Sci di fondo | 09 agosto 2019

Fondo - Le fondiste svedesi parlano delle prestazioni di Johaug: "È impressionante"

Dal ritiro di Solleftea le svedesi hanno commentato le grandi prestazioni estive della norvegese; Stina Nilsson: "Se esiste una fondista in grado di batterla? Un paio di noi sono intenzionate a farlo"

Fondo - Le fondiste svedesi parlano delle prestazioni di Johaug: "È impressionante"

Come Rocky Balboa, nel periodo di preparazione fisica verso un incontro di box, era solito porre la foto del proprio avversario sullo specchio per caricarsi, la nazionale svedese femminile di fondo, durante il durissimo raduno di Solleftea, ha ben chiara l’immagine del proprio avversario da tenere a mente e fa molto paura: Therese Johaug.

Il suo nome circola quotidianamente all'interno del gruppo svedese e non potrebbe essere altrimenti dopo lo straordinario ritorno della campionessa norvegese, capace di vincere quasi tutte le distance alle quali ha preso parte nella passata Coppa del Mondo, battuta soltanto da Stina Nilsson, in Quebec. Ma soprattutto Johaug ha spaventato tutta la concorrenza con le sue fantastiche prestazioni al Blinkfestivalen sugli skiroll e ai campionati nazionali norvegesi di atletica leggera, dopo i quali si è anche paventata l’ipotesi di vederla in pista con le scarpe da corsa per gare internazionali.

“Sono impressionata” ha affermato proprio Stina Nilsson, l’unica in grado di batterla nella passata stagione, capace con una condotta di gara straordinaria anche di beffarla in occasione della staffetta dei Mondiali di Seefeld. Lei è una delle candidate a mettere in difficoltà la vincitrice di ben tre ori all’ultimo mondiale almeno in occasione dei tour, sfruttando la propria competitività nelle sprint. “Se esiste un'atleta in grado di battere Johaug nel corso dell’inverno? Penso ci siano un paio di atlete all’interno del team svedese che siano interessate a farlo” ha affermato Nilsson.

Ovviamente in molti si aspettato che proprio Frida Karlsson possa essere la grande avversaria della norvegese. La giovanissima di Solletea ha fatto irruzione di prepotenza tra le senior nella passata stagione proprio in occasione del Mondiale di Seefeld, quando ha sfiorato l’impresa di battere Johaug in occasione della 10km in tecnica classica. All’interno dello stadio quel giorno si è assistito quasi a un passaggio di consegne. La svedesina è già in grande forma, si sta allenando molto duramente infliggendo distacchi anche alle proprie compagne di squadra. Ma quanto fatto da Johaug la scorsa settimana al Blinkfestivalen e sulla pista d'atletica ha spaventato un po’ tutte. “Mi è sempre piaciuto correre – ha ammesso Frida all’Expressen, parlando della prestazione di Johaug ai Campionati Nazionali norvegesi di atletica leggera – ho una predisposizione all’atletica. Io però non ho mai corso più di tremila metri sulla pista. Quanto fatto da Johaug è impressionante, è impossibile per me pensare di poter fare prestazioni altrettanto buone sulla pista di atletica. Io comunque le consiglio di andare a fare gli Europei di atletica leggera. In ogni caso è incredibile anche ciò che ha fatto al Lysebotn Opp, impressionante”.

Ebba Andersson si aspetta di vedere una Johaug ancora più forte in occasione della prossima stagione. “Mi aspetto lei possa mantenere lo stesso livello anche la prossima estate – ha affermato l’altra atleta di Sollefteaforse sarà anche più in forma rispetto al passato inverno. Però manca ancora tanto al via della stagione”. Kalla lo scorso anno quasi scoppiò a piangere dopo una delle prime gare stagionali quando vide il distacco a lei inflitto dalla norvegese: “Lei continua a migliorare, per noi è fonte di ispirazione”.

La nazionale svedese, nel suo complesso probabilmente più forte rispetto alla Norvegia, non ha dubbi sulla foto dell'avversaria da porre sul proprio specchio: Therese Johaug. Le svedesi saranno in grado di metterla in difficoltà? È ciò che ci si augura per non vedere gare di Coppa del Mondo decise già dopo 2km, come accadde troppe volte lo scorso anno.

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: