Olimpiadi - 01 novembre 2023, 15:15

Restaurato l'arco delle Olimpiadi 2002 di Salt Lake City: "Averlo in aeroporto è il giusto tributo a un pezzo così memorabile della nostra storia"

Restaurato l'arco delle Olimpiadi 2002 di Salt Lake City: "Averlo in aeroporto è il giusto tributo a un pezzo così memorabile della nostra storia"

L'Hoberman Arch, che ha fatto da sfondo al palco delle medaglie alle Olimpiadi invernali di Salt Lake City del 2002, è stato restaurato e posizionato nella capitale dello Utah, che si prepara per ospitare nuovamente i Giochi. Descritto come una "tenda meccanica", l'arco accoglierà ora i passeggeri all'aeroporto internazionale di Salt Lake City. Misura 72 piedi di larghezza e 36 piedi di altezza ed è stato progettato dall'artista Chuck Hoberman. L'arco, simbolo ispirato agli archi in pietra naturale dello Utah, ora poggia su una base con la scritta "Salt Lake City - sede dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali del 2002".

Circa 4.000 pezzi singoli compongono l'arco, insieme a 13.000 rivetti in acciaio e 96 pannelli collegati. L'arco faceva precedentemente parte del "Medal Plaza" di Salt Lake City 2002. Si dice che la struttura in alluminio assomigli "alla forma e al movimento dell'iride umana" e pesa circa 14 tonnellate. Quando l'arco fu costruito per la prima volta era la struttura apribile più grande del mondo. Il sindaco di Salt Lake City, Erin Mendenhall, ha affermato che l'arco potrebbe ora essere "una lente per immaginare di ospitare i futuri Giochi invernali". La città preferirebbe ospitarli nel 2034 per evitare la vicinanza ad altri Giochi americani, ovvero le Olimpiadi estive di Los Angeles 2028. Tuttavia, il 2030 rimane una possibilità, con il Comitato Olimpico Internazionale che aprirà le porte a una possibile doppia assegnazione. "Avere l'arco collocato permanentemente in un'area che accoglierà così tante persone a Salt Lake City è un giusto tributo a un pezzo così memorabile della nostra storia e un promemoria del nostro spirito olimpico", ha affermato Mendenhall.

Il restauro dell'arco è costato 3,79 milioni di dollari (3,1 milioni di sterline/3,5 milioni di euro). È stato spostato all'Olympic Cauldron Park all'estremità sud del Rice-Eccles Stadium dopo Salt Lake City nel 2002, ma non è mai stato inteso come sede permanente. L'arco servirà ora da ispirazione per ospitare nuovamente le Olimpiadi invernali. Nel 2014, è stato smontato e messo in deposito, ma diversi pezzi sono stati poi rubati nel corso dell'anno. Un'altra idea era quella di posizionare l'arco sul fianco della collina nel Warm Springs Park, prima di optare per l'aeroporto. "L'Hoberman Arch è un elemento iconico che mette in mostra il successo dei medagliati del 2002 e il nostro successo come comunità nell'ospitare i Giochi", ha affermato il presidente e amministratore delegato del Comitato Salt Lake City-Utah per i Giochi Fraser Bullock. "È una stella che ci guida nel riportare i futuri Giochi nello Utah nel 2030 o nel 2034".

L M

Ti potrebbero interessare anche:

SU