Combinata | 16 marzo 2019

Ruggito di Bernhard Gruber: è doppietta austriaca a Schonach

Il veterano salisburghese ha agguantato il successo regolando il connazionale Lukas Klapfer dopo una gara durissima. Ha completato il podio Jarl Magnus Riiber, non così brillante nel finale, mentre Alessandro Pittin è giunto in 10^ piazza

Ruggito di Bernhard Gruber: è doppietta austriaca a Schonach

In una Schonach im Schwarzwald in versione primaverile nel primo pomeriggio odierno è andato in scena il segmento di fondo della penultima gundersen del massimo circuito di combinata nordica. L’alta temperatura – 14°C – unita alla pioggia che ieri ha flagellato la località della Foresta Nera hanno fatto sì che il tracciato sia stato molto duro e selettivo. Ad uscirne trionfante è stata l’Austria, che ha realizzato una doppietta con Bernhard Gruber e Lukas Greiderer.

Davanti a tutti è scattato il nipponico Yoshito Watabe, ma fin dalle prime battute di gara il suo margine si è ridotto metro dopo metro e prima della conclusione della prima tornata è stato ripreso dalla coppia Jarl Magnus Riiber e Terence Weber. A loro volta il norge e il tedesco sono stati avvicinati dal gruppetto formato da Gruber, Greiderer e Manuel Faisst, riusciti a rientrare sulla testa della corsa dopo poco. Questo primo giro è stato molto importante nell’economia della gara, in quanto gli austriaci sono riusciti a riagganciare gli atleti davanti, guadagnando contemporaneamente dei secondi preziosi sul plotone inseguitore che guidato da Ilkka Herola.

A questo punto Gruber e Greiderer si sono alternati nel tenere alto il ritmo, andando pian piano a sgranare il gruppo di testa – solo il pettorale giallo e Faisst hanno tenuto la scia – e guadagnando nel contempo altro terreno sui pericolosi inseguitori. Il primo ad alzare bandiera bianca è stato il tedesco, mentre il norge è parso tutt’altro che brillante. Sulla salita finale Greiderer ha attaccato la compagnia, con Gruber sulle sue code, mentre Riiber non è riuscito a reagire, chiamandosi fuori dalla lotta per il successo andando a chiudere il solitaria al 3° posto.

I due Rot-Weiss-Rot si sono lanciati nella volata, con il tirolese davanti e il veterano salisburghese che ha tentato di superarlo prima da sinistra per poi spostarsi a destra. Greiderer, decisamente provato, a 25 metri dalla linea del traguardo ha smesso di spingere, così Gruber lo ha scavalcato andando ad agguantare il 7° successo della carriera, a distanza di tre anni dall’ultimo che aveva siglato in Val di Fiemme. Il trentaseienne di Bischofshofen è così diventato il combinatista più anziano a vincere una gara di Coppa del Mondo di combinata nordica. Con la piazza d’onore invece Lukas Greiderer ha ottenuto il primo podio della carriera.

Alle spalle del trio di testa nell’ultimo chilometro e mezzo Vinzenz Geiger e Ilkka Herola hanno preso un po’ vantaggio rispetto al gruppo inseguitore, andando a recuperare Faisst. Nel finale ha avuto la meglio il bavarese, andato a chiudere al 4° posto, mentre il finlandese  è giunto 5° e il combinatista di Baiersbronn 6°. Settima moneta per Johannes Rydzek, mentre la Francia ha ottenuto nuovamente una top ten, questa volta con Antoine Gerard (8°). Il nipponico Akito Watabe si è attestato al 9° posto, chiudendo il drappello inseguitore, sul quale è quasi rientrato l’azzurro Alessandro Pittin (10°). Il friulano ha effettuato una grandissima rimonta, partendo con il pettorale n°40 e realizzando il miglior tempo sugli sci stretti. È entrato il zona punti anche il secondo italiano in gara, Aaron Kostner, giunto 28°.

Per quanto riguarda la classifica generale, da tempo vinta matematicamente da Riiber, è apertissima la partita per gli ultimi due gradini del podio. Akito Watabe è secondo con 848 punti, seguito ora dal terzetto Franz-Josef Rehrl (oggi 12°) con 809 punti, Geiger con 803 e Rydzek con 797. Tutti e quattro sono ampiamente in corsa e tutto dipenderà dal risultato della competizione finale che si disputerà domani. Come di consueto il format è diverso rispetto alle gundersen abituali: si disputeranno due salti (a partire dalle ore 11), seguiti da 15km di fondo (alle ore 15). Saranno inoltre presenti solo i migliori 30 della generale a cui si aggiungono Maxime Laheurte e Szczepan Kupczak, ripescati vista l’assenza di Mario Seidl ed Eric Frenzel.

SCHONACH I – HS106/10km
1. GRUBER Bernhard (AUT) 25'10''8
2. GREIDERER Lukas (AUT) a 0''6
3. RIIBER Jarl Magnus (NOR) a 9''8
4. GEIGER Vinzenz (GER) a 23''5
5. HEROLA Ilkka (FIN) a 28''8
6. FAISST Manuel (GER) a 33''6
7. RYDZEK Johannes (GER) a 40''2
8. GERARD Antoine (FRA) a 46''8
9. WATABE Akito (JPN) a 51''4
10. PITTIN Alessandro (ITA) a 1'00''7
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: