Salto | 23 febbraio 2019

Continental Cup: vittoria per Clemens Aigner e Pauline Hessler nelle prime gare di Brotterode

Prosegue la striscia di successi per l’austriaco, sempre più leader del circuito cadetto, mentre la tedesca ha primeggiato grazie alla squalifica postuma della slovena Katra Komar

Credits photo Michele Dardanelli

Credits photo Michele Dardanelli

In contemporanea con i Mondiali di sci nordico di Seefeld si sta disputando la tappa di Continental Cup di salto speciale in quel di Brotterode. Nella località della Turingia sono stati impegnati sia gli uomini, tra i quali si è imposto con ampio margine Clemens Aigner, sia le donne, la cui classifica finale è stata modificata a posteriori e la vittoria è infine andata alla padrona di casa Pauline Hessler.

Nella gara maschile l’austriaco Aigner si è subito posto al comando con un ottimo salto da 115.5 m, misura raggiunta anche da un paio di avversari, Pawel Wasek e Martin Hamann, ma con vento più favorevole. Il tirolese ha poi gestito al meglio la manciata di punti di margine andando a dilagare nella seconda manche: in quell’occasione si è fermato mezzo metro più corto nonostante mezzo metro di vento alle spalle. Le condizioni trovate sono state comunque piuttosto favorevoli, dal momento che la maggior parte dei rivali ne ha trovato 1 m/s alle spalle.

In piazza d’onore a 11.4 lunghezze dal vincitore si è attestato il polacco Wasek, andato ad atterrare a 111.5 m, riuscendo a regolare l’austriaco Ulrich Wohlgenannt, che recuperando un paio di posizioni ha agguantato l’ultimo gradino del podio. È così rimasto a bocca asciutta il sassone Hamann (4°), pagando a caro prezzo un salto da 108 m, un metro e mezzo più corto rispetto a quello del saltatore del Voralberg che lo ha scavalcato. Rimonta prepotente per il nipponico Keiichi Sato, passato da 12° a 5°, mentre è scivolato indietro Markus Schiffner, che dopo il terzo posto parziale ha terminato al 6° posto. Presente in loco anche il polacco Maciej Kot, protagonista di una stagione davvero difficile e oggi appena 23°. In gara anche l’azzurro Federico Cecon, che ha sfiorato la zona punti terminando 32°.

COC BROTTERODE I – HS 117
1. AIGNER Clemens (AUT) 277.3
2. WASEK Pawel (POL) 265.9
3. WOHLGENANNT Ulrich (AUT) 262.3
4. HAMANN Martin (GER) 260.1
5. SATO Keiichi (JPN) 256.9
6. SCHIFFNER Markus (JPN) 256.7
Clicca qui per i risultati completi.

Penultimo appuntamento stagionale del circuito cadetto per le ragazze, tra le quali Katra Komar è stata grande protagonista. La slovena classe 2001 ha infatti primeggiato nella prima parte di gara, veleggiando fino a 107.5m, mentre nel momento decisivo si è superata spingendosi fino a 110m, andando a concludere con oltre 20 lunghezze di margine sulla seconda classificata. La gioia per la vittoria è però durata poco, dal momento che la saltatrice di stanza a Bohinj non ha superato i controlli al termine della gara, venendo squalificata per tuta irregolare.

Ne ha così approfittato la padrona di casa Pauline Hessler, passata così dal secondo posto alla successo finale. La tedesca ha costruito il risultato nella prima serie, dove è andata ad atterrare a 102m nonostante il mezzo metro di vento alle spalle, mentre le avversarie lo hanno trovato frontale. Il secondo salto da 103.5m le ha permesso di difendere la posizione dall’assalto della polacca Kamila Karpiel, in rimonta con un buon 104.5m corredato da ottime valutazioni stilistiche. La diciassettenne di Zakopane è così giunta in piazza d’onore, condivisa ex-aequo con l’austriaca Marita Kramer, autrice di due performance da 104.5m in entrambi i casi con sbavature sull’atterraggio.

Quarta moneta per la carinziana Sophie Sorschag, che ha avuto la meglio sulla più quotata Agnes Reisch (5^). Sesta la polacca Kinga Rajda, presente in loco nonostante si appresti a gareggiare a Seefeld la prossima settimana, così come la connazionale Karpiel. Nessuna azzurra ha preso il via quest’oggi, in quanto le seconde linee italiane sono impegnate nella Fis Cup di Villach.

Domani andrà si concluderà il weekend di Brotterode. In particolare sarà decisivo il risultato della prova femminile, l’ultima della stagione del circuito cadetto. La leader della generale continua ad essere l’assente Jerneja Brecl con 200 punti, ma tra ventiquattr’ore potrà essere superata da numerose atlete. Alle sue spalle si trova ora la Karpiel (189), seguita dalle austriache Elisabeth Raudaschl (177) e Claudia Purker (174). Rimangono matematicamente in gioco anche una manciata di altre atlete, tra cui la Komar, costrette però a puntare ad una posizione sul podio per poter ambire al successo del trofeo.

COC BROTTERODE I – HS 117
1. HESSLER Pauline (GER) 222.9
2. KARPIEL Kamila (POL) 216.6
2. KRAMER Marita (AUT) 216.6
4. SORSCHAG Sophie (AUT) 209.4
5. REISCH Agnes (GER) 204.3
6. RAJDA Kinga (POL) 203.0
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: