Combinata | 13 febbraio 2019

SEEFELD 2019 - Riepilogo convocati combinata nordica [In aggiornamento]

In questa sede vengono riassunti i convocati per i Mondiali di Seefeld ufficialmente comunicati dalle varie federazioni nazionali.

Pentaphoto

Pentaphoto

In questa sede vengono riassunti i convocati per i Mondiali di Seefeld ufficialmente comunicati dalle varie federazioni nazionali.

Riguardo i contingenti, va ricordato come vi siano regole diverse rispetto alla Coppa del Mondo. Ogni Paese potrà iscrivere alla rassegna iridata un massimo di 6 atleti, i quali potranno tutti prendere parte agli allenamenti. Cionondimeno in gara sarà possibile schierare solamente 4 uomini.

Fa eccezione il campione del mondo in carica, il quale è iscritto di diritto alla prova di cui è detentore del titolo. All’atto pratico, significa che la Germania avrà 5 pettorali in entrambe le competizioni individuali, poiché a Lahti 2017 Johannes Rydzek vinse ambedue le medaglie d’oro messe in palio. 

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 10.50 del 13/02

 

AUSTRIA (6)
FRITZ Martin (1994)
GREIDERER Lukas (1993)
GRUBER Bernhard (1982)
KLAPFER Lukas (1985)
REHRL Franz-Josef (1993)
SEIDL Mario (1992)

L’Austria è stata l’unica nazione a dover effettuare scelte dolorose in vista della rassegna iridata di casa. Alfine l’eccellente escluso è il veterano di lungo corso Wilhelm Denifl, al quale è stato preferito in extremis Bernhard Gruber. Gli altri cinque componenti del team erano invece già stati definiti in precedenza. Il movimento rot-weiß-rot partirà con ambizioni di medaglia in tutte le prove, sia individuali con Mario Seidl e Franz-Josef Rehrl, che a squadre.   

 

FINLANDIA (5)
HEROLA Ilkka (1995)
HIRVONEN Eero (1996)
MÄKIHAO Arttu (1997)
MUTRU Leevi (1995)
NIITTYKOSKI Otto (2001) [Riserva]

Nessuna sorpresa in casa Finlandia. Sono stati convocati i quattro atleti in grado di marcare punti in Coppa del Mondo nella stagione in corso, ai quali è stato aggiunto con il dichiarato ruolo di riserva il giovanissimo Niittykoski. Il movimento sinivalkoinen coltiva speranze di medaglia in tutte le competizioni, grazie soprattutto a Ilkka Herola ed Eero Hirvonen, partendo però con il ruolo di outsider in ognuna di esse.

 

GERMANIA (6)
FAIßT Manuel (1993)
FRENZEL Eric (1988)
GEIGER Vinzenz (1997)
RIEßLE Fabian (1990)
RYDZEK Johannes (1991)
WEBER Terence (1996)

Convocazioni scontate, poiché sono stati selezionati i sei uomini in grado di soddisfare lo storico criterio interno di qualificazione ai Mondiali imposto dalla federazione. La Germania è reduce da un Mondiale e un’Olimpiade trionfali, tuttavia in questo 2019 appare molto difficile ripetere i fasti del recente passato. Sicuramente i tedeschi partiranno per vincere ogni gara, ma senza essere i favoriti in alcuna di esse.     

 

GIAPPONE (5)
NAGAI Junji (1983)
SHIMIZU Aguri (1992)
WATABE Akito (1988)
WATABE Yoshito (1991)
YAMAMOTO Go (1995)

In casa nipponica quattro uomini erano scontati. L’unico dubbio poteva riguardare il quinto atleta, ruolo alfine affidato ad Aguri Shimizu. Le speranze di medaglia passano tutte per Akito Watabe, il quale sarà sicuramente un candidato al podio in entrambe le competizioni individuali. Sarà più difficile invece nelle prove a squadre, nonostante a Lahti 2017 sia arrivato il podio nella team sprint.

 

ITALIA (5)
BUZZI Raffaele (1995)
COSTA Samuel (1992)
KOSTNER Aaron (1999)
PITTIN Alessandro (1990)
RUNGGALDIER Lukas (1987)

Scelte scontate, poiché sono stati convocati i cinque atleti capaci di marcare punti nel massimo circuito durante l’inverno in corso. Per il movimento azzurro le speranze di medaglia sono ridotte al lumicino e passano tutte per Alessandro Pittin, nel caso pescasse un jolly sul trampolino. Eventualmente  qualche piccola chance può essere riposta anche sulla team sprint, tuttavia per l’Italia l’obiettivo più verosimile è quello di ottenere piazzamenti di prestigio.   

 

NORVEGIA (5)
BJØRNSTAD Espen (1993)
GRAABAK Jørgen (1991)
KROG Magnus (1987)
RIIBER Jarl-Magnus (1997)
SCHMID Jan (1983)

La Norvegia ha deciso di non sfruttare appieno il contingente a propria disposizione, convocando solamente gli atleti in grado di salire sul podio in almeno una gara a cui è stato aggiunto il veterano di sicuro rendimento Jan Schmid. Chiaramente gli scandinavi saranno contender per le medaglie in ogni gara. Anzi Jarl-Magnus Riiber si presenterà come il principale favorito per il successo nelle prove individuali. Alla luce della qualità media del team, i norge possono addirittura sognare di ripetere lo sweep di ori realizzato dalla Germania due anni orsono.    

 

REPUBBLICA CECA (5)
DANEK Lukas (1997)
DVORAK Miroslav (1987)
PAZOUT Ondrej (1998)
PORTYK Tomas (1996)
VYTRVAL Jan (1998)

Stagione difficile per il movimento ceco, che dopo i botti iniziali di Ruka si è scontrato con la dura realtà. Speranze di medaglia nessuna e l’obiettivo massimo potrà essere cercare un piazzamento nella top-15 con Tomas Portyk .

 

SVIZZERA (1)
HUG Tim (1987)

L’unico rappresentante del movimento elvetico avrà come obiettivo massimo quello di strappare un piazzamento nella top-20.

 

STATI UNITI (5)
ANDREWS Grant (1997)
FLETCHER Taylor (1990)
GOOD Jasper (1996)
LOOMIS Ben (1998)
SHUMATE Jared (1999)

Gli Stati Uniti hanno optato per la “politica della porta aperta”, includendo nel team anche ragazzi la cui dimensione è quella della Continental Cup. Speranze di medaglia zero, obiettivo massimo un piazzamento nei venti da parte di Taylor Fletcher.

 

PALINSESTO TELEVISIVO (DIRETTA INTEGRALE EUROSPORT)

Venerdì 22 febbraio – Gara Individuale LH/10 Km
Ore 10.00 – Segmento Salto
Ore 15.45 – Segmento Fondo

Sabato 24 febbraio – Team Sprint LH/2x7.5 Km
Ore 10.00 – Segmento Salto
Ore 13.00 – Segmento Fondo

Giovedì 28 febbraio – Gara Individuale NH/10 Km
Ore 10.30 – Segmento Salto
Ore 14.45 – Segmento Fondo

Sabato 2 marzo – Team Event NH/4x5 Km
Ore 10.30 – Segmento Salto
Ore 14.15 – Segmento Fondo

Francesco Paone

Ti potrebbero interessare anche: