Combinata | sabato 05 gennaio 2019

Continental Cup: Aaron Kostner è quarto a Klingenthal, bis di Jens Luraas Oftebro

Forte vento anche a Klingenthal! In Sassonia è stato cancellato il segmento di salto del Team Event, dunque è stata disputata una competizione individuale utilizzando i risultati del Provisional Competition Round di giovedì. Aaron Kostner ne ha approfittato al meglio, chiudendo quarto.

Credit photo: Michele Dardanelli

Credit photo: Michele Dardanelli

Maltempo in ogni dove nel Vecchio Continente, anche a Klingenthal: nella località sassone quest’oggi avrebbe dovuto essere disputato un Team Event rivisitato di combinata nordica nel circuito della Continental Cup, ma il forte vento ha obbligato gli organizzatori a far disputare una prova individuale rispolverando i risultati del Provisional Competition Round realizzato lo scorso giovedì.

In quel frangente soffiava un fortissimo vento frontale, a tratti anche più intenso di quello della gara di 24 ore fa, che ha reso il tutto più estremo rimescolando le carte in tavola: il miglior punteggio l’aveva fatto registrare Jens Luraas Oftebro, sospinto da quasi due metri al secondo di brezza frontale ed atterrato a 141.5 metri, con discrete valutazioni stilistiche.

Nel PCR i divari tra i diversi atleti sono stati a dir poco enormi: Sindre Ure Soetvik (26’’) è stato l’unico a limitare in qualche modo i danni grazie ad un salto da 147.5 metri (7.5 oltre l’Hill Size), mentre già il terzo classificato, Leif Torbjoern Naesvold, ha accumulato 50’’ di ritardo ed il solo altro Luis Lehnert (1’34’’) è riuscito a rimanere sotto i 2 minuti di distacco. In tutto ciò era riuscito a pescare un jolly l’azzurro Aaron Kostner (2’18’’), settimo alla partenza nel fondo seppur con un’eternità da recuperare rispetto ad Oftebro.

Il segmento sugli sci stretti si è così trasformato letteralmente in una competizione con partenza ad intervalli, almeno per i primissimi: con l’undicesimo tempo di giornata Oftebro non ha mai perso la leadership, andando a raccogliere la seconda vittoria in due giorni con un minuto e sedici secondi di margine sul secondo.

Piazza d’onore per Soetvik, avendo confermato il posizionamento in classifica dopo il PCR, che ha preceduto sul traguardo di una ventina di secondi Naesvold. La Norvegia ha così completato una tripletta di spessore che soprattutto mette la nazione scandinava in un’ottima posizione per la conquista di un vitale pettorale supplementare per il prossimo periodo della Coppa del Mondo.

Non è andato lontano dal terzo gradino del podio, mancandolo per una decina di secondi, il neo campione italiano U20 Kostner: il gardenese con un ottimo quarto tempo di giornata nel fondo - non molto lontano da quello del migliore, Jakob Lange (18°) – ha dimostrato importanti progressi tecnici in questa componente e quando tutto andrà per il meglio nel salto allora potrà togliersi importanti soddisfazioni.

Più attardati gli altri azzurri: Manuel Maierhofer ha nuovamente fatto breccia in zona punti, avendo chiuso 22°, mentre il trentino Denis Parolari si è classificato 34°. Non ha invece preso il via nel fondo Luca Gianmoena, visto il grande ritardo accumulato nel PCR.

COC KLINGENTHAL II – HS 140 / 10 KM

1. OFTEBRO Jens Luraas (NOR) 27’05’’2
2. SOETVIK Sindre Ure (NOR) a 1’16’’4
3. NAESVOLD Leif Torbjoern (NOR) a 1’35’’3
4. KOSTNER Aaron (ITA) a 1’45’’9
5. WELDE David (GER) a 2’34’’1
6. LEHNERT Luis (GER) a 2’38’’5

Clicca qui per i risultati completi.

Michele Dardanelli

Ti potrebbero interessare anche: