Sci di fondo | 15 marzo 2019

Fondo - OPA Cup: un fantastico Davide Graz domina la sprint junior di Oberwiesenthal

Splendida prestazione del friulano delle Fiamme Gialle che si è imposto con ampio margine sui tedeschi Cervinka e Sossau; ai piedi del podio un bravissimo Dellagiacoma

Foto Pentaphoto

Foto Pentaphoto

Uno straordinario Davide Graz ha vinto la sprint in skating di Oberwiesenthal, ultima tappa di OPA Cup Junior. Dopo un anno il friulano, che si era imposto lo scorso anno nello skiathlon di Campra, è tornato a vincere una gara internazionale e l’ha fatto dominando. Il finanziere classe 2000, reduce dal Mondiale di Seefeld, ha vinto la finale con un ampio margine di vantaggio, facendo la gara a tutta, come già fatto in nelle altre batterie, tanto che non a caso le più veloci sono sempre state quelle nelle quali era presente.

Alle sue spalle, staccato di ben due secondi, il tedesco Cervinka, che ha chiuso davanti al connazionale Sossau la gara degli altri. In quarta posizione e a un passo dal suo primo podio ha concluso Stefano Dellagiacoma, autore di una bellissima prestazione che ne ha confermato la crescita già notata nell’ultimo periodo. Solo stesso il francese Chappaz, apparso un po’ stanco.

Già in semifinale Dellagiacoma e Graz avevano fatto una bella impressione. Il trentino era stato splendido, gestendo la sua batteria alla perfezione e vincendo in volata sul tedesco Cervinka. Alle loro spalle Faehndrich e Del Fabbro, che non erano riusciti a rientrare tra i lucky loser. La seconda semifinale era stata, infatti, molto più veloce, con Graz che aveva vinto sullo statunitense Jager. Dentro anche il tedesco Sossau e Chappaz.

La batterie dei quarti

Molto bene i tre big azzurri nelle rispettive batterie dei quarti di finale. Dellagiacoma si è imposto su Mueller e Walther, Luca Del Fabbro ha chiuso nettamente davanti a Knopf e Kozlovsky, infine Graz ha battuto al fotofinish lo statunitense Jager in una batteria velocissima che ha qualificato come lucky loser anche Teo Schely e Arnaud Guex. Avanti anche Chappaz, dopo una brutta qualificazione, che ha chiuso davanti a Sossau. Semifinale raggiunta facilmente anche dal tedesco Cervinka, il migliore nelle qualificazioni, che ha chiuso davanti a Faehndrich e Keller.

Eliminati nei quarti di finale gli altri due azzurri qualificati. Patrick Burger è stato eliminato arrivando quarto nella propria batteria, chiudendo così al 17° posto. Giovanni Ticcò, invece è giunto quinto nella sua, piazzandosi quindi al 25° posto.

CLASSIFICA FINALE TOP 10
1° D. Graz (ITA)
2° M. Cervinka (GER)
3° A. Sossau (GER)
4° S. Dellagiacoma (ITA)
5° L. Jager (USA)
6° J. Chappaz (FRA)
7° C. Faehndrich (SUI)
8° L. Del Fabbro (ITA)
9° F. Knopf (GER)
10° A. Guex (SUI)
Gli altri italiani:
17° P. Burger
25° G. Ticcò

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: