Biathlon | 18 settembre 2019

Biathlon - Ufficiale la squalifica di Vasileva; guai per la Russia, che perde punti importanti

L'atleta aveva saltato tre controlli antidoping; il presidente Drachev: "Decisione che ci penalizza, ora i punti saranno ricalcolati"; Wierer guadagna un altro punto nella generale

Biathlon - Ufficiale la squalifica di Vasileva; guai per la Russia, che perde punti importanti

L’IBU ha confermato con una nota ufficiale quanto già anticipato ieri sera dai media russi: Margarita Vasileva ha ricevuto una squalifica di 18 mesi per aver saltato tre controlli antidoping nel corso di un anno solare.

«Margarita Vasileva è stata trovata colpevole della violazione delle regole antidoping nell’articolo 2.4 dell’IBU ADR. Il panel ha tenuto contro del grado di colpa dell’atleta e ha ridotto il periodo di sospensione dell’atleta da due anni a 18 mesi, in riferimento all’articolo 10.3.2. dell’IBU ADR. Il periodo di ineleggibilità parte dal giorno in cui è stata presa la decisione, 17 settembre 2019. Il panel ha inoltre stabilito che i risultati ottenuti da Vasileva a partire dal 4 febbraio sono cancellati. Le parti hanno ora 21 giorni per impugnare la decisione dinanzi al tribunale per lo sport (TAS, ndr)».

Ciò significa che la Russia viene beffata, in quanto la partecipazione di Vasileva alle due staffette disputate nel tour americano, priverà la nazionale russa femminile di ben 355 punti, costandole l’uscita dalle prime cinque posizioni della Coppa per Nazioni (la Russia era quarta) a vantaggio della Svezia (l’Italia sale al quarto posto, ndr) e di conseguenza la perdita di un pettorale.

Deluso il presidente della Russian Biathlon Union, Vladimir Drachev: “Posso confermare di aver ricevuto il documento ufficiale dall’IBU. Tutti i risultati ottenuti da Vasileva a partire dal 4 febbraio sono stati cancellati. Questa decisione è la più penalizzato per la Russia, perché sarà seguita da i punti ottenuti dalla squadra saranno ricalcolati. Voglio però sottolineare ora la correttezza della decisione di escludere Vasileva dai Mondiali di Östersund, avevamo capito che avrebbe potuto portare delle conseguenze».

Effettivamente, come è stato scritto in Russia, in occasione delle gare americani i tecnici della nazionale non erano a conoscenza del terzo mancato esame antidoping di Vasileva.

Curiosamente quanto accaduto fa aumentare il bottino di punti ottenuto in stagione da Dorothea Wierer, in quanto la vincitrice della Coppa del Mondo era giunta 20ª in occasione dell’inseguimento di Soldier Hollow, con la russa che era 15ª. L’azzurra guadagna quindi una posizione e di conseguenza un punto in classifica, così come le altre azzurre Gontie e Runggaldier.

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: