Turismo - 24 maggio 2023, 19:33

Turismo - Livigno, non solo sci: ciclismo e mtb sono i re dell'estate nel Piccolo Tibet

Letizia Paternoster in bici a Livigno (foto: Instagram e PR & Go Up communication)

Letizia Paternoster in bici a Livigno (foto: Instagram e PR & Go Up communication)

Livigno, 1.816 metri sul livello del mare, è il Piccolo Tibet d'Italia. Dieci cime oltre i 3mila metri d'altezza, sulle quali volteggia con fierezza l'aquila reale e la natura troneggia incontrastata. La cornice, senza dubbio, è di enorme valore ambientale e paesaggistico, ma - al tempo stesso - la località dell'Alta Valtellina offre più di un'alternativa in chiave turistica ai suoi visitatori.

Paradiso invernale per gli sciatori (e non solo), d'estate mantiene inalterato il suo status di meta ideale per famiglie con bambini, coppie, sportivi e gruppi di amici, tra occasioni di svago, sentieri, escursioni, sport all'aria aperta e i sapori della buona tavola.

A proposito di sport: la stagione estiva a Livigno è improntata prevalentemente sulle due ruote non motorizzate, dunque sul mondo delle biciclette. Dal 10 giugno 2023, in tal senso, riaprirà la bike area di Livigno, pronta ad accogliere tutti gli appassionati sui suoi 3.200 km di percorsi mappati GPS.

BICI E MOUNTAIN BIKE A LIVIGNO: I PERCORSI SUGGERITI

Per una gita a pedali adatta a tutti, la soluzione ideale è la pista ciclabile che, con i suoi 17 km, segue tutta la lunghezza della valle, partendo in zona Lago e arrivando fino alla zona Forcola. Durante il percorso è possibile concedersi un po' di relax sostando in uno dei numerosi parchi giochi e nelle zone verdi, ma anche fermarsi in una delle aree attrezzate per un pic-nic o scattare una foto ricordo.

Per prendere confidenza con le mountain bike o migliorare la propria tecnica, il Bike Skill Center offre agli ospiti di tutte le età la possibilità di sfruttare i consigli degli istruttori qualificati per vivere la miglior esperienza in bicicletta in base alle proprie esigenze e livello di preparazione. Il centro propone anche alcuni percorsi da affrontare in autonomia, escursioni programmate con le guide o diverse opzioni per scoprire il mondo pedalando: mountain bike, enduro, cross-country, flow-country, downhill, e-bike e road-bike.

Per gli amanti del downhill e freeride, la scelta perfetta è sicuramente il Bikepark Mottolino Fun Mountain. Si tratta di uno dei migliori bike park in Italia, realizzato nel 2005, che offre 14 sentieri suddivisi in tre livelli di difficoltà: sentieri Blu adatti ai principianti; sentieri Rossi, sia per chi vuole una pista scorrevole, che per chi preferisce uno stile di riding tecnico e dinamico; sentieri Neri, pensati per il divertimento degli appassionati di downhill. All'interno del bike park sono presenti anche strutture per garantire la giusta dose di adrenalina sia a principianti che esperti: un'area Jump dedicata ai salti in sequenza su terra battuta, un'area North shore nel bosco con ponti sospesi e passerelle in legno, una linea Slopestyle interamente dedicata ai rider pro, quattro Drop per testare le proprie capacità e un maxi-gonfiabile per approfondire le evoluzioni aeree.

Il 24 giugno apriranno invece il Mountain Park Carosello 3000 e la Mountain Area SITAS. Sui loro 50 km di percorsi flow, sia i principianti che i bikers esperti, ma anche le famiglie, potranno divertirsi e sfogare la propria adrenalina, mentre i percorsi di enduro daranno ai più esperti la possibilità di svolgere un riding più naturale e tecnico. Nel Mountain Park Sitas si trova anche una Bike Academy, pensata per l'apprendimento della tecnica in MTB con un percorso di circa 5 km che integra 8 aree di esercizi, adatti a prepararsi per affrontare qualsiasi tipo di percorso montano in sella alla propria bicicletta.

Per chi invece preferisce il road bike, ovvero il ciclismo su strada, Livigno è un punto ideale, per vivere l'indimenticabile esperienza di pedalare su alcuni dei passi alpini che hanno fatto la storia del ciclismo: lo Stelvio, il Bernina, il Gavia, il Mortirolo, il Foscagno e il Maloja. 

Invece, per coloro che desiderano scoprire il territorio livignasco in sella alla propria bici, senza però fare troppa fatica, la soluzione ideale sono le e-bike, le biciclette elettriche a pedalata assistita. Tra i molti tracciati presenti sul territorio, i tre migliori per l'e-bike sono il Larix Park, di circa 12 km, il percorso di 17 km della Val Federia e i Laghi di Cancano. Le e-bike non sono apprezzate solo per le escursioni in mezzo alla natura, ma anche un mezzo di trasporto molto amato a Livigno, che ha predisposto in tutto il paese le colonnine Repower per la ricarica simultanea e veloce delle bici elettriche.

Infine, grazie al Bike Pass Livigno, una tessera giornaliera o plurigiornaliera, gli appassionati di mountain bike potranno accedere a tutti gli impianti di risalita dotati di trasporto MTB di Mottolino, Carosello e Sitas, risalendo liberamente in quota su entrambi i versanti e divertendosi senza limiti sui numerosi percorsi tracciati e mappati.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

SU