Combinata | sabato 24 marzo 2018

Settimo sigillo stagionale per Akito Watabe a Schonach

Il nipponico ha archiviato l’ennesimo successo in un inverno che lo ha visto come assoluto protagonista. Sul podio anche Jarl Magnus Riiber e Bernhard Gruber

Settimo sigillo stagionale per Akito Watabe a Schonach

Questo pomeriggio è andato in scena a Schonach il penultimo appuntamento della Coppa del Mondo di combinata nordica. Competizione anomala, in quanto al tormentato segmento di salto si è aggiunta una prova di fondo caratterizzata da neve molto pesante a causa delle temperature elevate che si stanno registrando nella località della Baden-Württemberg. Il successo è stato archiviato dal nipponico Akito Watabe, autore di una sontuosa prova sugli sci stretti.

Partito con 1’04’’ di distacco da Jarl Magnus Riiber, il fresco vincitore della Sfera di Cristallo ha subito imposto un ritmo sostenuto, recuperando terreno dalla testa della gara trascinandosi dietro Bernahrd Gruber, appaiato al via. Nel primo giro si è così formato un gruppo inseguitore austro-nipponico, in quanto oltre ai due vedeva la presenza di Mario Seidl, Wilhelm Denifl, Franz Josef-Rehrl, Yoshito Watabe e Takehiro Watanabe. Questo drappello è però durato appena una tornata e si è presto sfaldato vista la difficoltà della pista.

Gruber ha sempre fatto da ombra ad Akito Watabe, mentre Seidl e Denifl hanno in un primo momento resistito con fatica, per poi perdere qualche metro. Il venticinquenne salisburghese è riuscito però a riprendersi, andando a chiudere il gap e si è così formato un trio che è rientrato poco dopo metà gara sulla testa della corsa, formata da Riiber e da Go Yamamoto. Quest’ultimo si è presto staccato e sono così rimasti in 4 in lotta per il successo.

Nell’ultimo giro Seidl ha nuovamente perso qualche metro, infine rivelatosi fatale, in quanto non è più riuscito a rientrare, andando a terminare la competizione in 4^ piazza. Davanti a lui Watabe ha attaccato sullo strappo più duro lasciando sul posto Gruber e Riiber, decisamente più affaticati. Il nipponico si è così involato verso il 7° successo stagionale e 16° della carriera. L’austriaco e il norvegese si sono invece giocati la piazza d’onore in volata, dove ha avuto la meglio Riiber, decisamente più pimpante rispetto allo stanco Gruber, comunque soddisfatto per il primo podio individuale dell'inverno.

Alle spalle di questo quartetto sono giunti due atleti in gran rimonta, Jørgen Graabak autore dello sprint vincente che gli ha regalato la 5^ piazza su Ilkka Herola, protagonista di una gara pazzesca sugli sci stretti. I due hanno recuperato rispettivamente 19 e 21 posizioni, avendo la meglio anche sui tedeschi, incappati in una giornata storta per quanto riguarda i materiali, sicuramente non all’altezza di quelli degli avversari.

Il migliore tra questi è stato Fabian Riessle 7°, riuscito a mettersi alle spalle almeno il norge Espen Andersen e Denifl. La top ten è stata completata da un altro teutonico, Vinzenz Geiger, riuscito a recuperare una decina di posizioni.

Il miglior tempo sugli sci stretti è stato fatto segnare per la 10^ volta in stagione dall’azzurro Alessandro Pittin, che ha così rimontato addirittura 32 posizioni fino ad attestarsi 16°. Il ventottenne friulano ha preceduto sul traguardo Eero Hirvonen ed Eric Frenzel.

Jan Schimid ha raddrizzato la situazione creatasi dopo il salto riuscendo a recuperare fino alla 21^ piazza. Il norvegese così non ha perso troppo terreno da Riessle e, ad una gara dal termine della stagione, conserva ancora 66 lunghezze di vantaggio in classifica generale sul teutonico. Giornata storta per Johannes Rydzek e Lukas Klapfer, che hanno chiuso alle spalle di Schmid in 22^ e 23^ posizione.

Alla luce delle difficoltà della Germania, la Norvegia si è riportata in testa alla classifica della Coppa per nazioni, invertendo il trend che si era visto nelle ultime competizioni. Guidano ora con 56 lunghezze di margine e dunque tutto si deciderà solamente domani, quando andrà in scena la finale riservata ai migliori 30 della generale. Verranno disputati due salti a partire dalle ore 10, mentre i 15km di fondo sono previsti alle ore 13.

SCHONACH – HS106/10km
1. WATABE Akito (JPN) 26’07’’2
2. RIIBER Jarl Magnus (NOR) a 6’’3
3. GRUBER Bernhard (AUT) a 8’’5
4. SEIDL Mario (AUT) 18’’6
5. GRAABAK Jørgen (NOR) a 38’’6
6. HEROLA Ilkka (FIN) a 39’’0
7. RIESSLE Fabian (GER) a 50’’7
8. ANDERSEN Espen (NOR) a 51’’5
9. DENIFL Wilhelm (AUT) a 52’’8
10. GEIGER Vinzenz (GER) a 1’06’’0
Clicca qui per I risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: