Sci di fondo - 21 luglio 2020, 10:58

Fondo - Curioso incidente in allenamento per Halfvarsson: "Il bastoncino mi è finito sul viso come un proiettile"

Alla fine solo una piccola ferita sulla fronte per lo svedese dopo un incidente sugli skiroll: "Ma sono stato fortunato che il bastoncino non sia finito sugli occhi, perché non indossavo gli occhiali"

Foto Instagram di Halfvarsson

Foto Instagram di Halfvarsson

Fatica tanto a stare lontano dai pericoli Calle Halfvarsson, che a volte sembra un po' Paperino. Una lunga serie di episodi sfortunati, tra infortuni e malattie, che negli ultimi anni ne ha anche in parte condizionato il rendimento. La scorsa settimana, però, lo svedese ha rischiato di farsi seriamente male sugli skiroll, ma ne è fortunatamente uscito "solo" con una vistosa ferita sulla fronte.

Nel corso dell’allenamento di mercoledì scorso a Orsa Grönklitt, infatti, durante la fase di allenamento a intervalli, Halfvarsson è stato protagonista di un curioso incidente. Mentre era in posizione in discesa, resosi conto di andare troppo veloce, ha cercato di utilizzare il bastoncino per frenare, ma a quel punto ha perso il suo controllo e il manico è finito a forte velocità contro la fronte dell’atleta svedese, che ha iniziato a sanguinare copiosamente. Un colpo fortissimo. «Il bastoncino mi è finito sul viso come un proiettile. Sono stato vicinissimo allo svenimento – ha raccontato l’atleta ad Aftonbladetha iniziato a sanguinare molto. C’era sangue su tutto il viso, nonostante indossassi l’elmetto».

Qualcuno l’ha aiutato a ripulire la ferita, poi l’atleta ha provato a ripartire, ma non è riuscito in realtà a risolvere il problema, così, tanto sangue ha iniziato a scorrere lungo il viso. Calle Halfvarsson non si è posto il problema di quanto fosse profondo il taglio, fino a quando non glielo ha fatto notare il padre, una volta a casa: «Papà ha iniziato a dirmi che forse sarebbe stato il caso di cucire la ferita, ma ormai era probabilmente troppo tardi. Io l’ho appena pulito. Forse mi rimarrà una bella cicatrice sulla fronte». L’atleta è convinto per una volta di essere stato fortunato: «Poteva andare molto peggio. Non portavo gli occhiali, quindi sono stato fortunato che non sia finito sugli occhi. Diciamo che posso ritenermi fortunato in un episodio sfortunato».

G.C.

Ti potrebbero interessare anche:

SU