Combinata | 10 febbraio 2019

Continental Cup: Paul Gerstgraser completa un week-end impeccabile ad Eisenerz

Dopo aver trascinato la propria squadra alla vittoria nel Team Event ‘rivisitato’ disputato sabato, l’austriaco oggi ha bissato il successo di venerdì. Ancora secondo e terzo posto rispettivamente per Philipp Orter e Lars Ivar Skaarset.

Credits photo: Michele Dardanelli

Credits photo: Michele Dardanelli

Dopo il periodo di gennaio della Continental Cup della combinata nordica targato Norvegia, in concomitanza con la tappa di casa, quello di febbraio si è aperto all’insegna dell’Austria, o meglio di Paul Gerstgraser: successivamente alla prova convincente di venerdì, il salisburghese è stato l’MVP anche nelle competizioni di ieri ed oggi di Eisenerz.

Nel Team Event ‘rivisitato’ si è capito fin dal segmento di salto che sarebbe stata una partita  a due per il successo, con la Norvegia (Simen Tiller, Harald Johnas Riiber, Sindre Ure Soetvik e Lars Ivar Skaarset) che ha fatto segnare il miglior punteggio di poco davanti all’Austria (Philipp Orter, Christian Deuschl, Florian Dagn e Paul Gerstgraser), mentre tutte le altre formazioni hanno già accusato notevoli distacchi.

Nel fondo gli scandinavi sono partiti con 13’’ di margine sui padroni di casa, già azzerati nella prima frazione da Orter nei confronti di Tiller; nei duelli su distanza abbreviata Deuschl-Riiber e Dagn-Soetvik – ognuno di appena 2.5 chilometri – è emerso un sostanziale ex-aequo, dunque tutto si è deciso nell’ultima frazione; nei 5 chilometri conclusivi Skaarset ha alzato da subito bandiera bianca nei confronti di Gerstgraser, così il ventitreenne Rot-Weiss-Rot ha portato in trionfo l’Austria con 25’’ di vantaggio sulla Norvegia.

Per la cronaca il terzo gradino del podio è stato conquistato dalla Germania (Justin Moczarski, Jonas Maier, Jonas Welde e Jakob Lange) - seppur  staccata di quasi un minuto e mezzo dalla testa - che nel finale ha avuto la meglio sulla Slovenia. Anche l’Italia (Manuel Maierhofer, Luca Gianmoena, Lukas Runggaldier e Denis Parolari) ha preso parte alla prova a squadre, chiudendo al sesto posto.

EISENERZ II – TEAM EVENT HS 109 / 5-2.5-2.5-5 KM

1. AUSTRIA (Orter P., Deuschl C., Dagn F., Gerstgraser P.) 33’18’’3
2. NORVEGIA (Tiller S., Riiber H. J., Soetvik S. U., Skaarset L. I.) a 25’’0
3. GERMANIA (Moczarski J., Maier J., Welde J., Lange J.) a 1’28’’1

Clicca qui per i risultati completi.

Per la ben più interessante Gundersen odierna, in mattinata è stato impossibile saltare sul Normal Hill stiriano a causa delle mutevoli condizioni del vento. Tuttavia è stato possibile gareggiare ugualmente grazie al Provisional Competizion Round tenutosi venerdì: in quell’occasione il miglior punteggio l’aveva fatto segnare Christian Deuschl in un sostanziale pari merito con Sindre Ure Soetvik, ma non distante si era espresso Paul Gerstgraser, accumulante un ritardo di 38’’ ed appena preceduto anche da Harald Johnas  Riiber.

Quindi, al via del segmento sugli sci stretti, è  stato lampante che il salisburghese aveva la ghiotta occasione di bissare il successo di venerdì, anche perché i temibili rivali fondisti partivano ben più attardati: Gerstgraser ha confermato il pronostico senza nemmeno doversi dannare l’anima, riprendendo in scioltezza dapprima Riiber e successivamente il duo Deuschl-Soetvik, per poi staccare tutti semplicemente col suo passo, andando in solitaria alla vittoria di giornata.

I compagni di avventura di Gerstgraser, perse le sue code degli sci, sono naufragati in classifica: dalle retrovie, infatti, Philipp Orter si è reso protagonista di una buona rimonta - col sostegno di Vid Vrhovnik e Lars Ivar Skaarset – che l’ha condotto nuovamente alla piazza d’onore. Il terzo gradino del podio è stato ancora una volta appannaggio del ventenne norvegese che è così andato a completare la top-three identica a quella di gara I.

Da segnalare una nuova performance monstre nel fondo da parte di Jakob Lange che ha inflitto 50’’ al secondo migliore di giornata. Il tedesco è così approdato  al quarto posto finale, precedendo nettamente Vrhovnik e Riiber.

Tra gli azzurri presenti ad Eisenerz ha ancora marcato punti Manuel Maierhofer (21°), mentre più attardati si sono attestati Denis Parolari (39°) e Luca Gianmoena (40°). Visto l’ampio divario portato in dote dal PCR, Lukas Runggaldier ha disertato la prova odierna.

La Coppa Continentale della combinata nordica si sposta ora a Rena (Norvegia), dove il prossimo week-end sono in programma due classiche Gundersen, decisive nell’assegnazione dei pettorali supplementari per l’ultimo periodo della Coppa del Mondo. In Scandinavia torneranno in azione anche le donne.

EISENERZ III – GUNDERSEN HS 109 / 10 KM

1.  GERSTGRASER Paul (AUT) 23’57’’4
2. ORTER Philipp (AUT) a 22’’7
3. SKAARSET Lars Ivar (NOR) a 30’’7
4. LANGE Jakob (GER) a 36’’0
5. VRHOVNIK Vid (SLO) a 43’’1
6. RIIBER Harald Johnas (NOR) a 48’’2

Clicca qui per I risultati completi.

Michele Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: