Salto | 20 marzo 2019

Il tempio di Planica chiude, come di consueto, la stagione del salto maschile

Nel weekend la Coppa del Mondo maschile di salto con gli sci 2018-’19 vivrà il suo epilogo nel tempio di Planica dove, date le dimensioni del trampolino, potrebbe anche cadere il primato mondiale.

Credits photo: Michele Dardanelli

Credits photo: Michele Dardanelli

ATTUALITA’
Con la Coppa del Mondo assoluta già saldamente nelle mani di Ryoyu Kobayash, resta aperta la sfida per la Coppa del Mondo di volo. La situazione al riguardo è la seguente:

227 - KOBAYASHI Ryoyu [JPN]
211 - EISENBICHLER Markus [GER]
207 - STOCH Kamil [POL]
196 - KRAFT Stefan [AUT]
179 - ZYLA Piotr [POL]
175 - KUBACKI Dawid [POL]
155 - ZAJC Timi [SLO]
146 - PREVC Domen [SLO]
136 - FORFANG Johann Andre [NOR]
115 - JOHANSSON Robert [NOR]

Va inoltre sottolineato come il weekend sarà l'occasione per salutare Robert Kranjec. Il trentasettenne sloveno, ormai da tempo finito ai margini del movimento, ha infatti deciso di porre fine alla propria attività agonistica.

Nel corso della sua carriera ha raccolto 7 vittorie in Coppa del Mondo, a cui si somma l'oro iridato di volo del 2012. Inoltre in bacheca ha messo per due volte la Sfera di cristallo di specialità proprio relativa ai voli.

CLICCA QUI PER LA START LIST DELLA QUALIFICAZIONE


STORIA

Planica
è a tutti gli effetti una "Classicissima" della disciplina, poiché ha ospitato almeno una competizione di primo livello in tutti gli inverni dal 1979 a oggi.

Inoltre la località delle Alpi Giulie ha assunto a titolo pressoché definitivo il ruolo di tappa conclusiva della stagione. Infatti il sipario cala in Slovenia per il 15° inverno consecutivo e per la ventunesima volta negli ultimi ventitré anni.

D’altronde questa è una location di culto grazie alla presenza del Letalnica bratov Gorišek, su cui il record del mondo di salto con gli sci è stato migliorato per ben 28 volte tra il 1969 e il 2005. La leggenda di questo impianto attira ogni anno decine di migliaia di spettatori da tutta Europa, che trasformano l’appuntamento finale in un’autentica festa.

Planica era teatro privilegiato per l’abbattimento del primato mondiale già dagli anni ’30, quando fu inaugurato il trampolino Bloudkova Velikanka, all’epoca il più grande dell’orbe terracqueo. Su questo impianto, tra il 1934 e il 1948, sono stati stabiliti 10 record del mondo, fra i quali si annovera il primo storico salto oltre i 100 metri, realizzato dall’austriaco Sepp Bradl il 15 marzo 1936.

Tuttavia, a partire dagli anni ’50, la costruzione dell’Heini-Klopfer-Schanze di Oberstdorf ha strappato al Bloudkova Velikanka il ruolo di “trampolino dei record”. Pertanto alla metà degli anni ’60 Planica decise di riprendersi il ruolo perduto, imbastendo la costruzione di un nuovo, gigantesco, trampolino. La struttura venne progettata e realizzata dai fratelli Lado e Janez Gorišek, a cui è poi stata intitolata.

Completato all’inizio del 1969, le prime competizioni ufficiali sul Letalnica bratov Gorišek si tennero dal 21 al 23 marzo dello stesso anno. In quei tre giorni il primato mondiale, all’epoca fissato a 154 metri, venne migliorato cinque volte con il tedesco dell’Est Manfred Wolf a raggiungere infine i 165 metri.

Il 17 marzo 1994 venne abbattuta per la prima volta nella storia la soglia dei 200 metri. Prima l’austriaco Andreas Goldberger raggiunse i 202, ma appoggiò le mani sulla neve, invalidando il record. Pertanto è stato il finlandese Toni Nieminen, arrivato a 203 solo pochi minuti dopo,  a passare alla storia come il primo uomo in grado di raggiungere la pietra miliare.

Il 20 marzo 2005, in un’epica gara in cui il record del mondo cadde a ripetizione, Bjørn Einar Romøren toccò i 239 metri prima che Janne Ahonen atterrasse a 240.5, finendo però a terra. Il primato del norvegese è ancora oggi l’ultimo stabilito in questo luogo. Il trampolino, un HS215, aveva infatti raggiunto il suo limite. Quando la Fis, nel 2010, ha modificato i parametri di costruzione degli impianti di volo è stato possibile effettuare la nuova ristrutturazione che ha partorito la struttura attuale.

Complessivamente a Planica si sono disputate la bellezza di 74 gare di primo livello, 45 delle quali sul Flying Hill: 40 valevoli per la Sfera di cristallo a cui si aggiungono 5 Mondiali di volo (1972, 1979, 1985, 2004, 2010). La manifestazione peraltro tornerà proprio nel 2020.

Sono 28 gli atleti a essersi imposti almeno una volta sul Letalnica bratov Gorišek. Fra di essi il più vincente in assoluto è Gregor Schlierenzauer, che vanta ben 5 successi (2008, 2008, 2009, 2011, 2013).

L'austriaco capitana la pattuglia di otto saltatori in attività ad aver già primeggiato da queste parti nel contesto dei voli. Ci sono riusciti 3 volte Peter Prevc (2015, 2016, 2016) e Kamil Stoch (2011, 2018, 2018). Si contano 2 affermazioni per Jurij Tepes (2013, 2015), Robert Kranjec (2012, 2016) e Stefan Kraft (2017, 2017). Successo singolo per Noriaki Kasai (1999) e Simon Ammann (oro iridato 2010).

Se si volge lo sguardo alle nazioni comanda l'Austria con 10 successi. Segue la Slovenia padrona di casa a 7. Vengono poi Finlandia e Polonia (6). Norvegia, Germania e Giappone si attestano tutte a 4. La Svizzera può vantare 2 vittorie. Chiudono a 1 la Svezia e la Repubblica Ceca.

Guardando ai podi, sono quindici gli uomini in attività a vantare top-three sul trampolino di volo. La graduatoria è comandata da Robert Kranjec con 8.

8 – KRANJEC Robert [SLO] (2-2-4)
7 – PREVC Peter [SLO] (3-3-1)
6 – SCHLIERENZAUER Gregor [AUT] (5-1-0)
6 – AMMANN Simon [SUI] (1-4-1)
5 – KRAFT Stefan [AUT] (2-1-2)
4 – FORFANG Johann Andre [NOR] (0-2-2)
3 – STOCH Kamil [POL] (3-0-0)
3 – TEPES Jurij [SLO] (2-1-0)
3 – KASAI Noriaki [JPN] (1-0-2)
2 – WELLINGER Andreas [GER] (0-2-0)
1 – DAMJAN Jernej [SLO] (0-0-1)
1 – VASSILIEV Dimitry [RUS] (0-0-1)
1 – ZYLA Piotr [POL] (0-0-1)
1 – EISENBICHLER Markus [GER] (0-0-1)
1 – TANDE Daniel-Andre [NOR]

A onor di cronaca, va rimarcato come quattro saltatori in attività abbiano vinto o siano saliti sul podio anche sul Bloudkova Velikanka, l’attuale Large Hill del complesso Letalnica, ove si è gareggiato l’ultima volta nel 2014 vista l’impossibilità di confrontarsi sul trampolino di volo in ricostruzione. Un lustro orsono Severin Freund (1-1-0) e Peter Prevc (1-0-1) la fecero da padroni. Inoltre Noriaki Kasai (1-0-0) ha fatto “in tempo” a ottenere risultati di peso sul Large Hill negli ormai lontani anni ‘90.

Infine sabato si disputerà anche un team event. Sinora a Planica ne sono andati in scena 19, di cui 16 sul trampolino di volo. Di questi 6 sono stati vinti dalla Norvegia, 4 dall’Austria, 3 dalla Finlandia, 2 dalla Slovenia padrona di casa e 1 dalla Germania.

PROGRAMMA
Giovedì 21, ore 11.00 – Qualificazione (Diretta Eurosport)
Venerdì 22, ore 14.30 – Gara I (Diretta Eurosport)
Sabato 23, ore 10.00 – Team Event (Diretta Eurosport)
Domenica 24, ore 10.00 – Gara Finale (Diretta Eurosport)

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: