Coppa del Mondo / Grand Prix | 16 febbraio 2019

Salto - Karl Geiger vince in rimonta gara 1 a Willingen

Il tedesco sfrutta al meglio una finestra di vento favorevole, regolando Kamil Stoch (secondo) e Ryoyu Kobayashi (terzo). Ancora una volta, invece, quarto Piotr Zyla, mentre Markus Eisenbichler, vincitore della qualificazione e favorito della vigilia, non passa il taglio

Credits photo: Michele Dardanelli

Credits photo: Michele Dardanelli

Nel pomeriggio odierno, a Willingen, è andata in scena la prima competizione individuale del weekend in Assia, valida anche come "seconda tappa" del Willingen 5, ovvero una classifica sul modello della Tournée dei 4 trampolini che tiene conto dei punteggi raccolti tra la qualificazione del venerdì e le due gare individuali previste tra sabato e domenica.

Ad imporsi, per la seconda volta in carriera nel massimo circuito del salto speciale, è stato un brillante Karl Geiger, tornato ai fasti di inizio stagione, proprio a ridosso del campionato mondiale di Seefeld. Il teutonico, che già aveva eseguito al meglio nella prima serie, chiusa in terza piazza, alle spalle dei leader della classifica generale, sfruttando delle condizioni del vento di favore, ha letteralmente fatto la differenza con il secondo salto, atterrando addirittura a 150.5 metri, nettamente la miglior misura di giornata. Il ragazzo classe 93' ha trovato una quota assurda in uscita dal dente, superando indenne il gomito ed archiviando così una misura che ha messo all'angolo sia Kamil Stoch che Ryoyu Kobayashi.

I duellanti nella corsa alla sfera di cristallo (con il polacco che ha recuperato 20 lunghezze ed ora distante 411 punti), hanno provato a rispondere da par loro alla performance superba di Geiger, ma senza il quid in più dato dal vento frontale omogeneo, si sono dovuti accontentare dei gradini più bassi del podio.

Il polacco è atterrato a 144.5 metri. Per lui più che discreta quota, grande portanza ed eccellente fluidità. Tutto, però, vano per pensare di impensierire il vincitore di giornata. Discorso analogo per il nipponico, arrivato sino a 143 metri, anche lui con un ottimo salto, ma con Eolo meno propizio.

Altro quarto posto per Piotr Zyla (il quinto nelle ultime sei gare), nonostante due esecuzioni di altissimo livello: portanza assurda, fase di volo di primo livello ed ottima condifenza nei propri mezzi, elementi che gli hanno consentito di vincere la volata con il connazionale Dawid Kubacki, competitivo, ma meno brillante. Per lui una quota minore in uscita dal dente, e in generale un'esecuzione meno fluida.

Sesta e settima piazza, invece, per due atleti in crescita, autentiche mine vaganti in ottica mondiale. Richard Freitag ed Evgeniy Klimov sono apparsi entrambi vicini alle loro versioni migliori, guadagnandosi con pieno merito una top ten di valore. Clamorosamente eliminato al termine della prima serie, invece, il tedesco Markus Eisenbichler, vincitore della qualificazione e favorito della vigilia, che ha bucato malamente il salto di gara.

Alex Insam, unico italiano in gara, ha chiuso in 43esima piazza, non riuscendo ad entrare in zona punti.

Appuntamento per gara 2, domani, previsto per le 15.15 italiane.

Willingen I - HS 137
1. GEIGER Karl (GER)  311.1
2. STOCH Kamil (POL)  307.1
3. KOBAYASHI Ryoyu (JPN)  304.7
4. ZYLA Piotr (POL)  297.9
5. KUBACKI Dawid (POL)  297.0
6. FREITAG Richard (GER)  291.4
7. KLIMOV Evgeniy (RUS)  289.2
8. PEIER Kilian (SUI)  285.5
9. ZAJC Timi (SLO)  280.8
10. FORFANG Johann Andre (NOR)  280.2

Clicca qui per i risultati completi.

Matteo Viscardi

Ti potrebbero interessare anche: