Biathlon | 24 marzo 2019

Campionati Italiani Juniores: Cappellari e Comola vincono l'inseguimento

Ad Anterselva il poliziotto friulano si è imposto con comodità; emozionante la gara femminile nella quale Comola ha vinto grazie alla precisione al tiro; tra i senior ha vinto Thierry Chenal

Campionati Italiani Juniores: Cappellari e Comola vincono l'inseguimento

Nel giorno in cui il biathlon italiano ha realizzato la sua impresa più grande grazie a Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi, che hanno concluso al primo e al secondo posto nella classifica generale della Coppa del Mondo femminile, ad Anterselva si sono svolti i Campionati Italiani giovanili e la Coppa Italia.

In programma le gare a inseguimento, che tra gli juniores hanno visto vincere nettamente Daniele Cappellari, che dopo il successo già ottenuto sabato nella sprint, si è ripetuto mancando due bersagli e imponendosi addirittura con 2’29” di vantaggio su Simon Leitgeb, del Centro Sportivo Carabinieri, che ha commesso 5 errori al tiro e ieri aveva chiuso quarto tra gli juniores. Sul terzo gradino del podio è giunto Tumler, del Centro Sportivo Esercito, che ha portato così a casa un’altra medaglia dopo l’argento di ieri, nonostante sei errori al tiro. A 8” dal podio ha terminato la gara Patrick Braunhofer, che ha tentato la rimonta, ma è stato frenato da una giornata non troppo positiva al poligono, dove ha commesso sette errori.

Gli Juniores sono partiti insieme ai Senior che gareggiavano per la Coppa Italia e Cappellari ha chiuso al vincitore di categoria, Thierry Chenal, che ha commesso tre errori al tiro, di cui due all’ultimo poligono, altrimenti avrebbe chiuso davanti al friulano. Alle sue spalle un ottimo Paolo Rodigari, che ha recuperato tante posizioni dopo la sprint negativa di ieri, avendo ritrovato precisione al tiro dove ha commesso appena un errore. Terza posizione, invece, per Rudy Zini, giunto 9” davanti a Pietro Dutto.

Emozioni a non finire nella gara Juniores femminile, con le tre big azzurre che si sono alternate in testa, con le posizioni che sono cambiate di continuo. Michela Carrara, partita per prima dopo la sprint, è scesa subito al terzo posto dopo i tre errori nella prima serie a terra, mentre Comola e Lardschneider ne hanno commesso solo uno. La gardenese ha quindi agganciato la valdostana e già al secondo poligono si è presentata davanti chiudendo con uno zero così come la stessa Comola, mentre Carrara si è staccata sbagliando altri due colpi. Nonostante il doppio errore nella prima serie in piedi, Lardschneider è arrivata all’ultimo poligono insieme a Comola per giocarsi la vittoria, mentre Carrara è rimasta più indietro penalizzata dagli errori iniziali. La gardenese delle Fiamme Gialle, autrice di una bella stagione, si è inceppata sull’ultima serie, ha commesso ben quattro errori, cosa davvero inusuale per lei, con Comola che mancando un solo bersaglio si è presa la testa, andando quindi a vincere la gara con comodità. Alle sue spalle, al secondo posto, Michela Carrara, che ha tirato fuori un’ultima serie molto positiva, non commettendo errori e finendo quindi davanti a Lardschneider.

CLASSIFICA FINALE TOP 5 JUNIOR MASCHILE
1° D. Cappellari (Fiamme Oro) 57’57.5 (1+0+1+0)
2° S. Leitgeb (Carabinieri) +2’29.2 (1+1+1+2)
3° P. Tumler (Esercito) +2’54.5 (0+2+2+2)
4° P. Braunhofer (Carabinieri) +3’02.1 (3+0+3+1)
5° M. Durand (Esercito) +3’24.6 (1+1+0+0)

CLASSIFICA FINALE TOP 5 JUNIOR FEMMINILE
1ª S. Comola (Esercito) 55’29.2 (1+0+1+1)
2ª M. Carrara (Esercito) +23.1 (3+2+1+0)
3ª I. Lardschneider (Fiamme Gialle) +1’39.4 (1+0+2+4)
4ª E. Fauner (Carabinieri) +5’34.2 (1+1+3+2)
5ª F. Viviani (Alta Valtellina) +6’14.5 (1+2+1+2)

CLASSIFICA FINALE TOP 5 SENIOR MASCHILE
1° T. Chenal (Esercito) 58’12.6 (1+0+0+2)
2° P. Rodigari (Esercito) +1’49.1 (0+1+0+0)
3° R. Zini (Esercito) +2’04.7 (3+1+2+1)
4° P. Dutto (Fiamme Oro) +2’13.7 (2+1+2+2)
5° M. Galassi (Orsago) +2’23.6 (1+2+1+2)

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: