Combinata | sabato 24 novembre 2018

A Ruka l’Austria della combinata nordica torna a vincere con Mario Seidl

Il salisburghese riporta l’Austria sul gradino più alto del podio dopo oltre 2 anni, mentre è 2° un ottimo Jarl Magnus Riiber, 3° Johannes Rydzek

A Ruka l’Austria della combinata nordica torna a vincere con Mario Seidl

Oggi a Ruka si è aperta la stagione 2018-19 della Coppa del Mondo di combinata nordica, con qualche novità rispetto al recente passato. Innanzitutto l’Austria è tornata sul gradino più alto del podio grazie al successo del salisburghese Mario Seidl, costruito questa mattina con un salto magistrale.

L’austriaco classe 1992 infatti è scattato nel fondo con un margine di quasi un minuto su Jarl Magnus Riiber, cercando di gestire questo vantaggio. Il norge gli ha dato un bel filo da torcere, in quanto fin da subito ha incominciato a recuperare terreno, fino ad iniziare la tornata conclusiva staccato di appena 10’’. Seidl però con le ultime energie rimaste è riuscito a mantenere invariato il distacco, andando a tagliare il traguardo per primo, conquistando così la prima vittoria nel massimo circuito.

Riiber si è così accontentato della piazza d’onore, destando comunque un’impressione assolutamente positiva in vista di questa stagione. Il ventunenne scandinavo infatti ha effettuato un’ottima prova sugli sci stretti, mentre già da anni si conosce la sua qualità nel salto. Se la salute lo assisterà questo sembra essere un buon preludio per una stagione da assoluto protagonista.

Alle spalle della coppia Seidl-Riiber, si è andato a formare un gruppo inseguitore composto da 5 atleti: Manuel Faisst, Wilhelm Denifl, Tomas Portyk e i rimontanti Johannes Rydzek e Magnus Moan. Il drappello non è riuscito nell’intento di recuperare terreno sul duo di testa, limitandosi così a contendersi il terzo gradino del podio.

La contesa di è risolta nell’ultimo chilometro, quando il teutonico Rydzek ha attaccato la compagnia andandosene in solitudine. Tra i quattro componenti rimasti hanno avuto la meglio i più giovani, con Portyk andato a chiudere 4° davanti a Faisst 5°. Questi ultimi hanno dimostrato una buona crescita nel fondo rispetto alla scorsa stagione, andando a precedere Denifl 6° e Moan 7°, quest’ultimo decisamente opaco nel finale.

Ottavo Vinzenz Geiger, andato molto forte ad inizio gara e nel finale, riuscito a regolare Jan Schmid, tutto sommato convincente, e Lukas Greiderer, che si è confermato in crescita. Appena fuori dalla top ten è giunto Martin Fritz, che con la sua prova oltre le aspettative ha aggiunto un’ulteriore nota positiva alla già brillante prestazione di squadra per l’Austria. Molto bene anche il ventenne norvegese Einar Luraas Oftebro 12°.

Prova opaca invece per il Giappone, con Akito Watabe che ha tagliato il traguardo in 15^ piazza davanti al fratello minore Yoshito. Davanti alla coppia nipponica è giunto Leevi Mutru 14°, il miglior finnico in una giornata oltremodo deludente per i padroni di casa. L’unico altro finlandese in zona punti è stato Eero Hirvonen (30°), autore di un’ottima prestazione sugli sci stretti dopo un salto alquanto complicato. Era attesa però questa condizione precaria sul trampolino, dal momento che ha saltato pochissimo in estate a causa di problemi fisici. Discreto recupero nel fondo da parte di Jorgen Graabak, Fabian Riessle ed Eric Frenzel, riusciti ad entrare tra i migliori 20 nonostante il forte ritardo accumulato dopo il salto.

In casa Italia è arrivato un buon risultato da parte di Samuel Costa, giunto 26° al rientro alle competizioni dopo un anno e mezzo molto tormentato. Appena fuori dai 40 hanno terminato Alessandro Pittin e Raffaele Buzzi, rispettivamente 41° e 43°.

Grazie al successo odierno Seidl andrà ora ad indossare il pettorale giallo di leader della classifica generale, che ovviamente ricalca l’ordine di arrivo di questa prima competizione stagionale.

Domani è in programma un team event: il salto andrà in scena alle ore 9.45, seguito dal fondo alle ore 15.

RUKA – HS 142 / 10km
1. SEIDL Mario (AUT) 26’02’’5
2. RIIBER Jarl Magnus (NOR) a 16’’5
3. RYDZEK Johannes (GER) a 1’08’’0
4. PORTYK Tomas (CZE) a 1’17’’4
5. FAISST Manuel (GER) a 1’18’’7
6. DENIFL Wilhelm (AUT) a 1’21’’5
7. MOAN Magnus (NOR) a 1’26’’2
8. GEIGER Vinzenz (GER) a 1’50’’9
9. SCHMID Jan (NOR) a 1’52’’2
10. GREIDERER Lukas (AUT) a 1’54’’8
Clicca qui per I risultati completi.

Martina Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: