Combinata | sabato 17 marzo 2018

Fabian Riessle vince per dispersione la prima gara di Klingenthal

Il teutonico ipoteca il 3° posto nella generale. Piazza d'onore per Eero Hirvonen davanti ad Akito Watabe, sempre più vicino alla Sfera di Cristallo

Fabian Riessle vince per dispersione la prima gara di Klingenthal

Questo pomeriggio è andato in scena il segmento di fondo della prima gara di Klingenthal, dove Fabian Riessle ha dominato incontrastato, andando a conquistare il secondo successo consecutivo.

Il tedesco, partito con oltre 20’’ sui più immediati inseguitori, ha infatti tenuto un buon ritmo fin da subito, risultando uno degli uomini più veloci in pista e guadagnando così ulteriore terreno. Solo nella tornata conclusiva il ventisettenne del Baden-Württemberg si è rialzato, iniziando già i festeggiamenti prima di andare a tagliare per primo il traguardo.

Dietro al teutonico Akito Watabe si è incaricato di dettare il ritmo, con Eero Hirvonen sempre sulle sue code. Il duo è stato raggiunto a 3km dalla conclusione dai tedeschi Johannes Rydzek ed Eric Frenzel, con il secondo decisamente più affaticato. Nell’ultimo giro il finlandese ha preso l’iniziativa, alzando il ritmo e prendendo il volo, in quanto nessun avversario è riuscito a rispondere. Hirvonen si è così involato verso la piazza d’onore, riconfermandosi sul podio per la 5^ volta in stagione.

Alle sue spalle Watabe e Rydzek sono riusciti a guadagnare preziosi metri di vantaggio sullo stanco Frenzel. Si prospettava un finale incandescente per l’ultimo gradino del podio, sennonché il tedesco è caduto in discesa, lasciando spazio libero a Watabe, giunto infine 3°. Questo incidente di percorso è costato anche altre posizioni a Rydzek, dal momento che ha chiuso 6° sopravanzato anche da Frenzel 4° e da Ilkka Herola 5°. Il ventiduenne di stanza a Kuopio è stato autore di una strepitosa prova sugli sci stretti, valsogli il miglior tempo, arrivando quasi a lottare per il podio.

Jan Schmid, dopo aver sfruttato il traino del suomi per tutta la prima parte di gara, non è poi riuscito a tenere il passo nell’ultima tornata, andando a chiudere 7°. Ottava posizione per Mario Seidl, bravo a non naufragare dopo essere rimasto solo già a metà della penultima tornata. Il norvegese Jørgen Graabak è giunto 9° battendo in volata il tedesco Vinzenz Geiger 10° ed il connazionale Espen Andersen 11°, andando quasi a riprendere il salisburghese nel finale.

L’azzurro Alessandro Pittin ancora una volta ha effettuato una buona rimonta, recuperando una dozzina di posizioni per giungere infine 22°. Nelle retrovie l’altro italiano al via, Aaron Kostner, classificatosi in 41^ piazza.

La classifica generale sembra aver ormai preso la via del Giappone, dal momento che Akito Watabe (1235) ha ora un vantaggio di 202 lunghezze su Jan Schmid (1033) a sole tre gare dal termine della stagione. Con il risultato odierno Fabian Riessle (891) invece ipoteca il 3° posto, con Johannes Rydzek (746) distante quasi 150 punti.

Domani si replicherà con un’altra gundersen. Il salto è in programma alle 12.30, seguito dal fondo alle 16.

KLINGENTHAL I – HS140/10km
1. RIESSLE Fabian (GER)
2. HIRVONEN Eero (FIN)
3. WATABE Akito (JPN)
4. FRENZEL Eric (GER)
5. HEROLA Ilkka (FIN)
6. RYDZEK Johannes (GER)
7. SCHMID Jan (NOR)
8. SEIDL Mario (AUT)
9. GRAABAK Jørgen (NOR)
10. GEIGER Vinzenz (GER)
Clicca qui per i risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: