Sci di fondo - 06 ottobre 2021, 13:30

FOTO e VIDEO del raduno della nazionale femminile di fondo tra Livigno e Stelvio

L'allenatore Renato Pasini fa il punto della situazione sull'ultimo raduno delle azzurre: "Abbiamo svolto un bel periodo di allenamento in quota"

FOTO e VIDEO del raduno della nazionale femminile di fondo tra Livigno e Stelvio

Questa settimana, le azzurre delle squadre “A” e “Milano-Cortina 2026” si stanno riposando dopo due settimane di duro lavoro, entrambe in quota, prima a Livigno e in seguito sullo Stelvio, terminate poi con il GP Sportful in salita sugli skiroll. Un raduno lungo, iniziato con tutte le azzurre presenti e terminato senza Emilie Jeantet che ha dovuto lasciare anticipatamente il gruppo a causa di un infortunio, dal quale sta recuperando. Si è rivista anche Anna Comarella, che ha seguito un programma personalizzato per ritrovare la condizione dopo lo stop forzato di inizio settembre. Allenamenti a secco e specifici sugli sci, palestra e anche un po’ di divertimento nel menù della squadra azzurra composta da Greta Laurent, Anna Comarella, Francesca Franchi, Martina Di Centa, Caterina Ganz, Cristina Pittin, Martina Bellini, Valentina Maj, Emilie Jeantet e Nicole Monsorno.

Vi proponiamo un video e una fotogallery per riassumere il lungo raduno delle azzurre e di seguito un resoconto di Renato Pasini, allenatore responsabile della squadra femminile, che ha seguito le sue atlete coadiuvato da Valentina Puntel, Enrico Perri e Davide Perucchini.  

«Il raduno è andato benissimo – ha affermato Pasiniabbiamo svolto un bel lavoro in quota come era stato programmato. Abbiamo iniziato a Livigno con un piccolo periodo di ambientamento e lavori specifici a 1800 metri. Come al solito abbiamo ricevuto un’assistenza di altissimo livello, come le strutture, in quanto avevamo tutto il necessario, tra palestra, piscina, pista d’atletica e ciclabile. Abbiamo fatto tutti i lavori previsti, grazie anche al meteo che ci ha aiutato. Ci siamo quindi trasferiti allo Stelvio, fermandoci con il pulmino a Bormio e lasciando a quel punto le atlete camminare fino allo Stelvio. È stata una bella camminata, anche molto dura perché pioveva, ma queste ragazze mi stanno dimostrando di saper soffrire e andare avanti, un impegno che mi auguro possa ripagarle in stagione. Da 1800 ci siamo spostati ai 2700, sciavamo su al Cristallo, sfruttando anche una piccola nevicata che ha reso la pista più bella. Sciavamo al mattino, mentre il pomeriggio svolgevamo delle attività a secco, oltre la palestra sotto la guida di Perri. Il sabato siamo scesi poi a Feltre per la Sportful che ha chiuso il raduno.
Una cosa molto positiva di questo raduno, è stata la presenza allo Stelvio di tutte le squadre. Ne abbiamo anche approfittato tra noi tecnici, alla presenza del dt Freddy Stauder, sfruttando così questa occasione per scambiarci informazioni, una cosa sempre molto utile.
Ora recupereremo un po’, perché tredici giorni di raduno in quota sono ovviamente stancanti. Da lunedì prossimo torneremo poi ad allenarci, prima con i test a Rovereto, poi la Val Senales in altura, dove dormiremo a 2000 metri e scieremo a 3000.
Comarella? Sta meglio, è rientrata e ha svolto un programma differenziato evitando lavori specifici. Il piano è condiviso con lo staff medico. Lei si sentiva sempre meglio e si è anche allenata sulla salita della Sportful con skiroll lenti. Ora prosegue nel suo programma differenziato e cercheremo di reintegrarla man mano nel gruppo durante il prossimo raduno»

 

Giorgio Capodaglio

Ti potrebbero interessare anche:

SU