Sci di fondo | domenica 28 gennaio 2018

Mondiali Junior, fondo: Tom Mancini e Moa Lundgren vincono la sprint

Successi per Francia e Svezia nelle due gare che hanno aperto il Mondiale; bellissimo quinto posto per Davide Graz

Mondiali Junior, fondo: Tom Mancini e Moa Lundgren vincono la sprint

Festeggiano Svezia e Francia nelle due sprint che hanno aperto il Campionato Mondiale Junior di sci nordico, partito a Goms. Il primo oro è andato alla svedese Moa Lundgren, dominatrice della gara femminile, mentre tra gli uomini si è imposto il francese Tom Mancini. L'Italia applaude l'ottimo quinto posto di Davide Graz

GARA MASCHILE
Tantissime emozioni nella gara maschile, che ha visto il francese Tom Mancini imporsi in volata sul norvegese Joergen Lippert, mentre lo svizzero Valerio Grond ha mandato già dal podio di un soffio l’altro finalista francese Vincent Buiatti. Ottima quinta piazza per Davide Graz, arrivato in finale dopo una bella prova.

Il nuovo campione del mondo ha subito preso la testa della finale seguito proprio da Lippert e Grond, mentre alle loro spalle si muovevano Graz, il norvegese Hope e Buiatti. Sull’ultima salita Mancini è andato all’attacco e soltanto Lippert è riuscito a tenerne il passo, con Grond agganciato da Buiatti e lo stesso Graz. Il francese in testa alla gara ha mostrato ottimi materiali in discesa e sul rettilineo finale ha resistito all’attacco del norvegese vincendo per 10 centesimi. Graz, invece, ha perso il contatto con gli altri due contendenti per il podio nell’ultima discesa, così in volata Grond e Buiatti si sono giocati il terzo posto, con lo svizzero che ha avuto la meglio.

Oltre a Graz, altri due azzurri sono riusciti a qualificarsi alle batterie uscendo entrambi nei quarti di finale. Giovanni Caola ha concluso quinto la sua batteria nella quale era presente anche Grond, poi bronzo, e il russo Terentev, clamorosamente eliminato dopo aver fatto registrare il miglior tempo nella qualificazione. L’altro azzurro qualificato è stato Simone Mocellini, autore del quarto tempo nella qualificazione, ma sfortunatissimo al via della batteria, quando ha rotto il bastoncino proprio alla spinta iniziale.

GARA FEMMINILE
Senza storia la la sprint in tecnica libera femminile, nella quale Moa Lundgren ha dominato a partire dalle qualificazioni, chiuse al primo posto. La svedese ha vinto anche le sue batterie dei quarti e della semifinale, andando presto all’attacco in finale. Lundgren si è subito messa in testa a fare ritmo seguita dalla connazionale Karlsson e la norvegese Skistad, leggermente staccata sullo scollinamento. Lundgren però ha preso il largo sulla seconda salita, tenendo un ritmo impossibile per la connazionale, raggiunta anche dalla Skistad. Sul rettilineo finale è quindi solo una passerella per Lundgren, fantastica medaglia d’oro, mentre alle sue spalle Skistad ha staccato Karlsson, che nel finale è stata costretta a giocarsi il bronzo con la finlandese Korva, battuta solo al photofinish.

Solo due le azzurre che hanno superato il taglio delle qualificazioni. Martina Bellini ha concluso al quarto posto la sua batteria, chiudendo così al ventesimo posto, mentre Chiara De Zolt Ponte è arrivata sesta nella sua, concludendo così al 30° posto. 

CLASSIFICA FINALE MASCHILE

1° Tom Mancini (FRA)
2° Joergen Lippert (NOR)
3° Valerio Grond (SUI)
4° Vincent Buiatti (FRA)
5° Davide Graz (ITA)
6° Jon Rolf Skamo (NOR)

Gli altri azzurri:
25° Giovanni Caola
27° Simone Mocellini

CLASSIFICA FINALE FEMMINILE

1ª Moa Lundgren (SWE)
2ª Kristine Skistad (NOR)
3ª Frida Karlsson (SWE)
4ª Anita Korva (FIN)
5ª Johanna Hagstroem (SWE)
6ª Mathilde Myhrvold (NOR)

Le altre azzurre:
20ª Martina Bellini
30ª Chiara De Zolt Ponte

G.C.

Ti potrebbero interessare anche: