Skiroll | 11 agosto 2019

Mondiali Skiroll - Dominio russo nella team sprint junior femminile, quinta l'Italia

Potapova e Bylinko vincono nettamente la medaglia d'oro; alle loro spalle la Svezia, terza piazza per l'Ucraina dopo la penalità inflitta all'Ucraina; le sorelle Laura e Alba Mortagna chiudono quinte

Mondiali Skiroll - Dominio russo nella team sprint junior femminile, quinta l'Italia

Dopo il poker ottenuto nella mass start di ieri, la Russia si conferma di un’altra categoria imponendosi nettamente nella team sprint Junior femminile con Olga Potapova e Anna Bylinko, capaci di tenere un ritmo irraggiungibile per tutte le altre fin dall’inizio della gara. Alle spalle delle due russe la Svezia con Lignell e Andersson, salita sul podio grazie alla fantastica azione della seconda. Sul terzo gradino del podio la Slovacchia con Mazurova e Sivokova, che vincono il bronzo per una penalità subita dall’Ucraina giunta inizialmente seconda. Quinta piazza per l’Italia composta dalle sorelle Mortagna.

LA CRONACA
Le russe si mettono subito in testa a tirare già nella prima frazione, ma soltanto nella terza dopo aver tenuto un ritmo altissimo riescono a staccare le altre grazie alla bella azione di Potapova. Al termine della terza frazione il vantaggio è già di oltre 3”, a seguire la slovacca Mazurova e l’ottima Laura Mortagna terza. Bylinko continua a spingere e il vantaggio diventa impressionante di 13”. Alle sue spalle si stacca l’Italia con Alba Mortagna in difficoltà nella parte più dura della pista, certamente non adatta a una sprinter pura. Rientra la Svezia grazie ad Andersson che chiude la frazione seconda davanti alla slovacca Sivokova e l’ucraina Kovalova. Alba Mortagna è ormai a 20” dal podio.

Sua sorella Laura prova a partire a tutta, ma cade e prende un brutto colpo al fianco. L’azzurra però si rialza e prosegue con generosità. La Russia prosegue la sua fuga solitaria, mentre alle spalle di Potapova si compattano Svezia, Slovacchia e Ucraina. L’ultima frazione è solo una passerella per Bylinko che aspetta soltanto di festeggiare all’arrivo, mentre la Svezia sfrutta la grande azione di Andersson che stacca le altre e conquista l’argento, davanti all’ucraina Kovalova, mentre Sivokova chiude ai piedi del podio. Pochi minuti dopo, però, la slovacca può festeggiare insieme alla sua compagna di squadra per la penalità di 15” inflitta all’Ucraina, per un’irregolarità al cambio. Quinta piazza per l’Italia che chiude con un bellissimo abbraccio all’arrivo tra Laura ed Alba Mortagna.   

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: