Sci di fondo | 02 maggio 2019

FISI Veneto - Il presidente Bortoluzzi: "La nostra priorità è sviluppare l'attività giovanile facendo appassionare i ragazzi"

Bilancio stagionale per il Comitato FISI Veneto presieduto da Roberto Bortoluzzi

FISI Veneto - Il presidente Bortoluzzi: "La nostra priorità è sviluppare l'attività giovanile facendo appassionare i ragazzi"

A giugno dello scorso anno Roberto Bortoluzzi è stato riconfermato alla presidenza del Comitato FISI Veneto, importante realtà nel panorama italiano degli sport invernali.

All'orizzonte ci sono appuntamenti di grande rilievo come i Mondiali di sci alpino di Cortina 2021, per non parlare del sogno olimpico chiamato Milano Cortina 2026.

Grandi eventi in grado di dare lustro, oneri e onori al comitato, molto impegnato nel lavoro con i giovani con l'obiettivo di farli crescere e sfornare nuovi talenti.

Il movimento veneto gode infatti di ottima salute e sabato pomeriggio (4 maggio), presso la sede di Sportful Manifattura Valcismon, nel Bellunese, ci sarà la premiazione della Coppa Veneto – Circuito Sportful, manifestazione dedicata allo sci di fondo, con tutti i campioni regionali presenti.

Il presidente Bortoluzzi traccia un bilancio dell'ultima annata: "Siamo soddisfatti, il bilancio è positivo. Abbiamo portato a casa tante medaglie in diverse categorie. Il gruppo è compatto e numeroso, i tecnici lavorano molto bene. Domani (sabato 4 maggio, ndr) premieremo i campioni regionali, dobbiamo essere grati a questi ragazzi. Abbiamo un buon bacino di atleti ed uno staff tecnico all'altezza della situazione, mettiamo tanta passione in quello che facciamo. I tesseramenti hanno tenuto, non abbiamo registrato particolari aumenti rispetto alla precedente stagione ma replicato grosso modo la quota di 13000. Per quanto riguarda i progetti futuri diamo il nostro supporto a Cortina 2021 e siamo pronti a darlo a Milano Cortina 2026. Ma il nostro obiettivo principale è sviluppare l'attività giovanile facendo appassionare i ragazzi. A fine mese ci sarà il primo ritiro degli atleti del fondo. In questi ritiri portiamo gli agonisti delle varie categorie, più altri atleti in modo da creare un gruppo numeroso. Così i ragazzi si frequentano, fanno squadra e vanno a sciare insieme. Risorse? Riusciamo a fare fronte agli impegni pur non navigando nell'oro, per fortuna possiamo contare sulla generosità degli imprenditori appassionati presenti sul nostro territorio. La gestione deve essere come quella di un padre di famiglia."

 

 

sdl

Ti potrebbero interessare anche: