Combinata | sabato 22 settembre 2018

Mario Seidl domina la prima gara del weekend di Summer Grand Prix di Planica

L'austriaco ha allungato in modo deciso nel segmento di salto, per poi controllare nel fondo. Sul podio anche Martin Fritz e Maxime Laheurte; Buzzi migliore azzurro è 15°

Mario Seidl domina la prima gara del weekend di Summer Grand Prix di Planica

Nella mattinata odierna, in quel di Planica, è andata in scena la quinta gara individuale del Summer Grand Prix di combinata nordica, con la vittoria del leader della classifica generale, l'austriaco Mario Seidl, ora più vicino al trionfo nel circuito, davanti al connazionale Martin Fritz ed al francese Maxime Laheurte.

In una gara caratterizzata dalle numerose e pesantissime assenze di tedeschi e giapponesi di prima fascia, Seidl ha fatto letteralmente la differenza sul trampolino grande sloveno, scavando un solco enorme tra sé ed il resto della compagnia presente sulle alpi Giulie. In un contesto dove Eolo non è stato un fattore, con il vento che è rimasto costantemente frontale, l'austrico ha saltato 141,5 metri, ben 8 in più rispetto alla seconda miglior misura di giornata.

La performance notevole nel salto ha garantito, all'atleta classe '92, un solido vantaggio sui più immediati inseguitori (57" su Espen Bjørnstad, e oltre un minuto su Maxime Laheurte, Francois Braud e David Pommer), con Ilkka Herola, rivale diretto nella corsa al Summer Grand Prix (distante solo 10 lunghezze in graduatoria), in grado di atterrare a 128 metri, commutati in un ritardo di 1 minuto e 56 secondi da Seidl, partendo in tredicesima posizione. Nelle retrovie, invece, gli azzurri, con Aaron Kostner in posizione 26, Lukas Runggaldier 27esimo ed Raffaele Buzzi appena dentro la top30 (29esimo), tutti con un ritardo, in partenza, leggermente superiore ai tre minuti. Più indietro il giovane Luca Gianmoena, 39esimo, con un passivo di  5 minuti abbondanti.

Nel segmento sugli skiroll, Seidl ha amministrato senza grossi problemi il margine di vantaggio, concludendo vittoriosamente la frazione sugli sci stretti, tagliando il traguardo 33 secondi prima di un gagliardo Martin Fritz, in grado di recuperare un minuto pieno e scalare addirittura sei posizioni, garantendosi ampiamente un podio da incorniciare. In terza piazza, invece, ha chiuso Maxime Laheurte, che ha confermato lo status in partenza di segmento, saltando di netto Espen Bjørnstad  (alla fine quinto), e difendendosi con successo dagli aggressivi Espen Andersen (quarto), David Pommer (sesto) e Francois Braud (settimo), mai veramente capaci di attaccare ed avvicinarsi del tutto al veterano transalpino.

Solo ottavo Ilkka Herola che, nonostante una buona prova nel fondo, vede così scappar via Seidl in classifica generale, ora con 78 punti di margine sul giovane e talentuoso finlandese. In chiave azzurra da segnalare la superba frazione sugli skiroll di Raffaele Buzzi, risalito addirittura in 15esima piazza, e la buona rimonta anche di Lukas Runggaldier, ventesimo al traguardo. Tre posti più indietro ha chiuso Aaron Kostner, mentre Luca Gianmoena ha confermato la piazza 39.

Domani si replica, sempre a Planica, sempre alle ore 11 (salto) e 13 (fondo).

PLANICA I – HS 138 / 10 km
1. SEIDL Mario (AUT)
2. FRITZ Martin (AUT) a 33’’0
3. LAHEURTE Maxime (FRA) a 44’’5
4. ANDERSEN Espen (NOR) a 50’’0
5. BJØRNSTAD Espen (NOR) a 50’’8
6. POMMER David (AUT) a 51’’9
7. BRAUD Francois (FRA) a 53’’8
8. HEROLA Ilkka (FIN) a 68’’2
9. MOAN Magnus (NOR) a 77’’6
10. LAMPARTER Johannes (AUT) a 79’’0
Clicca qui
per i risultati completi.

Matteo Viscardi

Ti potrebbero interessare anche: