Sci di fondo | 29 ottobre 2019

Fondo - Norvegia o Svezia? Sentite Cramer: "Nepryaeva è più forte dello scorso anno, può lottare per la generale"

L'allenatore russo spinge la sua atleta, giunta seconda lo scorso anno alle spalle di Østberg: "Ha fatto un ulteriore step"

Foto Michele Gaspari e Davide Colli

Foto Michele Gaspari e Davide Colli

È stata una delle protagoniste della passata stagione e nel silenzio più assoluto, con i media internazionali appassionati dalla sfida tra Johaug e le svedesi. Natalia Nepryaeva si sta preparando per confermarsi tra le protagoniste e lottare ancora una volta per la Coppa del Mondo.

Alla vigilia della passata stagione la neo ventiquattrenne russa aveva conquistato un solo podio in Coppa del Mondo, vincendo anche il bronzo olimpico in staffetta. Poi lo scorso anno è esplosa nel corso Tour de Ski, vincendo a Dobbiaco la sua prima e fin qui unica gara in Coppa del Mondo, conquistando poi altri nove podi con ben sei secondi posti, oltre a due bronzi mondiali di cui uno individuale. Dopo Oslo e Drammen Nepryaeva era in piena corsa per la Coppa del Mondo, ad appena 2 punti da Østberg, poi un malanno la fermò nella penultima tappa di Falun, non permettendole così di giocarsi fino all’ultimo il successo.

Nepryaeva però è un’atleta in crescita e, viste le assenze di alcune big della squadra, tra le quali Belorukova, sarà a maggior ragione l’atleta di punta della Russia femminile. Per questo motivo potrebbe risultare molto pericolosa se dovesse confermare quanto di buono fatto vedere lo scorso anno e fare un ulteriore step, vista anche la giovane età.

Nello staff tecnico russo ne sono convinti, come affermato in un’intervista dall’allenatore Markus Cramer: «Nepryaeva è la nostra carta migliore, sembra aver fatto lo step successivo e dovrebbe essere in grado di combattere per la vittoria della classifica generale. Sembra molto forte, più forte dello scorso anno»

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: