Combinata | sabato 03 febbraio 2018

Akito Watabe senza rivali ad Hakuba: sua la prima gara

Il nipponico come da copione archivia il successo nella gara di casa, risultando il migliore nel salto e andando molto forte nel fondo. Jan Schmid limita i danni chiudendo 2°

Akito Watabe senza rivali ad Hakuba: sua la prima gara

Quest’oggi la Coppa del Mondo di combinata nordica ha fatto ritorno ad Hakuba, dove è stata disputata la prima competizione del weekend. In un contesto di gara con tantissime assenze ha fatto la voce grossa uno dei protagonisti più attesi: Akito Watabe.

Il padrone di casa si è espresso al meglio nel salto, chiudendo in testa un segmento di gara in parte condizionato dal vento, che ha spirato da 0.5m/s alle spalle a 1.5m/s frontale. Con un’ottima misura,  130.5m, e valutazioni stilistiche elevate, il nipponico ha preso il via nel fondo con 16’’ sul Kristjan Ilves, 52’’ su Manuel Faisst e 1’08’’ sul rivale per la generale Jan Schmid, unico altro big al via nella terra del Sol Levante. L’estone è stato autore del salto più lungo di giornata, 132m con vento molto favorevole, mentre il teutonico è riuscito a raggiungere 130m, sfruttando al meglio le condizioni ottimali. Il norge invece ha pagato maggior dazio essendo atterrato solo a 125m.

Watabe ha così potuto gestire molto bene in secondo segmento di gara, andando comunque a tutta e facendo segnare il terzo tempo nel fondo. Ha così vinto per dispersione la quarta competizione consecutiva, allungando ulteriormente in classifica generale.

Alle sue spalle Ilves è stato ripreso da Faisst a metà gara e da Schmid nella tornata successiva, senza riuscire a tenere la code di nessuno dei due. Il tedesco, partito forte, ha avuto una flessione nella seconda parte di gara ed è stato riagganciato nell’ultimo chilometro dal norvegese. A quel punto Jan Schmid ha attaccato sull’ultima salita involandosi verso il secondo gradino dal podio, perdendo così solamente 20 punti nella generale rispetto a Watabe.

Manuel Faisst si è così dovuto accontentare della terza posizione, non essendo riuscito a rispondere all’attacco dello scandinavo. Per il venticinquenne di Baiersbronn si tratta del terzo podio della carriera. Quarta posizione e personal best per Kristjan Ilves, difesosi bene dal ritorno di altri avversari grazie al gran margine costruito sul trampolino.

Espen Bjørnstad ha archiviato il miglior risultato della carriera giungendo 5°, battendo a sorpresa il connazionale Mikko Kokslien. Il trentaduenne di Lillehammer con una buona rimonta aveva raggiunto il più giovane compagno di squadre all’inizio dell’ultimo giro, senza però riuscire a staccarlo e anzi si è poi visto sopravanzare nel finale.

Settimo Go Yamamoto, davanti al fratello minore del vincitore, Yoshito Watabe. La top ten è stata infine completata dal tedesco Terence Weber e dal ceco Tomas Portyk.

Sotto le aspettative Magnus Moan 14°, non così brillante sugli sci stretti, mentre hanno recuperato tanto terreno gli austriaci Paul Gerstgraser e Bernhard Flaschberger, autori delle migliori prestazioni nel fondo. I due però partivano nelle estreme retrovie a causa di salti tutto fuorché competitivi e hanno chiuso rispettivamente in 28^ e 34^ posizione.

In classifica generale Akito Watabe si è portato a 845 punti, con Jan Schmid (785) distante 60 punti. Appaiono ormai fuori dai giochi gli assenti Jorgen Graabak (528), Fabian Riessle (527) e Johannes Rydzek (500).

Domani si replica con un’altra gundersen. Il salto sarà alle ore 4, mentre il fondo alle ore 7.

HAKUBA I - HS 134 / 10 KM

1. WATABE Akito (JPN) 24’14’’6
2. SCHMID Jan (NOR) a 1’12’’6
3. FAISST Manuel (GER) a 1’22’’0
4. ILVES Kristjan (EST) a 2’14’’0
5. BJØRNSTAD Espen (NOR) a 2’36’’2
6. KOKSLIEN Mikko (NOR) a 2’40’’2
7. YAMAMOTO Go (JPN) a 2’44’’4
8. WATABE Yoshito (JPN) a 2’44’’8
9. WEBER Terence (GER) a 2’45’’1
10. PORTYK Tomas (CZE) a 2’46’’1
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: