Salto | domenica 02 dicembre 2018

Katharina Althaus pesca il biglietto vincente della lotteria di Lillehammer

Gara stranissima sul Large Hill di Lillehammer: il vento ha influenzato pesantemente le prestazioni delle atlete, Katharina Althaus torna sul gradino più alto del podio seguita da Ramona Straub e Daniela Iraschko-Stolz.

Katharina Althaus pesca il biglietto vincente della lotteria di Lillehammer

Altro giorno, altra gara stranissima nella Coppa del Mondo femminile del salto speciale: quest’oggi sul trampolino grande di Lillehammer le saltatrici si sono sfidate a suon di salti spettacolari e controprestazioni clamorose, protagonista in entrambi i casi Eolo.

Il successo è andato infine alla protagonista della prima edizione del Triple, Katharina Althaus: la teutonica è riuscita per la prima volta del week-end a trovare l’acuto giusto nella seconda serie - atterrando a 139.5 metri grazie anche al quasi metro al secondo di vento frontale – riuscendo a rimontare dalla terza piazza  parziale, frutto di un salto da 128.5 metri. La bavarese è così salita sul podio per la prima volta in stagione, dimostrando che la forma è in linea con quella di dodici mesi or sono.

Alla piazza  d’onore si è classificata Ramona Straub, alla prima top three della carriera e a sua volta in rimonta: l’andamento della competizione dell’atleta del Baden-Wuerttemberg è stato molto simile a quello della vincitrice, anche se è stata inferiore complessivamente di 12 lunghezze. Terzo posto, invece, per la migliore a metà competizione Daniela Iraschko-Stolz: la veterana stiriana ha saltato nel momento decisivo da una stanga inferiore rispetto a coloro che l’hanno preceduta, anche se il vento frontale era diminuito; in ogni caso questo risultato è una boccata d’ossigeno per il movimento Rot-Weiss-Rot, reduce da un’annata tra le più buie della sua storia.

Quarta piazza amara per un’altra austriaca per cui vale il medesimo discorso fatto per Iraschko-Stolz: Eva Pinkelnig ha così confermato i progressi fatti nell’off-season e nei prossimi mesi dovremo abituarci a trovarla al vertice. Alle spalle della trentenne del Vorarlberg troviamo ben due russe: Alexandra Kustova –quinta – ha raggiunto il proprio career-best grazie a due salti realizzati in condizioni ideali, merito a lei che ne ha approfittato; sesta, invece, la sorpresa assoluta di quest’opening Lidiia Iakovleva che nella seconda serie si è resa protagonista di un’eccellente rimonta dalla tredicesima posizione parziale, quest’ultima frutto di un trampolino improvvisamente poco performante.

È tornata nella top ten una consistente Carina Vogt (7^), che ha preceduto una Juliane Seyfarth, recriminante per un primo salto difficile a causa della poca pressione sotto gli sci. Hanno completato le migliori 10 una ritrovata Yuki Ito, certamente agevolata nel saltare in un contesto così estremo, e Nika Kriznar rispettivamente 9^ e 10^.

Tante le delusioni odierne, determinate in buon numero dal vento pazzerello: Sara Takanashi si è dovuta accontentare dell’undicesima posizione, ma peggio di lei è andata a Ema Klinec (16^) e soprattutto alla detentrice della sfera di cristallo Maren Lundby (22^), con la norvegese che ha visto interrompersi clamorosamente la striscia di 19 podi consecutivi in gare di primo livello proprio ad  un passo dall’eguagliare la migliore di sempre di Takanashi.

Giornata positiva per Elena Runggaldier che ha chiuso 21^ grazie a due solide prestazioni, mentre l’altra azzurra presente, Lara Malsiner, è stata squalificata per tuta irregolare nella qualificazione disputata nella giornata di ieri.

Il risultato odierno ha sparigliato le carte nella particolare graduatoria del Lillehammer Triple in cui è balzata in testa in extremis Althaus (750.4 punti), che dunque vince anche la seconda edizione del trittico di inizio stagione, mentre hanno completato il podio altre due tedesche, Seyfarth (729.6) e Straub (715.1). Nella classifica generale della Coppa del Mondo cambia nuovamente il proprietario del pettorale giallo, anch’esso passato sulle spalle di Althaus (200 punti), seguita nuovamente da Seyfarth (177) e Iakovleva (172).

Il massimo circuito femminile del salto con gli sci si sposta ora a Titisee-Neustadt per ricongiungersi a quello maschile: sabato prossimo è in programma la qualificazione alla gara individuale della domenica.

LILLEHAMMER III – HS 140

1. ALTHAUS Katharina (GER) 254.0
2. STRAUB Ramona (GER) 242.0
3. IRASCHKO-STOLZ Daniela (AUT) 241.7
4. PINKELNIG Eva (AUT) 224.1
5. KUSTOVA Alexandra (RUS) 220.7
6. IAKOVLEVA Lidiia (RUS) 218.7
7. VOGT Carina (GER) 216.7
8. SEYFARTH Juliane (GER) 214.0
9. ITO Yuki (JPN) 212.0
10. KRIZNAR Nika (SLO) 210.4

Clicca qui per i risultati completi.

Michele Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: