Biathlon | 24 marzo 2019

Dorothea Wierer ha vinto la Coppa del Mondo di Biathlon!

Nonostante il dodicesimo posto nella mass start di Oslo, la quasi 29enne di Rasun diventa la prima italiana a vincere la sfera di cristallo. Gara ad Hanna Öberg

Dorothea Wierer ha vinto la Coppa del Mondo di Biathlon!

Dorothea Wierer entra nella storia dello sport italiano. Giungendo dodicesima nella 12,5 Km con partenza in linea di Oslo, la 29enne di Rasun conquista per la prima volta nella storia la Coppa del Mondo generale di Biathlon.

L’altoatesina partiva con un margine di 42 punti su Lisa Vittozzi e 60 su Anastasiya Kuzmina e sin dal primo poligono la sfera di cristallo prende la strada di Anterselva: Wierer esce infatti senza errori, Kuzmina gira due volte, Vittozzi addirittura tre, confermando le recenti difficoltà mostrate nei poligoni a terra.

Al secondo poligono Wierer riapre le porte a Kuzmina mancando tre bersagli, tuttavia la slovacca, che per superare l’azzurra avrebbe dovuto per forza vincere, è costretta ad infilare il giro di penalità un’altra volta, storia che si ripete anche al primo poligono in piedi. Davanti le avversarie sono irraggiungibili, così Wierer, nonostante cinque penalità complessive ed il dodicesimo posto finale, può festeggiare una Coppa del Mondo meritatissima alla luce della costanza di rendimento tenuta per tutto l’inverno.

Una Coppa del Mondo generale mancava all’Italia femminile dal 2004, quando Gabriella Paruzzi conquistò quella di Sci di Fondo, in assoluto dal 2011 quando Armin Zöggeler vinse quella nello Slittino. L’elenco degli italiani capaci di imporsi nelle classifiche generali individuali dei rispettivi sport invernali olimpici comprende Gustav Thöni, Piero Gros e Alberto Tomba (sci alpino), Manuela Di Centa e Gabriella Paruzzi (sci di fondo), Paul Hildgartner, Ernst Haspinger, Norbert Huber, Armin Zöggeler, Marie-Louise Rainer e Gerda Weissensteiner (slittino) e, da oggi, Dorothea Wierer (biathlon).

La gara viene vinta da Hanna Öberg, che nonostante un errore in ciascuno dei due poligoni in piedi, riesce a contenere il furibondo ritorno di Tiril Eckhoff, rallentata da tre penalità e giunta alla fine in scia alla svedese. Terza è invece Clare Egan, la migliore di oggi in piazzola con una sola penalità, che corona la miglior stagione della carriera conquistando il primo podio in Coppa del Mondo.

Nella top ten anche la solita Denise Herrmann, quarta con quattro errori, Lisa Theresa Hauser quinta, Paulina Fialkova sesta, Julia Simon settima, Franziska Preuss ottava e Marte Olsbu Røiseland nona. Decima è l’indomabile Anastasiya Kuzmina, che si congeda dal circuito con una gara macchiata da sei penalità che le impediscono non solo di contrastare Wierer, ma di ottenere anche la seconda posizione nella classifica generale.

Lista Vittozzi infatti, grazie a due poligoni in piedi nei quali mostra tutta la sua classe, recupera fino all’undicesimo posto, sufficiente ad archiviare la prima doppietta italiana nella classifica generale di una Coppa del Mondo femminile in uno sport invernale olimpico.

Nota dolente di giornata, se così la si può definire, Wierer è costretta a rinunciare alla coppetta di specialità della mass start, che finisce nella bacheca di Hanna Öberg, giunta al terzo successo in carriera in gare di primo livello: la prima le valse l’oro olimpico, la seconda l’oro mondiale, la terza questo prestigioso trofeo.

12,5 KM MASS START FEMMINILE OSLO – CLASSIFICA FINALE
1. ÖBERG Hanna (SWE) [0+0+1+1] 35:56.2
2. ECKHOFF Tiril (NOR) [0+0+2+1] +1.3
3. EGAN Clare (USA) [0+0+0+1] +10.4
4. HERRMANN Denise (GER) [1+0+1+2] +21.6
5. HAUSER Lisa Theresa (AUT) [1+0+1+0] +48.7

Clicca qui per la classifica completa

Jacopo Barbieri

Ti potrebbero interessare anche: