Biathlon | 07 gennaio 2020

Biathlon - Grande novità nell'Italia per Oberhof: esordio in Coppa del Mondo per Michela Carrara

La valdostana è stata convocata per la trasferta tedesca, dove l'Italia avrà un contingente di nove atleti (cinque donne e quattro uomini); Oberhof ha sempre portato fortuna negli ultimi anni

Biathlon - Grande novità nell'Italia per Oberhof: esordio in Coppa del Mondo per Michela Carrara

Riparte la Coppa del Mondo di biathlon. Dal 9 al 12 gennaio, assente Johannes Bø, i big mondiali si ritroveranno a Oberhof in Germania, dove si è lavorato tanto nelle ultime settimana per permettere il regolare svolgimento delle gare dopo aver venduto oltre sessantamila biglietti.

Si inizierà giovedì 9 con la sprint femminile, seguita venerdì 10 da quella maschile, quindi l’11 gennaio saranno in programma le due staffette, seguite domenica 12 da mass start femminile e maschile. Importante quindi un ottimo piazzamento nella sprint per assicurarsi anche la partecipazione alla mass start.

L’Italia si presenterà in Germania con un contingente di nove atleti, cinque donne e quattro uomini. La grande novità è rappresentata dalla prima convocazione in Coppa del Mondo della valdostana del Centro Sportivo Esrcito, Michela Carrara. La campionessa mondiale juniores del 2017, proprio in una sprint, si aggiunge quindi a Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi, Nicole Gontier e Federica Sanfilippo. Probabile il suo utilizzo in staffetta, dove potrebbe riposare una tra Wierer e Vittozzi, quest’ultima non al meglio la scorsa settimana. Nessuna novità tra gli uomini. In Germania saranno presenti Lukas Hofer, Dominik Windisch, Thomas Bormolini e Saverio Zini.

Nella passata stagione a Oberhof arrivarono le due vittorie di Lisa Vittozzi e un bel terzo posto di Lukas Hofer. Sorrisi anche nel 2018 con i secondi posti di Wierer nell’inseguimento e la staffetta maschile (con Hofer e Windisch, c'erano Chenal e Bormolini). Pure nel 2017 soddisfazioni con i due terzi posti di Windisch (sprint e pursuit), mentre nel 2015 arrivò il doppio podio nella sprint con Wierer e Gontier nella sprint. Insomma nelle ultime quattro occasioni la località tedesca ha sempre visto l’Italia salire sul podio, visto che nel 2016 le gare vennero trasferite a Ruhpolding (e anche in quell’occasione arrivò un podio con Wierer). 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche: