Sci di fondo | 16 ottobre 2019

Fondo - Falla: "Sarebbe bello se nelle distance non vincesse solo Johaug"

Anche la stessa Johaug si augura una maggior competizione: "Sarebbe divertente e credo che la Svezia abbia atlete in grado di battermi"

Fondo - Falla: "Sarebbe bello se nelle distance non vincesse solo Johaug"

Tornata alle gare dopo due anni di stop, lo scorso anno Therese Johaug ha dominato la stagione, vincendo quasi tutte le distance in programma, cedendo solo una volta a Quebec City, battuta da Stina Nilsson, conquistando anche tre ori mondiali in skiathlon, 10km in classico e 30km in skating. Un dominio così netto che, al di là della stima nei confronti della campionessa norvegese, ha quasi annoiato diversi tifosi e addetti ai lavori.

Per questo motivo in molti si augurano di vedere più competizione nella prossima stagione, magari grazie alle svedesi. Anche all’interno della stessa squadra norvegese, c’è chi spera di vedere più competizione. Dopo l’allenatore Ole Morten Iversen, che ha ammesso qualche settimana fa di essere stato quasi contento quando Nilsson ha sconfitto Johaug, anche la connazionale Maiken Caspersen Falla ha lasciato intendere che ogni tanto qualche sconfitta della sua compagna di squadra non farebbe male allo spettacolo.

«Penso che sarebbe positivo sia per Therese che per le altre nazioni – ha affermato la campionessa del mondo nella sprint di Seefeldabbiamo bisogno di maggiori emozioni. Alla gente piace guardare le sprint perché ci sono tante atlete in grado di vincere. Sarebbe molto positivo per lo spettacolo se anche nelle distance ci fossero più atlete in grado di farlo. Ovviamente io non sono dispiaciuta quando vince Therese, sono norvegese, ma sarebbe stato più divertente se ci fosse almeno stato minor margine».

Alla fine anche Johaug non sarebbe dispiaciuta se le sue avversarie dovessero metterla più in difficoltà. «Sarebbe divertente se ci fosse una maggior competizione – ha ammesso la vincitrice di tre ori mondiali a Seefeldcredo che la Svezia abbia oggi più atlete in grado di battermi, in particolare Ebba (Andersson, ndr), Frida (Karlsson, ndr) e Charlotte (Kalla, ndr). Loro hanno una squadra molto forte e così anche noi, quindi non do nulla per scontato».

Dello stesso argomento ha parlato dalla Svezia anche Charlotte Kalla: «Therese è assolutamente superba. Trovo di ispirazione vedere come riesca a crescere di continuo e fare nuovi passi avanti. Possiamo provare a vedere se riusciremo a sfidarla il prossimo inverno. Ognuna di noi si allena e prova a essere il più competitiva possibile, ma è chiaro che non deve esserci stato un grande spettacolo per il pubblico».  

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: