Coppa del Mondo / Grand Prix | 12 marzo 2019

Salto - Uno Stefan Kraft celestiale vince per dispersione la gara di Lillehammer

L'austriaco precede un solidissimo Robert Johansson e Ryoyu Kobayashi, accorciando anche il distacco dallo scandinavo nel Raw Air Tournament

Credits Photo: Michele Dardanelli

Credits Photo: Michele Dardanelli

Nel tardo pomeriggio odierno, in quel di Lillehammer, è andata in scena la quintultima gara individuale della stagione di Coppa del Mondo di salto, una competizione caratterizzata, soprattutto nella prima serie, da vento tendenzialmente frontale, ma piuttosto disomogeneo.

Ad imporsi, nella contea dell'Oppland, è stato uno Stefan Kraft celestiale, il migliore per dispersione in entrambe le serie, sia per quanto riguarda il punteggio ottenuto con le sue esecuzioni, sia per le sensazioni destate sull'HS 140 scandinavo.

Il fuoriclasse austriaco, alla sedicesima vittoria nel massimo circuito, ha immediatamente messo le cose in chiaro le cose nella prima turnazione, chiusa con un vantaggio di oltre 5 punti su Robert Johansson, primo degli inseguitori, per poi sublimare la prestazione con un secondo salto nuovamente da urlo. Il bicampione del Mondo 2017 ha stampato due performance rispettivamente da 139 e 141 metri (con vento frontale di rilievo), entrambe archiviate partendo da stanga numero 6, condite da valutazioni stilistiche d'eccellenza, soprattutto per quanto concerne la seconda.

Alle sue spalle si è posizionato un solidissimo Robert Johansson, che ha confermato di avere attualmente una stabilità tecnica con pochi eguali nel circuito. Il norvegese, dopo una prima serie già di spessore (secondo con un salto da 135 metri), ha tirato fuori dal cilindro anche un secondo salto degno di nota, arrivando a 138.5 metri, sfruttando al meglio il forte vento frontale (1.38 m/s), trovando una grande quota per le sue caratteristiche in uscita dal dente e veleggiando alla grande, come d'abitudine, in fase di volo.

Sul terzo gradino del podio è salito il dominatore assoluto della stagione Ryou Kobayashi, che ha vinto la sfida in famiglia con il fratellone Junshiro (sesto al termine della competizione) che ieri aveva archiviato il successo nella qualificazione. Il vincitore della sfera di cristallo, sesto dopo la prima serie, ha cambiato marcia nella seconda, mettendo in mostra tutte le qualità di cui dispone, con un gran salto da 137 metri, condito da un telemark notevole, anche se poi ha pasticciato in fase di decelerazione. Un'imprecisione che, tuttavia, non gli è costata la top 3, strappata, di un'incollatura, a Kamil Stoch, con il polacco che ha stampato due salti di valore (in particolar modo il secondo da 137 metri),senza toccare però gli apici di chi l'ha preceduto.

Quinta piazza di peso, invece, per un Johann Andre Forfang che ha saputo scalare ben 10 piazze con la seconda sublime esecuzione, sia lunga che stilosa. Un salto da 138.5 metri, con valutazioni dei giudici nell'ordine del 19, che lo ha proiettato diritto in top 5, mantendolo in corsa anche per il Raw Air. Detto del sesto posto di Junshiro Kobayashi, che ha ribadito la sua competitività a Lillehammer, pur brillando meno di ieri, hanno impressionato per impatto sulla gara anche Domen Prevc (settimo), in ottime condizioni in questo finale di stagione ed atteso a grandi cose nelle gare di volo a Vikersund e Planica, e Philipp Aschenwald (nono), che ha dato seguito a quanto fatto vedere a Seefeld ed Oslo.

Nella classifica di Raw Air, Kraft ha accorciato in modo netto la distanza che lo separa da Johansson, piazzandosi a meno di 13 punti di distacco in vista di Trondheim e Vikersund. Terzo posto, invece, per Ryoyu Kobayashi, ancora decisamente in corsa, anche se distante una trentina di punti (28.9) dal leader scandinavo della graduatoria.

Appuntamento con la qualificazione di Trondheim, località dove è in programma la terza "tappa" del Raw Air Tournament, previsto per il pomeriggio di domani alle 17.30 italiane, con diretta su Eurosport.

Lillehammer - HS 140/Gara
1. KRAFT Stefan (AUT)  285.7
2. JOHANSSON Robert (NOR)  273.3
3. KOBAYASHI Ryoyu (JPN)  261.7
4. STOCH Kamil (POL)  260.2
5. FORFANG Johann Andre (NOR)  254.1
6. KOBAYASHI Junshiro (JPN)  249.1
7. PREVC Domen (SLO)  247.9
8. KUBACKI Dawid (POL)  243.5
9. ASCHENWALD Philipp (AUT)  243.1
10. PEIER Killian (SUI)  242.4

Clicca qui per i risultati completi.

Raw Air Tournament
1. JOHANSSON Robert (NOR)  950.3
2. KRAFT Stefan (AUT)  937.4
3. KOBAYASHI Ryoyu (JPN)  921.4
4. FORFANG Johann Andre (NOR)  862.5
5. KOBAYASHI Junshiro (JPN)  855.0

Clicca qui per i risultati completi.

Matteo Viscardi

Ti potrebbero interessare anche: