Biathlon - 17 gennaio 2021, 16:59

Biathlon - Colpaccio di Simon nella mass start di Oberhof; Wierer assapora la vittoria ma è sesta

L'azzurra era da sola in testa all'ultima serie di tiro, ma ha commesso due errori chiudendo sesta; successo francese con Simon davanti a Preuss e Hanna Öberg

Biathlon - Colpaccio di Simon nella mass start di Oberhof; Wierer assapora la vittoria ma è sesta

Finale amaro per Dorothea Wierer nella mass start di Oberhof. La campionessa azzurra ha disputato tre quarti di gara straordinari senza commettere alcun errore nelle prime tre serie di tiro e ritrovandosi così da sola in testa nel penultimo giro con un vantaggio di oltre venti secondo su Hanna Öberg, la più immediata delle inseguitrici. Nell'ultima serie, però, Wierer non ha trovato quella stabilità che le serviva per vincere e sono così arrivati due errori fatali per le sue speranze di successo, costringendola al sesto posto.

A importsi, dopo una rocambolesca ultima serie è stata Julia Simon. La francese, giunta addirittura 11ª al poligono, si è ritrovata in testa con il suo zero, portandosi con sé Preuss. La tedesca sembrava averne di più, tanto da scavalcare Simon, la quale con grande generosità non ha mollato e sull'ultima salita ha fatto la differenza conquistando così un fantastico successo. Preuss si è dovuta accontentare di un bel secondo posto, dopo essersi addirittura illusa per il successo. In terza piazza Hanna Öberg, un po' fallosa al tiro, ma bravissima sugli sci a recuperare dalla sesta posizione fino al podio nell'ultimo giro, mostrando un'invidiabile condizione di forma. Ai piedi del podio, battuta dalla svedese, quella Tandrevold che nella sprint si era sentita male a causa di una fibrillazione atriale. Bravissima quindi a tornare subito al meglio chiudendo in quarta piazza e dimostrando anche di non essersi fatta condizionare dalle difficoltà.

Dopo i due errori nell'ultima serie Wierer si è inizialmente trovata a lottare per il podio, ma la sua condizione sugli sci non è ancora la migliore e nel finale ha pagato quel quarto giro fatto tutta da sola senza alcun cambio. L'azzurra non è così riuscita a tenere il treno di Öberg, Tandrevold e Brorsson, ma con grande generosità è stata capace di mantenere una preziosa sesta piazza. Quando troverà la miglior condizione, ci sarà da divertirsi. Le avversarie sono avvertite.

Settima ed ottava posizione per Røiseland ed Eckhoff, con quest'ultima che nel giro conclusivo ha recuperato 11" alla sua connazionale, ma non è riuscita a terminarle davanti. Entrambe possono ritenersi però soddisfatte del risultato finale, visto come si era messa la gara.

Buona la prestazione di Lisa Vittozzi, che è tornata a lottare per il podio. La sappadina non si è fatta condizionare dai due errori iniziali a terra, è stata precisa nelle due serie successive e cattiva al modo giusto sugli sci, raggiungendo l'ottava piazza. Visti gli errori delle altre, con uno zero in piedi avrebbe addirittura potuto vincere, ma ha commesso un doppio errore, chiudendo così 17ª. Eppure nella sua politica del "raccogliere tutti i pezzi" per tornare ad essere se stessa, questo weekend di Oberhof può certamente offrirle ottimi spunti. Prima di Anterselva e del Mondiale di Pokjluka è un'ottima notizia.

CLASSIFICA FINALE: CLICCA QUI

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

SU