Biathlon | 12 marzo 2019

MONDIALI ÖSTERSUND - Start List e presentazione Individuale Maschile

Il 13 marzo 2019 si assegna il XLVI titolo mondiale maschile dell’individuale, unico format inserito nel programma di ogni manifestazione iridata, la cui edizione inaugurale si è disputata nel lontano 1958.

Pentaphoto

Pentaphoto

ATTUALITA'

CLICCA QUI PER LA START LIST DELLA GARA

Nel SECONDO GRUPPO di partenza tra i favoriti troviamo Arnd Peiffer 24, Lukas Hofer 29, Alexander Loginov 33, Martin Fourcade 43, Johannes Bø 53, Quentin Fillon Maillet 59.

ITALIANI: Thierry Chenal (5), Lukas Hofer (29), Dominik Windisch (56), Thomas Bormolini (76).

 

STORIA
Chi si è avvicinato solo di recente al biathlon si potrebbe chiedere perché questa gara venga denominata "individuale” quando in realtà anche sprint, inseguimento e mass start sono a loro volta prove individuali. Ebbene, fino alla metà degli anni ’70 questa era l'unica competizione esistente riservata ai singoli. Pertanto chiamarla "individuale" era sufficiente per distinguerla dalla staffetta.

Nonostante la definizione di "Individuale" sia ancora quella ufficialmente riconosciuta dall'Ibu, per evitare confusione si tende a chiamare questo format usando anche il numero riferito al chilometraggio. Quindi "Venti" per gli uomini e "Quindici" per le donne.

Da 1958 al 2017 si contano trentaquattro diversi campioni del mondo, appartenenti a quattordici differenti Paesi.

Fra di essi un quartetto è stato in grado di conquistare l'oro iridato per 3 volte. Si tratta dei sovietici Vladimir Melanin (1959, 1962, 1963) e Aleksander Tikhonov (1969, 1970, 1973), del finlandese Heikki Ikola (1975, 1977, 1981) e del francese Martin Fourcade (2013, 2015, 2016). Il transalpino però è stato l’unico a essersi imposto per 3 edizioni consecutive e a Östersund avrà la possibilità di diventare il primo uomo a conquistare quattro titoli mondiali.

Sono nove gli uomini in attività ad aver già conquistato una medaglia iridata nell’individuale. Tre di essi hanno già raccolto anche quella del metallo più pregiato. Al già citato Martin Fourcade (2013, 2015, 2016), si aggiungono Tarjei (2011) e Jakov Fak (2012). A seguire la lista completa degli atleti già saliti sul podio dei Mondiali in questo format.

4 – FOURCADE Martin [FRA] (Oro 2013, 2015, 2016; Bronzo 2017)
2 – FAK Jakov [CRO/SLO] (Oro 2012; Bronzo 2009)
2 – MORAVEC Ondrej [CZE] (Argento 2017; Bronzo 2015)
1 – BØ Tarjei [NOR] (Oro 2011)
1 – FOURCADE Simon [FRA] (Argento 2012)
1 – LANDERTINGER Dominik [AUT] (Argento 2016)
1 – SLESINGR Michal [CZE] (Bronzo 2007)
1 – LINDSTRÖM Fredrik [SWE] (Bronzo 2013)
1 – EDER Simon [AUT] (Bronzo 2016)

In tema di nazioni comanda ancora oggi la defunta Unione Sovietica con 10 affermazioni. Seguono a quota 8 la Norvegia e il movimento tedesco (5 marchiati DDR e 3 dopo la riunificazione). La Finlandia ha vinto 6 volte, mentre la Francia si è imposta in 5 occasioni. Si conta infine 1 successo per Austria, Repubblica Ceca, Italia, Polonia, Russia, Slovenia, Svezia e Stati Uniti.

Curioso quindi notare come dopo il crollo dell'Urss, per decenni dominatrice in questo format, sia arrivata una sola affermazione di una Repubblica nata dal disfacimento dell'Impero comunista. Peraltro quella vittoria è molto lontana nel tempo, poiché è datata 1996.

Sotto diciassette i Paesi ad aver raccolto almeno una medaglia iridata nell’individuale. Anche in questa graduatoria l’Unione Sovietica rimane al comando ancora oggi.

26 (10-10-06) – URSS
24 (08-07-09) – NORVEGIA
23 (08-09-06) – GERMANIA (All-inclusive)
15 (06-03-06) – FINLANDIA
07 (05-01-01) – FRANCIA
07 (01-02-04) – AUSTRIA
06 (01-03-02) – RUSSIA
06 (01-01-04) – REP.CECA (Compresa Cecoslovacchia)
05 (00-02-03) – BIELORUSSIA
04 (01-03-00) – POLONIA
04 (01-01-02) – SVEZIA
03 (01-02-00) – STATI UNITI
01 (01-00-00) – ITALIA
01 (01-00-00) – SLOVENIA
01 (00-01-00) – ROMANIA
01 (00-00-01) – CROAZIA
01 (00-00-01) – LETTONIA

La medaglia azzurra porta la firma di Andres Zingerle, che il 11 febbraio 1993 a Borovetz si mise al collo l’oro precedendo i russi Sergey Tarasov, argento, e Sergei Tchepikov, bronzo.

STAGIONE 2018-2019
Nella stagione in corso si sono disputate 2 individuali in cui si sono imposti 2 atleti diversi e sono complessivamente saliti sul podio 6 differenti uomini.

Il 6 dicembre a Pokljuka si è affermato Martin Fourcade davanti a Johannes Kühn e Simon Eder.

Il 7 febbraio a Canmore invece ha primeggiato Johannes Bø, precedendo Vetle Sjåstad Christiansen e Alexander Loginov.

Dunque sinora sul podio delle individuali hanno sventolato le bandiere di cinque nazioni. Si tratta di Norvegia (1-1-0), Francia (1-0-0), Germania (0-1-0), Austria (0-0-1) e Russia (0-0-1).

Per quanto riguarda l’Italia il miglior risultato stagionale è il posto di Dominik Windisch a Canmore. Lukas Hofer non è ancora entrato nei venti, ottenendo una 21^ piazza come season best. Thomas Bormolini può vantare una 22^ posizione, mentre nessun altro azzurro ha fatto ingresso in zona punti in questo format.

Va ricordato come la 20 km di Östersund sarà l’ultima dell’inverno, pertanto verrà assegnata anche la Coppa di specialità. Johannes è pettorale rosso con 96 punti, seguito da Simon Eder a 86, Vetle Sjåstad Christiansen a 84, Lars Helge Birkeland a 74, Martin Fourcade e Alexander Loginov a 60.

Dunque tre atleti appaiono decisamente più accreditati degli altri per giocarsi la piccola Sfera di cristallo.

PALINSESTO TELEVISIVO
La gara sarà trasmessa in diretta da Eurosport a partire dalle ore 16.00.

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: