANCIA II (Braud, Muhlethaler) a 1’50’’8
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: